Lo­la Pon­ce e il se­gre­to del­la fe­li­ci­tà

GENTE - - Sommario - di Alessandra Gavazzi

B “el­la, la pa­ro­la bel­la è na­ta in­sie­me a lei”. E guar­dan­do que­ste fo­to co­me dar tor­to ai ver­si di Ric­car­do Coc­cian­te? Co­me con­trad­di­re il te­sto del­la più no­ta bal­la­ta di No

tre Da­me de Pa­ris? Per­ché se è ve­ro che l’at­to­re non di­ven­ta qua­si mai il ruo­lo che ri­co­pre (e me­no ma­le), è an­che ve­ro che am­mi­ran­do Lo­la Pon­ce che esce dal­le ac­que ca­rai­bi­che ab­brac­cia­ta al­le sue bam­bi­ne non si può non ri­chia­ma­re al­la mente il per­so­nag­gio che l’ha re­sa fa­mo­sa nel mon­do, quel­la Esme­ral­da gi­ta­na che fa in­na­mo­ra­re il gob­bo del­la cat­te­dra­le e via via tut­ta la po­po­la­zio­ne ma­schi­le che vi ruo­ta at­tor­no.

Non fi­ni­sce be­ne, ma so­lo sul pal­co. Smes­si i pan­ni dell’eroi­na del mu­si­cal trat­to dal ro­man­zo di Vic­tor Hu­go, si ri­ve­ste con quel­li di mo­glie e mam­ma gi­ra­mon­do. Sem­pre tra un pro­get­to pro­fes­sio­na­le e l’al­tro, si in­ten­de. «A Mia­mi e in Ame­ri­ca sto realizzando tan­ti al­tri miei sogni», rac­con­ta a Gen­te. «Ho un mio stu­dio mu­si­ca­le do­ve ora sto ter­mi­nan­do di re­gi­stra­re il mio ul­ti­mo bra­no. Ho la for­tu­na di can­ta­re con An­drea Bo­cel­li per i suoi tour ne­gli Sta­ti Uni­ti, so­no pro­ta­go­ni­sta di una cam­pa­gna pub­bli­ci­ta­ria e ora sto ini­zian­do a rea­liz­za­re dei vi­deo. Di­rei pro­prio che non mi pos­so la­men­ta­re». Una vi­ta pie­na, in­som­ma, sot­to tut­ti i pun­ti di vi­sta. «Sì, mi pia­ce fa­re tan­te co­se e rea­liz­za­re pian pia­no tut­ti i miei sogni. Ma sem­pre im­mer­sa nel­la co­sa più bel­la che ho, la mia fa­mi­glia: rie­sco a co­niu­ga­re la­vo­ro e amo­re con mol­ta tran­quil­li­tà». Bea­ta lei, ver­reb­be da di­re. Sem­pre con la va­li­gia sul let­to den­tro la qua­le non man­ca­no i co­stu­mi da ba­gno per sé, per le fi­glio­let­te Erin e Regina e per il ma­ri­to Aa­ron Diaz, can­tan­te, at­to­re e star del­la se­rie Tv ame­ri­ca­na Quan­ti­co. « Sì, amo il ca­lo­re del so­le e il pro­fu­mo del ma­re, so­no una ra­gaz­za “da spiag­gia”», ri­cor­da la sho­w­girl na­ta a Ca­pi­tán Ber­mú­dez, 320 chi­lo­men­tri a nord di Bue­nos Ai­res, ma con or­gi­ni ita­lia­ne. « Que­st’estate la mia ba­se è sta­ta tra Mia­mi, do­ve vi­vo, San Mi­guel de Al­len­de in Mes­si­co, la cit­tà di Aa­ron, e l’Ar­gen­ti­na: Erin e Re­gi ado­ra­no an­da­re spes­so a tro­va­re i non­ni». La­scian­do mam­ma e pa-

«BA­STA ME­NO DI UN’ORA DI GINNASTICA AL GIOR­NO», GIURA LEI

pà, or­mai spo­sa­ti dal 2012, li­be­ri di or­ga­niz­za­re ma­gi­che fu­ghe di cop­pia. So­prat­tut­to nel no­stro Pae­se. «L’ab­bia­mo gi­ra­to in lun­go e in largo in au­to: con uno Spri­tz in ma­no è an­co­ra più bel­lo», ave­va ri­ve­la­to Aa­ron in un’in­ter­vi­sta. «Amo l’Ita­lia, amo il suo sti­le, gli ita­lia­ni, il lo­ro mo­do di fa­re», rin­ca­ra Lo­la par­lan­do an­che dell’in­ti­mi­tà con il suo al­ter ego che porta sul­le sce­ne ita­lia­ne da or­mai 15 an­ni. «Sa­rò sem­pre gra­ta a que­sto Pae­se a cui de­vo mol­to. Esme­ral­da è si­cu­ra­men­te il ruo­lo che mi ha re­ga­la­to più emo­zio­ni e che or­mai fa par­te di me: su­bi­to tra noi è na­to un rap­por­to e con il tem­po ci sia­mo fu­se. Lo­la ed Esme­ral­da so­no di­ven­ta­te sot­to al­cu­ni aspet­to un tutt’uno. Non sai che gio­ia sen­ti­re ra­gaz­ze che pren­do­no Esme­ral­da co­me pun­to di ri­fe­ri­men­to per la pro­pria vi­ta, an­che per il suo ca­rat­te­re».

