La ma­ti­ta ros­sa e blu

Red&blue: ec­co i due co­lo­ri pro­ta­go­ni­sti del­la sta­gio­ne. Com­ple­men­ta­ri, po­ten­ti, ve­ne­ra­ti da­gli sti­li­sti. Fa­ci­li, dif­fi­ci­li? Il ri­schio di pic­co­li er­ro­ri di sty­ling è in ag­gua­to: ma ba­sta se­gui­re i con­si­gli di Elle per es­se­re pro­mos­se a pie­ni vo­ti

ELLE (Italy) - - Ottobre 2017 - di MAR­TA SA­LA­DI­NO e LUISA SIMONETTO

Dal ver­mi­glio al blu not­te

LE­ZIO­NI DI ELEGANZA

per l’in­ver­no 2017: mai es­se­re fuo­ri-re­gi­stro. Al­me­no per quel che ri­guar­da i due co­lo­ri di “pri­ma­ria” im­por­tan­za del­la sta­gio­ne: il ros­so e il blu. Pe­na, in­ciam­pa­re in svi­ste di sti­le e im­bat­ter­si in cor­re­zio­ni de­gne di una prof d'an­tan. Qual­che esem­pio? Quel­la pun­ta di ver­mi­glio più ac­ce­sa, che ri­cor­da un ge­ra­nio ap­pe­na sboc­cia­to, non si chia­ma co­ral­lo ben­sì Gre­na­di­ne. Qui l’er­ro­re sa­reb­be lie­ve, da se­gna­re con la ma­ti­ta ros­sa... E an­co­ra, l'on­da ol­tre­ma­re che av­vol­ge i ca­pi con un blu tan­to den­so da sem­bra­re vel­lu­to, al­tri non è che Na­vy Peo­ny. Pan­to­ne do­cet. Per di­stri­car­ci nella pa­let­te del­le due to­na­li­tà mu­st-wear, ci vo­glio­no un po’ di ru­di­men­ti in ma­te­ria. Fac­cia­mo un pas­so in­die­tro nella sto­ria, ma­ga­ri cal­zan­do i nuo­vi sti­va­let­ti Cha­nel, quel­li fir­ma­ti Ga­briel­le, “tem­pe­ra­ti” a do­ve­re in red&blue.

BRE­VI CENNI IN ROS­SO

Pri­ma di lac­ca­re le pas­se­rel­le, il ros­so era sim­bo­lo di re­ga­li­tà: am­man­ta­va la se­du­ta dei tro­ni, i più al­ti gra­di del­la Chie­sa (da qui il ros­so Car­di­na­le), e i pal­chi dei tea­tri del beau mon­de, la Sca­la in pri­mis. Nella mo­da, è so­prat­tut­to si­no­ni­mo di Va­len­ti­no. Leg­gen­da vuo­le che un gio­va­nis­si­mo Va­len­ti­no Ga­ra­va­ni, du­ran­te l'ap­pren­di­sta­to da Jean Des­sès a Pa­ri­gi, si re­cas­se all'ope­ra di Bar­cel­lo­na e lì fos­se fol­go­ra­to dai co­stu­mi di sce­na: la for­za ie­ra­ti­ca del ver­mi­glio l'ave­va in­fiam­ma­to. «Ca­pii in quel mo­men­to che, do­po il bian­co e il ne­ro, non

esi­ste co­lo­re più bel­lo». Dall’im­me­dia­to col­po di ful­mi­ne al 2005, an­no del suo ri­ti­ro, non ha mai tra­di­to quell'amore. La for­mu­la che sa­reb­be en­tra­ta nell'eter­ni­tà co­me ros­so Va­len­ti­no era di una sem­pli­ci­tà “san­gui­gna”: 100 per cen­to di ma­gen­ta, al­tret­tan­to di gial­lo, più un 10 per cen­to di ne­ro, a met­ter­ci il pe­pe.

Una sa­tu­ra­zio­ne di sen­sua­li­tà che non tar­dò a se­dur­re Ch­ri­stian Dior. Ap­pas­sio­na­to di fio­ri, tin­se più di una col­le­zio­ne di ros­so ge­ra­nio e pa­pa­ve­ro, i suoi pre­fe­ri­ti. Per poi de­cli­na­re la nuan­ce flam­bé nel ros­set­to Rou­ge Dior del ‘53 - “Ve­ste il sor­ri­so del­le donne”, que­sto il claim - e nella spe­cia­le to­na­li­tà Tra­fal­gar, un Gre­na­di­ne an­te lit­te­ram. Il fil rou­ge ave­va or­mai im­pri­gio­na­to gli sti­li­sti, sim­bo­lo di pas­sio­ne e se­du­zio­ne qua­si in­fer­na­le, ve­di cer­te in­cur­sio­ni di Co­co Cha­nel nei bou­clé rossi-e-ne­ri.

