CLAU­DIA 80 con lo­de!

GIOIA - - Seneparla - Guia Son­ci­ni

ra­gaz­za che op­po­ne­va un osti­na­to «Non sa vo­ler be­ne» a Mar­cel­lo Ma­stro­ian­ni che le scio­ri­na­va i suoi tor­men­ti in 8 e 1/2; e la «sver­go­gna­tis­si­ma don­na» che nei So­li­ti igno­ti usci­va di ca­sa so­lo per an­da­re al ci­mi­te­ro; e La ra­gaz­za con la va­li­gia; e la mo­glie che fa­ce­va am­mat­ti­re To­gnaz­zi nel Ma­gni­fi­co cor­nu­to. Ma, so­prat­tut­to, è sta­ta An­ge­li­ca, cioè i die­ci mi­nu­ti del Gat­to­par­do cui han­no guar­da­to spe­ran­zo­se tut­te le ra­gaz­ze con un im­pre­sen­ta­bi­le spa­zio tra gli in­ci­si­vi, e una vo­ce im­pos­si­bi­le da ad­do­me­sti­ca­re (l’ita­lia­na di Tu­ni­si non ha mai smes­so di par­la­re co­me una stra­nie­ra: han­no smes­so di dop­piar­la quand’han­no ca­pi­to che quel­la vo­ce scre­zia­ta era un van­tag­gio, mi­ca un di­fet­to). An­ge­li­ca ar­ri­va a pa­laz­zo ed è la più bat­ti­stia­na del­le sce­ne: Con­cet­ta, fi­no a quel mo­men­to de­sti­na­ta a Tan­cre­di, ve­de la pro­pria fi­ne sul vi­so del­la bu­ri­na di­ve­nu­ta bel­lis­si­ma; la mo­glie del prin­ci­pe, che si fa il segno del­la cro­ce «pri­ma di ogni ab­brac­cio» ma è una don­na di mon­do, ca­pi­sce su­bi­to che è ar­ri­va­ta la ri­vo­lu­zio­ne: «An­ge­li­ca ca­ra. Sei mol­to cam­bia­ta. E non in peg­gio». Sic­co­me Tan­cre­di è Alain De­lon, cioè uno cui per­do­ni ogni mi­to­ma­nia e bar­zel­let­ta scon­cia, per un po’ sem­bra che la sce­na del­la ce­na ser­va a far sfog­gio di lui. Ma è so­lo quan­do i rac­con­ti scon­ci fi­ni­sco­no e An­ge­li­ca ri­de in quel mo­do – osce­no, ru­mo­ro­so, fuo­ri luo­go – che è chia­ro chi sia la pro­ta­go­ni­sta. La più sel­va­ti­ca del­le da­me in cri­no­li­ne. La più ele­gan­te del­le bu­ri­ne. La più ir­re­si­sti­bi­le del­le sba­glia­te. Ora che com­pie 80 an­ni, do­me­ni­ca 15 apri­le, è im­pos­si­bi­le quan­to lo era guar­dan­do da pic­co­le i clas­si­ci del ci­ne­ma non vo­ler es­se­re quell’in­do­ma­bi­le sre­go­la­ta lì: Clau­dia Car­di­na­le.

Gas­sa­ta, ener­ge­ti­ca o (mo­de­ra­ta­men­te) al­co­li­ca: l’ul­ti­ma ten­den­za è scri­ve­re sul giub­bot­to (o sul­la T-shirt) che no­me vuoi da­re al­la tua se­te. Di sti­le. F. Fi.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.