Top 30

I PO­TEN­TI DEL­LA FI­NAN­ZA ITA­LIA­NA

GQ (Italy) - - Da Prima Pagina - TE­STO DI CA­MIL­LA CON­TI

Chi muo­ve i fili del­la fi­nan­za in Ita­lia? Ban­chie­ri, ana­li­sti, stra­te­ghi che qui fan­no da avam­po­sto al­le gran­di fr­me in­ter­na­zio­na­li op­pu­re da pon­tie­ri con i palazzi romani del­la po­li­ti­ca. Ma an­che ou­tsi­der e nuo­ve le­ve che emer­go­no dal­la trin­cea an­ti­cri­si, pron­ti a pren­de­re il co­man­do quan­do il peg­gio sa­rà pas­sa­to. Per­ché il “si­ste­ma” è cam­bia­to ri­spet­to al so­li­to sche­ma del ca­pi­ta­li­smo di re­la­zio­ne, quel­lo che nei Pae­si an­glo­sas­so­ni si chia­ma “cro­ny ca­pi­ta­li­sm” e che in Ita­lia si è tra­sfor­ma­to in un in­trec­cio di re­la­zio­ni in­ce­stuo­se.

Ora le di­men­sio­ni del mer­ca­to so­no eu­ro­pee, la con­cor­ren­za in­cal­za e non ba­sta più se­der­si nei “sa­lot­ti buo­ni” che un tem­po era­no il cro­ce­via di in­te­res­si e po­te­ri: in quei sa­lot­ti, ne­gli ul­ti­mi an­ni, si è ac­cu­mu­la­ta la pol­ve­re e, per non soc­com­be­re, è sta­ta an­che ven­du­ta gran par­te dell’ar­gen­te­ria. Og­gi con­ta chi ci met­te i sol­di: gli sher­pa del mer­ca­to, i grossi fon­di di in­ve­sti­men­to ame­ri­ca­ni, ci­ne­si o ara­bi che spo­sta­no mas­se di mi­lio­ni di eu­ro con un clic sul­la ta­stie­ra. Ma so­prat­tut­to con­ta chi fa da bus­so­la, pre­ve­de i trend eco­no­mi­ci e scan­di­sce il ritmo del­la mar­cia ver­so l’usci­ta dal tun­nel del­la cri­si.

In clas­si­fi­ca non c’è Ma­rio Dra­ghi: lui gio­ca in un al­tro campionato

GQ ha sti­la­to una clas­si­f­ca dei pri­mi 30 pro­ta­go­ni­sti del­la fnan­za tricolore. Mol­ti so­no no­mi no­ti al par­ter­re di Bor­sa e a chi se­gue da an­ni le par­ti­te più im­por­tan­ti del mer­ca­to. A in­si­dia­re la lo­ro po­si­zio­ne so­no le stelle emer­gen­ti che spes­so bril­la­no ne­gli hea­d­quar­ter lon­di­ne­si o ame­ri­ca­ni del­le gran­di ban­che d’affari e che si stan­no fa­cen­do lar­go nel­la co­mu­ni­tà fnan­zia­ria con­qui­stan­do me­da­glie sul cam­po.

Ab­bia­mo ap­po­si­ta­men­te la­scia­to fuori chi ne os­ser­va le mosse e det­ta le re­go­le del gio­co dall’olimpo di Fran­co­for­te: il presidente del­la Ban­ca Cen­tra­le Eu­ro­pea, Ma­rio Dra­ghi. Già top ma­na­ger al­la Gold­man Sa­chs, di­ret­to­re del Te­so­ro e go­ver­na­to­re del­la Ban­ca d’ita­lia, il 22 gen­na­io scor­so ha spa­ra­to un col­po di ba­zoo­ka va­lu­ta­rio per ten­ta­re di ri­lan­cia­re l’economia: più di mil­le mi­liar­di di eu­ro pron­ti da spen­de­re fno al 2016 in ti­to­li di Sta­to. È lui, dun­que, ad ave­re in ma­no le re­di­ni del­la più gran­de area mo­ne­ta­ria del mon­do e il com­pi­to di man­te­ne­re l’unità fnan­zia­ria nei 19 Pae­si dell’eu­ro­zo­na: ba­sta una sua dichiarazione per smuo­ve­re i mer­ca­ti e per con­di­zio­na­re i pia­ni dei 30 per­so­nag­gi che vi pre­sen­tia­mo nel­le pa­gi­ne se­guen­ti.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.