FA­SHION IN A BLUE TI­ME

Sor­te più con­tro­ver­sa di­stin­se gli al­bo­ri del com­ple­men­ta­re al ros­so. «La sto­ria del blu è un au­ten­ti­co re­bus: per i po­po­li dell'an­ti­chi­tà, con­ta­va po­co; per i ro­ma­ni era il co­lo­re dei bar­ba­ri e ave­va con­no­ta­zio­ni ne­ga­ti­ve», scri­ve Mi­chel Pa­stou­reau, au­to­re del sag­gio Blu, sto­ria di un co­lo­re (Pon­te al­le Gra­zie). Se­con­do i suoi stu­di, è il 1100 il pun­to di svol­ta: quan­do nei di­pin­ti sa­cri il man­tel­lo del­la Ver­gi­ne si il­lu­mi­nò di ce­le­ste, tra­sfor­man­do­si in se­gno di pu­rez­za. Che il blu fos­se la tin­ta più pre­zio­sa, per­ché per ot­te­ner­la si do­ve­va­no me­sco­la­re olio di li­no e pol­ve­re di la­pi­slaz­zu­lo, non v’era­no dub­bi. L'ar­te do­vet­te aspet­ta­re il 1700: l'in­ven­zio­ne di un pig­men­to ar­ti­fi­cia­le, il blu di Prus­sia, ar­ri­vò sul­le ta­vo­loz­ze per con­sa­crar­lo al­la fa­ma. Con la com­pli­ci­tà di cor­ren­ti ar­ti­sti­che co­me Der Blaue Rei­ter e la tem­pra di tan­ti ge­ni, da Pi­cas­so a Cha­gall.

Sul­le pas­se­rel­le fe­ce ca­po­li­no per ma­no, an­co­ra una vol­ta, del vi­sio­na­rio Dior, che sdo­ga­nò una tin­ta po­co bour­geois con una crea­zio­ne del '49, il com­ple­to Che­vrier, ispi­ra­to al­le tu­ni­che dei pa­sto­ri (ri­vi­si­ta­to in suo ono­re da Ma­ria Gra­zia Chiu­ri, pro­prio in aper­tu­ra del dé­fi­lé Dior FW). Ne­gli an­ni ‘70, in­ve­ce, Yves Saint Lau­rent die­de una sca­ri­ca elet­tro­chic al blu, per giac­che bluet­te, al­la Yves Klein.

In sin­te­si: è una to­na­li­tà tra­sver­sa­le che ha sa­pu­to ve­sti­re la clas­se ope­ra­ia - non a ca­so la te­la da la­vo­ro fu chia­ma­ta blue jeans - e la nuo­va bor­ghe­sia. «Tra

tut­ti i co­lo­ri, so­lo il blu na­vy può com­pe­te­re con il ne­ro e pre­sen­ta gli stes­si van­tag­gi», dis­se Mon­sieur. Og­gi Chiu­ri gli fa eco co­sì: «Ognu­no può de­ci­de­re qual è la pro­pria uni­for­me... E non c'è co­lo­re co­me il blu, co­sì mi­sti­co e sa­cra­le, a po­ter­ti for­ni­re que­sta tua per­so­na­le este­ti­ca».

A PRO­VA DI ER­RO­RE

Do­po tan­ta teo­ria, ci vuo­le un po’ di pra­ti­ca. Co­me e, so­prat­tut­to, quan­do me­sco­la­re il Gre­na­di­ne al Fla­me Scar­let, che vi­ra al ros­so fuo­co? E il Na­vy Peo­ny con il Ma­ri­ne, la sua ver­sio­ne più ce­ru­lea? La ca­po­re­dat­tri­ce mo­da di Elle, Benedetta dell'or­to, non ha esi­ta­zio­ni: «Que­st’in­ver­no il ros­so de­ve di­vam­pa­re su­gli ac­ces­so­ri: dal­le ma­xi bor­se di Gi­ven­chy a quel­le di Tod's, dal­le pump di Lou­bou­tin, che del ver­mi­glio ha fat­to una pro­fes­sio­ne di fe­de gra­zie al­la suo­la lac­ca­ta, ai cuis­sard di Stuart Wei­tz­man. Da ab­bi­na­re a tes­su­ti ma­schi­li, co­me tweed e pied-de-pou­le, co­me nel dé­fi­lé di Ba­len­cia­ga. Op­pu­re per una in­so­li­ta ver­sio­ne by day, con pan­ta­lo­ni sempre boy­i­sh ma ri­go­ro­sa­men­te bian­chi. La ve­ra no­vi­tà è scar­di­na­re le re­go­le che han­no se­gre­ga­to il ros­so al­le soi­rée: osa­te cap­pot­ti rou­ge da wor­king la­dy di gior­no, co­me quel­li Max Ma­ra; e pren­de­te spun­to da Fen­di per gra­dua­re il ros­so, più aci­du­la­to per il ca­po­spal­la, più den­so per gli sti­va­li».

