Na­tha­lie Guet­ta: «Mi è ri­ma­sto sol­tan­to Don Mat­teo »

AVE­VA UN MA­RI­TO. «MA HO PER­SO AN­CHE QUEL­LO», RAC­CON­TA LA PERPETUA DEL PRE­TE DE­TEC­TI­VE. «SOFFRO TERRIBILMENTE ALL’IDEA DI NON ES­SE­RE DI­VEN­TA­TA MA­DRE. NON È STA­TO POS­SI­BI­LE. CHE NE SA­RÀ DI ME QUAN­DO NON LAVORERÒ PIÙ?»

GENTE - - Sommario - DI RO­BER­TA SPA­DOT­TO

Da 18 an­ni sia­mo abi­tua­ti a ve­der­la al­le­gra e sco­piet­tan­te nei pan­ni di Na­ta­li­na, la perpetua di Te­ren­ce Hill in Don Mat­teo, la se­rie più ama­ta da­gli ita­lia­ni (re­cord di 8 mi­lio­ni di te­le­spet­ta­to­ri a pun­ta­ta). Per que­sta ra­gio­ne sco­pri­re co­sa si na­scon­de dav­ve­ro nel­la vi­ta Na­tha­lie Guet­ta, so­rel­la di Da­vid, il più fa­mo­so dj del mon­do, pro­vo­ca non so­lo tri­stez­za ma scon­cer­to. «Ho 60 an­ni ap­pe­na com­piu­ti», ha sve­la­to in una re­cen­te in­ter­vi­sta Tv, «e mi sen­to una don­na di mez­za età che si è rea­liz­za­ta nel la­vo­ro. So­no an­che una buo­na ami­ca. Ma il mio ve­ro rim­pian­to è quel­lo di non es­se­re mo­glie e ma­dre. Non avrò mai ni­po­ti. A suo tem­po ci ho pro­va­to ad ave­re un bam­bi­no, ma ero tal­men­te con­cen­tra­ta sull’obiet­ti­vo che, co­me suc­ce­de a mol­te don­ne, il mio cor­po si è ir­ri­gi­di­to non per­met­ten­do­mi di ri­ma­ne­re in­cin­ta. Co­sì, og­gi, non mi re­sta più nien­te».

Na­tha­lie ha di­vor­zia­to qual­che tem­po fa dal ma­ri­to Yudel San­chez, cu­ba­no, di 17 an­ni più gio­va­ne, del qua­le ave­va det­to: «Il ma­tri­mo­nio du­ra­to cin­que an­ni e mez­zo è sta­to pas­sio­na­le, ma la rot­tu­ra mi ha la­scia­ta sen­za piu­me». Nel 2014 noi di Gen­te fum­mo gli uni­ci ad an­da­re a tro­va­re l’at­tri­ce nel­la ca­sa pa­ri­gi­na che con­di­vi­de­va con il ma­ri­to, gli uni­ci a rac­con­ta­re e do­cu­men­ta­re fo­to­gra­fi­ca­men­te quell’amo­re che al­lo­ra pa­re­va so­li­do, ma che si sfal­dò po­co do­po. «Io e Yudel ci sia­mo co­no­sciu­ti nel 2007 a Cu­ba, un Pae­se che amo e che ho vi­si­ta­to spes­so», ci rac­con­tò al­lo­ra. «Io all’ini­zio lo re­spin­ge­vo per­ché lui era mol­to più gio­va­ne di me. Poi ho de­ci­so: “Ti spo­so e ti fac­cio co­no­sce­re Te­ren­ce Hill”». La cop­pia si tra­sfe­rì a Ro­ma e l’ai­tan­te cu­ba­no si re­ca­va spes­so sul set di Don Mat­teo. «Te­ren­ce mi vuo­le be­ne», ci dis­se Na­tha­lie, «e ave­va be­ne­det­to la no­stra unio­ne. Era con­ten­to per me».

