Sto­ria d’amo­re e di suc­ces­so in Co­sta Az­zur­ra

Un gio­co di se­du­zio­ne a Saint-tro­pez, in un’esta­te de­gli An­ni 70: da qui è na­to VI­LE­BRE­QUIN, ce­le­bre marchio di co­stu­mi da ba­gno. Non solo per surf­sti

GQ (Italy) - - Alfredo - Te­sto di LAU­RA PACELLI

È il 1971. Fred Pry­squel è se­du­to a un ta­vo­li­no del­la ter­raz­za del caf­fè Sé­né­quier, a Saint­tro­pez. Di fron­te a lui gio­va­ni ner­bo­ru­ti in slip af­fron­ta­no le on­de con la tavola da surf. Fred è di ri­tor­no da una ga­ra di au­to­mo­bi­li­smo, fa il gior­na­li­sta spor­ti­vo. Ma in quei gior­ni è suc­ces­so qual­co­sa: ha co­no­sciu­to una don­na del­la Co­sta Az­zur­ra e se ne è fol­le­men­te innamorato. L’ha rag­giun­ta, ma ora de­ve fa­re qual­co­sa per se­dur­la.

Scru­ta i sur­fi­sti, poi os­ser­va se stes­so e de­ci­de di in­ter­ve­ni­re: pren­de una pen­na e co­min­cia a di­se­gna­re sul­la to­va­glia a qua­dret­ti. A pren­de­re for­ma è un costume da ba­gno as­so­lu­ta­men­te ri­vo­lu­zio­na­rio, di­stan­te an­ni lu­ce dal clas­si­co slip da nuo­to che pe­na­liz­za i fi­si­ci me­no for­tu­na­ti come il suo. Lo fa rea­liz­za­re e an­che i sur­fi­sti co­min­cia­no a in­dos­sar­lo. È su­bi­to un suc­ces­so – de­cre­ta­to dal­la pra­ti­ci­tà e dal­la co­mo­di­tà, dai co­lo­ri e da uno sti­le de­sti­na­ti a fa­re ten­den­za – che lan­cia una nuo­va mo­da. È co­sì che da ol­tre 40 an­ni Vi­le­bre­quin ( ter­mi­ne fran­ce­se per “al­be­ro mo­to­re”) è un pun­to di ri­fe­ri­men­to in­ter­na­zio­na­le per il costume da ba­gno, an­co­ra fedele allo char­me dé­con­trac­té del­le sue ori­gi­ni tro­pé­zien­nes.

E ora an­che una col­le­zio­ne prêt-à-por­ter uo­mo e don­na

Ma dal 2012, con l’ar­ri­vo di Ro­land Her­lo­ry nel ruo­lo di am­mi­ni­stra­to­re de­le­ga­to, qual­co­sa è ul­te­rior­men­te cam­bia­to. Non solo per la sua ven­ten­na­le espe­rien­za in Hermès, quan­to per­ché «se i co­stu­mi or­mai li sap­pia­mo fa­re, ci vo­le­va qual­co­sa di nuo­vo», spie­ga. Da qui l’esten­sio­ne di una col­le­zio­ne prêt­à­por­ter uo­mo e don­na. «E an­che bam­bi­no, che ve­ste come i ge­ni­to­ri, l’or­mai clas­si­co to­tal look “Fa­ther & Son” che og­gi tutti ci co­pia­no » . Do­po l’aper­tu­ra di flag­ship sto­re da To­ri­no a Ro­ma, a ottobre ci sa­rà il lan­cio del­la col­le­zio­ne Crui­se, an­co­ra più ele­gan­te, an­co­ra più esclusiva. E que­sta vol­ta i sur­fi­sti restano a guar­da­re.

UNA LI­MI­TED EDITION CON FOTO D’AU­TO­RE

RO­LAND HER­LO­RY, AM­MI­NI­STRA­TO­RE DE­LE­GA­TO DI VI­LE­BRE­QUIN DAL 1994 VI­LE­BRE­QUIN PRO­PO­NE IL CON­CET­TO DI “FA­THER & SON”, LO STES­SO LOOK PER PA­DRE E FI­GLIO: ECCO UN NUO­VO MO­DEL­LO DEL COSTUME ICO­NA MOO­REA, PER LA PRIMAVERA- ESTA­TE 2015

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.