NA­SO A TER­RA (guin­za­glio all’ini­zio; per ri­cer­che in am­pi spa­zi, me­glio il cane li­be­ro o usa­re una lun­ghi­na)

Focus Wild - - IL LABORATORIO -

La ri­cer­ca ol­fat­ti­va è un’at­ti­vi­tà mol­to ap­pa­gan­te per il cane per­ché gli per­met­te di usa­re il suo sen­so pre­fe­ri­to. Pre­pa­ra­te dei boc­con­ci­ni ap­pe­ti­to­si, di pro­sciut­to o wür­stel, che non pro­du­co­no bri­cio­le. Se il vo­stro cane co­no­sce il se­gna­le “se­du­to/re­sta” è il mo­men­to di usar­lo, se no fa­te­vi aiu­ta­re da un amico a trat­te­ne­re il cane fin­ché non ave­te na­sco­sto il ci­bo nell’er­ba. Quan­do ave­te fi­ni­to, men­tre li­be­ra­te il cane, da­te il se­gna­le “cer­ca” in­di­can­do l’area con la ma­no aper­ta e il pal­mo ri­vol­to ver­so l’al­to. •LE REGOLE: ini­zial­men­te con­cen­tra­te la ri­cer­ca in un’area ri­stret­ta di mas­si­mo mez­zo me­tro; con l’al­le­na­men­to la zo­na di ri­cer­ca po­trà es­se­re più am­pia e di di­ver­si ti­pi (er­ba, can­ne­ti, ghiai­no, su­per­fi­ci sco­sce­se, fos­si...). Non di­stur­ba­te il vo­stro cane men­tre cer­ca e quan­do ha ter­mi­na­to di­te­gli “fi­ni­to” as­so­cia­to a un ge­sto del­la ma­no, co­sì non ri­mar­rà in aspet­ta­ti­va. •A CO­SA SER­VE: le at­ti­vi­tà ol­fat­ti­ve so­no fon­da­men­ta­li per ogni cane per­ché al­le­na­no la sua con­cen­tra­zio­ne, la cal­ma e lo pre­di­spon­go­no a uno sta­to di ri­las­sa­tez­za.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.