Ma ora che tut­to è finito nel­la vi­ta di Na­tha­lie Guet­ta non c’è più nes­su­no. «So­no sin­gle», ha det­to. E stan­no rie­mer­gen­do vec­chie fe­ri­te, mai dav­ve­ro sa­na­te. «So­no ar­ri­va­ta in Ita­lia a 25 an­ni», ci spie­gò in quell’in­ter­vi­sta. «Fug­gi­vo dal­la Fran­cia, do­ve so­no na­ta, per la­sciar­mi al­le spal­le un ma­les­se­re». Qua­le fos­se quel ma­les­se­re non si sa, for­se una fra­gi­li­tà emo­ti­va che l’at­tri­ce ha sem­pre na­sco­sto die­tro una par­lan­ti­na sciol­ta, re­sa ama­bi­le da un ti­pi­co ac­cen­to che mi­schia il

«QUAN­DO LE RI­PRE­SE FI­NI­SCO­NO SEN­TO IL VUO­TO», HA DET­TO

fran­ce­se con il na­po­le­ta­no. «Scel­si Na­po­li, mi pa­re­va il po­sto più lon­ta­no ri­spet­to al­le mie ori­gi­ni». Si­cu­ra­men­te l’at­tri­ce scap­pa­va da una sto­ria fa­mi­lia­re par­ti­co­la­re. «So­no fi­glia di ge­ni­to­ri se­pa­ra­ti e me ne so­no an­da­ta di ca­sa a 16 an­ni per la­vo­ra­re nel cir­co», ha rac­con­ta­to. «Io e mio fra­tel­lo Da­vid, che ha 10 an­ni me­no di me, sia­mo fi­gli del­lo stes­so pa­dre. Quan­do ero una ra­gaz­za e lui un bam­bi­no, ci si tro­va­va la do­me­ni­ca a ca­sa di pa­pà. Io gli fa­ce­vo da zia, era­va­mo mol­to le­ga­ti. Poi, quan­do io ave­vo 25 an­ni, lui spic­cò il vo­lo nel mon­do del­la mu­si­ca e ci al­lon­ta­nam­mo». Per Na­tha­lie il di­stac­co dal fra­tel­lo fu uno strap­po mol­to for­te e for­se fu per que­sto che ma­tu­rò la de­ci­sio­ne di la­scia­re la Fran­cia e ap­pro­da­re in Ita­lia. «Mi no­tò Mau­ri­zio Costanzo per il per­so­nag­gio che in­ter­pre­ta­vo, il clo­wn», ri­cor­da. Le ospi­ta­te al Mau­ri­zio Co

stan­zo Show fu­ro­no so­lo un tram­po­li­no. «Ave­vo an­che stu­dia­to re­ci­ta­zio­ne in Fran­cia», pre­ci­sa la Guet­ta. In­som­ma, Na­tha­lie di­ven­ta una be­nia­mi­na del pub­bli­co ita­lia­no: ol­tre che in Don Mat­teo la­vo­ra con gran­di re­gi­sti co­me Cri­sti­na Co­men­ci­ni e Pu­pi Ava­ti. Re­cen­te­men­te ha an­che «fat­to pace» con il fra­tel­lo. In oc­ca­sio­ne del­la sua par­te­ci­pa­zio­ne all’ul­ti­ma edi­zio­ne di Bal­lan­do con le stel­le (do­ve si è piaz­za­ta al quin­to po­sto con il bal­le­ri­no Si­mo­ne Di Pa­squa­le), Da­vid le ha man­da­to un vi­deo di in­co­rag­gia­men­to. «Ti ho vi­sta bal­la­re», ha det­to il dj in fran­ce­se. «E ho sco­per­to che, ol­tre a es­se­re una bra­va at­tri­ce, hai an­che que­sto ta­len­to. Ma­ga­ri pros­si­ma­men­te po­trem­mo fa­re uno show in­sie­me». Il le­ga­me si è rial­lac­cia­to. «Lui, a dif­fe­ren­za mia, è una per­so­na pie­na di ot­ti­mi­smo, ha il do­no del­la fe­li­ci­tà», di­ce la Guet­ta, am­met­ten­do per l’en­ne­si­ma vol­ta di sof­fri­re for­se di una depressione mai real­men­te scon­fit­ta. «Ho con­ti­nua­to sem­pre a fug­gi­re», dis­se a Gen­te quat­tro an­ni fa. «Ma­ga­ri avrei fat­to pri­ma ad an­da­re da uno psi­chia­tra fran­ce­se». L’in­quie­tu­di­ne è sta­ta te­nu­ta a ba­da con il la­vo­ro e con le sto­rie d’amo­re, che pe­rò so­no fi­ni­te sem­pre ma­le. «Quin­di­ci an­ni pri­ma di co­no­sce­re Yudel», ci ave­va ri­ve­la­to, «ero già sta­ta spo­sa­ta con un al­tro ra­gaz­zo cu­ba­no, ma lui scap­pò do­po po­chi gior­ni».

