Basili muo­ve i fi­li De­ci­si­ve le fa­sce e la pan­chi­na

La svol­ta nel pri­mo tem­po con Sca­gliet­ta e Li­ber­ti­ni più ag­gres­si­vi Nel­la ri­pre­sa l’in­gres­so di Mat­tei da più to­ni­ci­tà al cen­tro­cam­po

Gazzetta Regionale - - FINALE JUNIORES FASE NAZIONALE - Die­go Cavaliere

Era al­la pri­ma fi­na­le scu­det­to, ep­pu­re nei mo­men­ti chia­ve del mat­ch più im­por­tan­te del­la sta­gio­ne Lo­ren­zo Basili ha sa­pu­to ge­sti­re la ten­sio­ne, e gli uo­mi­ni a di­spo­si­zio­ne con espe­rien­za sca­fa­ta, sor­pren­den­te per un gio­va­ne di ap­pe­na ven­ti­tré an­ni. Due ac­cor­gi­men­ti tat­ti­ci che han­no fat­to la dif­fe­ren­za e che han­no schian­ta­to il Fenegrò, che dal can­to suo si è di­mo­stra­to una for­ma­zio­ne di gran­de qua­li­tà nel re­par­to of­fen­si­vo, ma con più di qual­che la­cu­na in di­fe­sa, la­scian­do spa­zi e oc­ca­sio­ni che il tec­ni­co ca­pi­to­li­no non si è la­scia­to sfug­gi­re e sul­le qua­li ha co­strui­to con ocu­la­tez­za il trion­fo di Firenze.

Il TdQ sfon­da con Li­ber­ti­ni e Sca­gliet­ta La pri­ma mos­sa nel­lo scac­chie­re Basili la at­tua du­ran­te il pri­mo tem­po. I ros­so­blu ap­proc­cia­no nel mi­glio­re dei mo­di al­la ga­ra, ma si tro­va­no sot­to all’im­prov­vi­so. La squadra ac­cu­sa il col­po, sem­bra per­de­re si­cu­rez­za e non tro­va più pro­fon­di­tà con l’1-3-3-3 di­se­gna­to in par­ten­za. Co­sì il tec­ni­co ri­por­ta Fo­fi e D’An­drea a po­chi me­tri l’uno dall’al­tro per ri­chia­ma­re cen­tral­men­te l’at­ten­zio­ne del­la di­fe­sa co­ma­sca, Li­ber­ti­ni e Sca­gliet­ta si al­za­no sul­la si­ni­stra e non è un ca­so che quat­tro dei cin­que gol (an­che quel­lo di De­si­de­ri na­sce da una pu­ni­zio­ne con­qui­sta­ta pro­prio sot­to la tri­bu­na) ar­ri­vi­no pro­prio da quel­la fa­scia, con i due ester­ni au­to­ri di tre as­si­st vin­cen­ti. Con la spon­da di una del­le due pun­te e la ca­pa­ci­tà di Me­le­dan­dri di crea­re su­pe­rio­ri­tà nu­me­ri­ca sul­la tre quar­ti av­ver­sa­ria, il Fenegrò non rie­sce ad esco­gi­ta­re le giu­ste con­tro­mi­su­re, an­che se resta in par­ti­ta con il se­con­do gol di Lo Ia­co­no tro­van­do la via del­la re­te due vol­te su due ten­ta­ti­vi, com­pre­so il pe­nal­ty del mo­men­ta­neo van­tag­gio.

Cor­sa e mu­sco­li Il se­con­do mo­men­to to­pi­co del mat­ch ar­ri­va po­co do­po il 3-3. Il Fenegrò con il pa­reg­gio sem­bra aver in­ver­ti­to com­ple­ta­men­te iner­zia al­la ga­ra, a cen­tro­cam­po il TdQ cor­re ma sof­fre e i ri­for­ni­men­ti per il tri­den­te av­ver­sa­rio so­no sem­pre più co­stan­ti. Co­sì Basili, an­nu­sa­to il pe­ri­co­lo, ri­chia­ma il vo­len­te­ro­so Con­sal­vi e in­se­ri­sci Mat­tei. Mos­sa mai più fu az­zec­ca­ta, per­ché il cen­tro­cam­pi­sta re­sti­tui­sce al­la me­dia­na ros­so­blu la for­za fi­si­ca e il di­na­mi­smo che il cal­do ave­va as­so­pi­to con il pas­sa­re dei mi­nu­ti. È lui a da­re la scos­sa de­fi­ni­ti­va che por­ta al se­sto tri­co­lo­re di via del Ba­iar­do, lot­tan­do su ogni pal­lo­ne e au­men­tan­do sen­si­bil­men­te la per­cen­tua­le di con­tra­sti vin­ti dal­la for­ma­zio­ne ro­ma­na. Co­sì il Tor di Quin­to gua­da­gna di nuo­vo me­tri, sul­le fa­sce i lom­bar­di non rie­sco­no più a ri­par­ti­re e al tri­pli­ce fi­schio fi­na­le ol­tre al­la con­sa­pe­vo­lez­za di aver vi­sto un’al­tra squadra ro­ma­na in ci­ma all’Ita­lia, c’è an­che quel­la di aver tro­va­to un tec­ni­co pron­to a scri­ve­re tan­te al­tre pa­gi­ne di sto­ria del no­stro cal­cio gio­va­ni­le.

©Lo­ri

Mat­tei Il suo in­gres­so in cam­po ha in­flui­to mol­to sul­le sor­ti del mat­ch

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.