CHE COS’È IL LAT­TE FIENO CHE STA AVEN­DO GRAN­DE SUC­CES­SO?

C’è un nuo­vo ti­po di lat­te che sta an­dan­do a ru­ba su­gli scaf­fa­li dei su­per­mer­ca­ti. Di co­sa si trat­ta?

GENTE - - Sommario - Ri­spon­de PIE­TRO MIGLIACCIO pre­si­den­te So­cie­tà ita­lia­na di scien­ze dell’ali­men­ta­zio­ne

Il lat­te fieno è un lat­te “da pa­sco­lo”: le mucche si nu­tro­no cioè del­le er­be of­fer­te dal­la ter­ra, fre­sche o es­sic­ca­te, co­me fieno, pa­glia, fio­ri. Non è dun­que un lat­te “da stal­la”, ot­te­nu­to da ani­ma­li chiu­si nei ri­co­ve­ri e nu­tri­ti con man­gi­mi in­du­stria­li. Il lat­te fieno è più si­cu­ro, per­ché pri­vo di ogm e com­por­ta un mi­nor con­su­mo di mais e di so­ia, spes­so col­ti­va­ti an­che con pe­sti­ci­di. Si di­ge­ri­sce me­glio ed è qua­li­ta­ti­va­men­te su­pe­rio­re: ha un con­te­nu­to mag­gio­re di ome­ga 3, pre­zio­so per la sa­lu­te. Ha pe­rò una pro­du­zio­ne li­mi­ta­ta e co­sta mol­to di più del lat­te che sia­mo so­li­ti con­su­ma­re. Il lat­te fieno, pur se buo­no e con­si­glia­bi­le, non è es­sen­zia­le per l’ali­men­ta­zio­ne. Pos­sia­mo con­ti­nua­re a be­re il lat­te “nor­ma­le”. L’im­por­tan­te è ber­lo, per­ché ap­por­ta nu­trien­ti im­por­tan­ti co­me il cal­cio di cui l’or­ga­ni­smo ha gran­de bi­so­gno.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.