AN­CHE A 78 AN­NI HO I MIEI MO­MEN­TI DI BOLLORE

A “TU SI QUE VA­LES” È LA NUO­VA RE­GI­NA. AN­DRÀ IN TOUR­NÉE IN TUT­TA ITALIA. E PUN­TA A SANREMO «PER L’UL­TI­MA VOL­TA». COL SES­SO IN­VE­CE NON VUO­LE CHIU­DE­RE: «PO­CO MA FAT­TO BE­NE»

GENTE - - La Stagione D’oro Della Zanicchi: Rinasce In Tv E - di Va­nia Crip­pa

Sa­le l’Iva. Tran­quil­li, per una vol­ta non par­lia­mo dell’im­po­sta sul va­lo­re ag­giun­to, ma di quell’Iva che tut­ti ama­no: la Za­nic­chi. Sal­go­no le quo­ta­zio­ni dell’Aqui­la di Li­gon­chio che, complice Tu si que va­les, il for­tu­na­to show del sa­ba­to se­ra di Ca­na­le 5, si fa ap­prez­za­re da un pub­bli­co che più tra­sver­sa­le di co­sì non si può: dai bam­bi­ni ai non­ni. «Ho sem­pre guar­da­to il pro­gram­ma in fa­mi­glia e so­no co­sì gra­ta a Ma­ria De Fi­lip­pi per aver­mi vo­lu­ta, è una fuo­ri­clas­se del­la Tv e mi dà mol­to spa­zio», di­ce. «Ab­bia­mo una squa­dra for­tis­si­ma di giu­ra­ti: lei, il mio ama­to Ger­ry Scot­ti, Teo Mam­mu­ca­ri, la cui co­mi­ci­tà a trat­ti mi ri­cor­da quel­la di Rai­mon­do Via­nel­lo e Ru­dy Zer­bi, gran­de esper­to di mu­si­ca. E che di­re di Be­len? Bel­la, spi­ri­to­sa, ca­pa­ce. Una sho­w­girl ve­ra, con una fal­ca­ta in­cre­di­bi­le».

La Za­nic­chi dà vo­ce al­la giu­ria po­po­la­re: «Per for­tu­na io non vo­to, per­ché ten­do a es­se­re un po’ trop­po ma­gna­ni­ma: so be­ne quan­ta fa­ti­ca e sofferenza ci so­no die­tro un’esi­bi­zio­ne e con la me­mo­ria tor­no in­die­tro al­la mia car­rie­ra...». Una car­rie­ra fan­ta­sti­ca, che l’ha por­ta­ta a in­ci­de­re in cin­que lin­gue, su tut­ti i pa­co­sce­ni­ci in­ter­na­zio­na­li, e a vin­ce­re tre vol­te Sanremo, nel 1967 con Non pen­sa­re a me, nel ‘69 con Zingara e nel ‘74

Ciao ca­ra, co­me stai?. E pro­prio l’Ari­ston è cro­ce e de­li­zia: «La po­ten­za del­la mia vo­ce,

piac­cia o me­no, è sta­ta sem­pre ri­co­no­sciu­ta. Non me la so­no mai pre­sa se un cri­ti­co ha va­lu­ta­to me­dio­cre la scel­ta di una mia can­zo­ne, ma pro­prio al Fe­sti­val ri­cor­do un giu­di­zio du­ro, che mi of­fe­se pro­fon­da­men­te, quel­lo che Be­ni­gni espres­se sul mio bra­no an­co­ra pri­ma dell’esi­bi­zio­ne». Era il 2009 e si trat­ta­va del pez­zo Ti vo­glio sen­za amo­re: «Non l’ho mai più can­ta­to». Ep­pu­re Sanremo è an­co­ra nei pro­get­ti di Iva: «Per me è co­me tor­na­re a ca­sa. Mi pia­ce­reb­be fa­re un ul­ti­mo fe­sti­val, an­che per ri­scat­to. Ho la can­zo­ne, è bel­lis­si­ma. L’ha scrit­ta Luis Ba­ca­lov po­co pri­ma di mo­ri­re. Me l’ha re­ga­la­ta».

È un pe­rio­do d’oro per la Za­nic­chi. Por­te­rà a tea­tro an­che due spet­ta­co­li. Una vi­ta

da zingara de­but­ta il 7 no­vem­bre al Bran­cac- cio di Ro­ma, per poi spo­star­si al nuovo di Milano dal 16 a 18 e in tour­née in tut­ta Italia fi­no a me­tà di­cem­bre. «Mi rac­con­te­rò in mo­do ro­cam­bo­le­sco. Dal­la na­sci­ta, av­ve­nu­ta in una stal­la, do­ve mia mam­ma era an­da­ta a mun­ge­re una muc­ca, un po’ co­me Ge­sù Bam­bi­no, fi­no al ses­so in tar­da età». A pro­po­si­to di ses­so... Pa­re ab­bia af­fer­ma­to che è una tra­ge­dia in ter­za età: si al­za la pres­sio­ne, il co­le­ste­ro­lo, e pur­trop­po nient’al­tro. «Scher­za­vo. Tutto è na­to per­ché mia ni­po­te so­stie­ne di non riu­sci­re a im­ma­gi­na­re che io pos­sa fa­re ses­so con Fau­sto [ Pin­na, suo com

pa­gno da 33 an­ni, ndr]. Le ho ri­spo­sto: “Bea­ta te, io non rie­sco nean­che a ri­cor­dar­me­lo”». Iva ri­de di gu­sto. Ma in­som­ma, qual è la ve­ri­tà? «Cer­to al­la mia età non si fa ses­so co­me da gio­va­ni, non si è at­ti­vi tut­ti i gior­ni, pe­rò guai a smet­te­re! È un fat­to na­tu­ra­le. Con­si­glio quin­di al­le si­gno­re di man­te­ner­si at­ti­ve, per­ché si può fa­re. E non ag­giun­go al­tro, ca­ra...», di­ce con un piz­zi­co di ma­li­zia.