E così per l’ap­pun­to, in­dos­sa­ta di nuo­vo la gon­na gi­ta­na di sce­na, Lo­la torna in Ita­lia, all’Are­na di Ve­ro­na, do­ve il 10 set­tem­bre sa­lu­te­rà il pub­bli­co chiu­den­do que­sta lunga tran­che di tour­née. Ma Lo­la e Aa­ron ama­no an­che Ischia do­ve la cop­pia è sta­ta av­vi­sta­ta qual­che set­ti­ma­na fa. E do­ve a nes­su­no è sfug­gi­ta l’in­te­sa che ha re­so gli sco­gli di Lac­co Ame­no un set piut­to­sto bol­len­te. Il col­po di ful­mi­ne tra lo­ro è pe­rò scop­pia­to men­tre nel­la se­rie ve­ne­zue­la­na El Ta­li­sman in­ter­pre­ta­va­no due in­na­mo­ra­ti, fra­tel­la­stri a lo­ro in­sa­pu­ta: un le­ga­me in­ce­stuo­so che fa­reb­be im­pal­li­di­re gli sce­neg­gia­to­ri di Beau­ti­ful. «Tra me e Aa­ron», spie­ga la can­tan­te, «sin dall’ini­zio c’è sem­pre sta­ta una for­te pas­sio­ne e un grande tra­spor­to l’uno per l’al­tra. Aa­ron è mes­si­ca­no ed è mol­to pas­sio­na­le. L’ul­ti­ma volta che l’ho se­dot­to? Ie­ri du­ran­te un’usci­ta so­li so­let­ti in bar­ca». Ten­ta­zio­ni di fa­re il tris, dan­do ma­ga­ri un fra­tel­li­no a Erin e Regina? « Già così sia­mo una grande fa­mi­glia», glis­sa. Ma se pen­sa­te che la com­pli­ci­tà di cop­pia sia so­lo me­ri­to dell’al­chi­mia na­tu­ra­le, vi sba­glia­te. Pa­ro­la di Lo­la: «Il se­gre­to per man­te­ne­re un rap­por­to sem­pre ac­ce­so è con­ti­nua­re gior­no per gior­no ad amar­si, cu­rar­si e con­ce­der­si le do­vu­te at­ten­zio­ni. Mai ab­bas­sa­re la guar­dia e mai per­met­te­re all’abi­tu­di­ne di pre­va­le­re su un rap­por­to di cop­pia». Se­gna­to.

In­tan­to, ave­re un fi­si­co co­me il suo pro­ba­bil­men­te aiu­ta. Sta­bi­li­to che Ma­dre Na­tu­ra le ha cer­ta­men­te da­to una ma­no e che la pre­pa­ra­zio­ne atle­ti­ca per reg­ge­re due ore e mez­za di spet­ta­co­lo fa par­te in­te­gran­te del suo me­stie­re, co­me fa la si­gno­ra Diaz a man­te­ner­si così? «La mat­ti­na pre­sto mi al­le­no: non pos­so fa­re a me­no di nuo­to e ginnastica, mi for­ni­sco­no una super ener­gia per tut­ta la gior­na­ta. Poi sal­to la cor­da, ad­do­mi­na­li, e fac­cio Trx. Ec­co il mio se­gre­to. Ma non pre­oc­cu­pa­te­vi: si può fa­re tut­to in me­no di un’ora al gior­no». Sarà. E per quan­to ri­guar­da la tavola? Non ci di­ca, la prego, che si ab­buf­fa: lo fac­cia per le sue fan ita­lia­ne me­die che met­to­no su pan­cia so­lo a guar­da­re una fet­ta di an­gu­ria. «La mia ali­men­ta­zio­ne è a ba­se di frut­ta: in giar­di­no ab­bia­mo de­gli al­be­ri di avo­ca­do, li­mo­ni e mol­ta frut­ta tro­pi­ca­le. Non ri­nun­cio a un buon pe­sce al­la gri­glia. E mi con­ce­do an­che il ge­la­to, ma sen­za lat­to­sio». An­che qui, Esme­ral­da-Lo­la stia tran­quil­la: ab­bia­mo pre­so ap­pun­ti.

SOR­GE DAL MA­RE CARAIBICO CO­ME IL SO­LE Una lu­mi­no­sis­si­ma e sen­sua­le Lo­la Pon­ce esce dal mar caraibico con le figlie. «Erin e Regina so­no due “mi­ni me”», rac­con­ta Lo­la, «ven­go­no a ogni spet­ta­co­lo e co­no­sco­no tut­te le can­zo­ni». (Fo­to Raffaele Ma­ro­ne).

AMERICANI CON UN DEBOLE PER L’ITA­LIA Grand Cay­man. Lo­la Pon­ce con Erin e Aa­ron Diaz con Regina si di­ver­to­no sul­le ta­vo­le da surf. «Ades­so abi­tia­mo a Mia­mi», rac­con­ta l’at­tri­ce, «ma ado­ria­mo l’Ita­lia». La cop­pia ha pas­sa­to una bol­len­te va­can­za a Ischia.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.