Per il blu, ha parole di en­tu­sia­smo Al­ber­to Za­no­let­ti, di­ret­to­re mo­da di Elle: «Ha lo stes­so ri­go­re del ne­ro ma è più lu­mi­no­so e per­met­te di gio­ca­re con ab­bi­na­men­ti me­no au­ste­ri: blu e bor­deaux o blu e mar­ro­ne. Le più au­da­ci pos­so­no mi­xa­re le di­ver­se to­na­li­tà: un az­zar­do sì, ma se ben ca­li­bra­to do­na un'al­lu­re im­pa­ga­bi­le, co­me il pull tri­cot Na­vy Peo­ny sul­la gon­na di tul­le Ma­ri­ne, vi­ste nella sfi­la­ta Dior. Per il gior­no, re­sta in­dis­so­lu­bi­le il bi­no­mio ca­ban blu con de­nim scu­ro. Ban­di­ta la ca­mi­cia bian­ca, pe­rò. Co­me ac­ces­so­ri, ve­do bene l’ac­cop­pia­ta to­tal blue e det­ta­gli ne­ri; al­tri­men­ti, so­lo blu an­che elet­tri­co, da sfog­gia­re con gon­na di tweed o ges­sa­ti. Per la se­ra? Un com­ple­to sci­vo­la­to di vel­lu­to, co­me il pi­ja­ma suit di Guc­ci, ari­sto­cra­ti­co con pun­ti lu­ce gold». Pren­dia­mo ap­pun­ti (e spun­ti), scon­giu­ran­do le in­suf­fi­cien­ze da ma­ti­ta ros­sa-e-blu.

Lo sti­va­le di suè­de e sa­tin con lo­go ri­ca­ma­to, nella ver­sio­ne ros­so bril­lan­te e royal blue (nell’al­tra pa­gi­na), Cha­nel. Da si­ni­stra, ros­set­to Rou­ge Co­co n°472, Cha­nel; pull tri­cot con scrit­ta, Al­ber­ta Fer­ret­ti. Po­chet­te bor­chia­to, con pro­fi­lo Ga­ra­va­ni. Va­len­ti­no Un’im­ma­gi­ne sto­ri­ca, da­ta­ta 1964, per il com­ple­to di la­na “ros­so Va­len­ti­no”.

A si­ni­stra, il tail­leur Na­vy Blue, fir­ma­to Ch­ri­stian Dior nel 1970. A de­stra, il ma­sca­ra “Vi­nyl Cou­tu­re Bleu”, Yves Saint Lau­rent. tra­col­li­na Mi­ni Na­vy vel­lu­to di fib­bia con Peo­ny Vi­vier. Ro­ger gold,

Oc­chia­li da gat­ta flam­boyant, Spek­tre. Sot­to, mar­su­pio di pel­le im­pun­tu­ra­to con lo­go, Guc­ci. In al­to, dé­col­le­tée Gre­na­di­ne con tac­co squa­dra­to, Man­sur Ga­vriel. So­pra, sti­let­to Fla­me Scar­let, Gian­vi­to Rossi.

Orec­chi­no con pen­den­te blu, Mar­ni. A de­stra, pump di suè­de con suo­la red lac­ca­ta, Ch­ri­stian Lou­bou­tin. Royal blue la cros­sbo­dy bag ston­da­ta, Chloé.

Da si­ni­stra, cuis­sard se­con­da pel­le, Stuart Wei­tz­man, sti­va­le di ver­ni­ce con fib­bia me­tal, Miu Miu. So­pra. Co­me por­ta­re i cuis­sard rou­ge se­con­do, da si­ni­stra, Isa­bel Ma­rant e Ba­len­cia­ga. Mon­ta­tu­ra su­per slim per gli oc­chia­li da so­le con len­ti blu, Re­tro­su­per­fu­tu­re.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.