E poi c’è il so­gno, or­mai ir­rea­liz­za­bi­le, di un fi­glio, di una famiglia, di ave­re dei ni­po­ti­ni. Un gran­de vuo­to, che Na­tha­lie pro­va a riem­pi­re con il ca­st di Don Mat­teo: è la sua famiglia di ri­pie­go. A par­te l’ado­ra­to Te­ren­ce Hill, lei è ami­ca di tut­ti. Ma a fi­ne ri­pre­se il sen­so di vuo­to au­men­ta. Al­la sua truc­ca­tri­ce dis­se: «Che co­sa pos­so fa­re ora?». E lei ri­spo­se, per sdram­ma­tiz­za­re: «Fat­ti un drink». L’epi­so­dio è sta­to rac­con­ta­to dal­la stes­sa Guet­ta. Ri­den­do. Lei ri­de sem­pre, ma il sor­ri­so è ama­ro.

Per ri­pa­ra­re a quel per­pe­tuo di­sa­gio è tor­na­ta a vi­ve­re a Pa­ri­gi. Ogni tan­to stuz­zi­ca i fan an­nun­cian­do che la­sce­rà per sem­pre il ca­st di Don Mat­teo. Ma è l’in­quie­tu­di­ne che par­la per lei. «Non è ve­ro», si è cor­ret­ta, «amo il per­so­nag­gio di Na­ta­li­na. Ma vor­rei fa­re an­che al­tre espe­rien­ze». For­se vuo­le al­tro, le ba­ste­reb­be un uo­mo che le vuo­le be­ne.

STEL­LA LUCENTISSIMA Na­tha­lie Guet­ta e Si­mo­ne Di Pa­squa­le, 40 an­ni, a Bal­lan­do con le stel­le 13: mal­gra­do esi­bi­zio­ni in­cer­te, la Guet­ta die­de spet­ta­co­lo gra­zie al­la sua sim­pa­tia.

IL RI­FU­GIO SI­CU­RO Ro­ma. Na­tha­lie con Te­ren­ce Hill, 79 an­ni, sul set di Don Mat­teo. La­vo­ra­no in­sie­me dal­la pri­ma se­rie, an­no 2000, e so­no di­ven­ta­ti gran­di ami­ci. «Lui non ha di­fet­ti», as­si­cu­ra Na­tha­lie.

QUAT­TRO AN­NI FA CI PRE­SEN­TÒ YUDEL Pa­ri­gi. Na­tha­lie Guet­ta, og­gi 60 an­ni, in due im­ma­gi­ni del ser­vi­zio esclusivo che Gen­te rea­liz­zò nel 2014 nel­la cit­tà do­ve l’at­tri­ce vi­ve­va il suo gran­de amo­re, ora finito. Qui po­sa da­van­ti a un bar­co­ne sul lun­go Sen­na. A de­stra, è con Yudel San­chez, og­gi 42, all’epo­ca suo ma­ri­to. So­no sta­ti spo­sa­ti per 5 an­ni e mez­zo.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.