Nel com­pi­to la Za­nic­chi è fa­ci­li­ta­ta da Fau­sto: «Lui è tan­to ca­ri­no. For­se è bu­giar­do, ma tut­ti i gior­ni mi ri­pe­te che so­no bel­la. Se gi­ro per ca­sa se­mi­nu­da, mi guar­da le gam­be ed escla­ma: “So­no me­ra­vi­glio­se”. Mi fa pia­ce­re». L’in­ter­pre­te di Te­star­da io è, in­ve­ce, me­no com­pli­men­to­sa: «Non mi rie­sce. Quan­do Fau­sto mi rim­pro­ve­ra per­ché non gli di­co ab­ba­stan­za spes­so che lo amo, io ri­spon­do: “Che pal­le!”. E quan­do mi ba­cia scap­po», ri­de an­co­ra, ir­re­si­sti­bi­le. A tea­tro Iva sa­rà an­che con

Men in Ita­ly, il pri­mo “mu­si­cal in pas­se­rel­la”, am­bien­ta­to nel mon­do del­la mo­da. Una sor­ta de

Il dia­vo­lo ve­ste Pra­da do­ve c’è da per­de­re la te­sta: sfi­la­no uo­mi­ni in in­ti­mo. «A me pia­ce il bel­lo e ap­prez­zo le bel­le crea­tu­re, ma al­la mia età ver­so quei gio­va­ni non mi può sfio­ra­re nes­sun’al­tro pen­sie­ro al di là dell'ap­prez­za­men­to ar­ti­sti­co», spie­ga. «Il mio ti­po idea­le è Jean-Paul Bel­mon­do, par­ti­co­la­re, con per­so­na­li­tà e la lu­ce ne­gli oc­chi. O Char­les Az­na­vour che era brut­to, ma sul pal­co si tra­sfor­ma­va tan­to era ca­ri­sma­ti­co». E tra Sal­vi­ni e Di Ma­io a chi of­fri­reb­be un innocente caf­fè? «A Di Ma­io, che ve­do bam­bi­no, of­fri­rei del lat­te cal­do con una spruz­za­ti­na di ca­cao, men­tre a Sal­vi­ni una bel­la grap­pa, an­che di pri­ma mat­ti­na. La reg­ge be­ne, ha grin­ta e de­ter­mi­na­zio­ne. È un gran la­vo­ra­to­re, con una mar­cia in più. Pos­so an­che non pen­sar­la co­me lui su cer­te co­se, ma sta pro­van­do a rea­liz­za­re quan­to pro­mes­so in cam­pa­gna elet­to­ra­le. Tan­to di cap­pel­lo».

QUE­STI BOYS SO­NO TUT­TI PER LEI Iva (al cen­tro in blu) con il ca­st del mu­si­cal Men in Ita­ly, che de­but­ta il 31 di­cem­bre al tea­tro Ciak di Milano. Tra gli in­ter­pre­ti Jo­na­than Ka­sha­nian (pri­mo da si­ni­stra), 37, Alex Bel­li, 35 (al­la si­ni­stra del­la Za­nic­chi), e Bian­ca Atzei, 31 (in bian­co e ne­ro).

ETER­NI FI­DAN­ZA­TI Iva Za­nic­chi, 78 an­ni, con il com­pa­gno Fau­sto Pin­na, 70. La cop­pia è le­ga­ta da 33 an­ni. «Lui ha un cuo­re d’oro. Si com­muo­ve ogni vol­ta che can­to e mi riem­pie di com­pli­men­ti», ri­ve­la. «Sia­mo mol­to af­fia­ta­ti, ma non ci spo­se­re­mo mai».

SPLENDIDA ZINGARA Tut­ta la grin­ta e la sen­sua­li­tà di Iva Za­nic­chi. Il 7 no­vem­bre la can­tan­te de­but­ta al Bran­cac­cio di Ro­ma con lo spet­ta­co­lo Una vi­ta da zingara. La sua can­zo­ne Zingara vin­se Sanremo nel 1969. Mez­zo se­co­lo do­po Iva so­gna di tor­na­re all’Ari­ston: «Ho la can­zo­ne giu­sta, scrit­ta dal gran­de Luis Ba­ca­lov po­co pri­ma di mo­ri­re». COLOSSI DI SCOR­TA Iva tra gli im­po­nen­ti Mar­tin Ca­stro­gio­van­ni, 36 an­ni (a si­ni­stra), e Ales­sio Sa­ka­ra, 37, a Tu si que va­les, for­tu­na­to show del sa­ba­to se­ra di Ca­na­le 5, in cui ha pre­so il po­sto di Ma­ra Venier.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.