Ap­pa­ri­re e scin­til­la­re

Dove - - Una Volta Nella Vita -

Non sem­pre il si­gni­fi­ca­to di ap­pa­ri­re è ne­ga­ti­vo. Né ren­der­si ap­pa­ri­scen­te è il si­no­ni­mo di un ca­rat­te­re fu­ti­le. In una so­cie­tà che si trin­ce­ra die­tro gli scher­mi dei de­vi­cee che ha tra­sfor­ma­to gli in­con­tri rea­li in un sur­ro­ga­to che si vi­ve at­tra­ver­so la co­mu­ni­ca­bi­li­tà vir­tua­le dei social network, ren­der­si vi­si­bi­le può ave­re i suoi ef­fet­ti po­si­ti­vi. Il pri­mo, e più im­por­tan­te, è quel­lo di pren­de­re co­scien­za di sé stes­si, espo­nen­do­si al­lo sguar­do de­gli al­tri sen­za ti­mo­re di es­se­re giu­di­ca­ti. Per­ché la presa di po­si­zio­ne sul­la pro­pria per­so­na­li­tà - che può es­se­re espres­sa an­che at­tra­ver­so un abi­to, un ac­ces­so­rio, un at­teg­gia­men­to este­ti­co - non può es­se­re con­fu­sa né con l’ar­ro­gan­za, né con la sma­nia di pro­ta­go­ni­smo. Il segreto sta nel far cor­ri­spon­de­re il luc­ci­chio di un tes­su­to, la stam­pa a fiori di una giac­ca o gli ab­bi­na­men­ti estro­si di un ve­sti­to con una scar­pa con un at­teg­gia­men­to na­tu­ra­le, in mo­do che quel­lo che è ap­pa­ri­scen­te non si tra­sfor­mi in una ma­sche­ra e, peg­gio ancora, l’abi­to non di­ven­ti un co­stu­me di sce­na. Il sen­so di li­ber­tà che può re­ga­la­re una scar­pa do­ra­ta ( San­to­ni), una bor­sa co­spar­sa di fiori ap­pli­ca­ti ( Fen­di), un pa­io di pan­ta­lo­ni con gli spec­chiet­ti ap­pli­ca­ti ( Loewe), un pa­io di espa­dril­las stam­pa­te ( Va­len­ti­no)Va­len­ti­no è straor­di­na­rio.

Ol­tre­ché im­pa­ga­bi­le. (M.C.)

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.