Io cal­co­lo il tem­po in ma­nie­ra di­ver­sa.

GQ (Italy) - - Cover Story -

VAN JO­NES: Prin­ce ha sem­pre sim­bo­leg­gia­to il dua­li­smo: sa­cro ed erotico, ne­ro e bian­co, ma­schi­le e fem­mi­ni­le e co­sì via. Da un cer­to pun­to in poi, pe­rò, la dia­let­ti­ca più im­por­tan­te nel­la sua vi­ta è di­ven­ta­ta quel­la tra uma­no e di­vi­no, tra la sua fe­de re­li­gio­sa e le sue pre­oc­cu­pa­zio­ni po­li­ti­che e uma­ni­ta­rie. I te­sti­mo­ni di Geo­va non era­no tan­to con­ten­ti del fat­to che lui si pro­nun­cias­se su que­sti te­mi, ma per lui era im­por­tan­te, per­ciò era im­pe­gna­to in un con­ti­nuo eser­ci­zio di equi­li­bri­smo.

CHAKA KHAN ( can­tan­te): Da un la­to, sem­bra­va di­ven­ta­to un po’ più pa­ra­noi­co; dall’al­tro, era si­cu­ra­men­te più uma­no. Si in­vec­chia e si di­ven­ta più sag­gi, si ca­pi­sce cos’è il sen­so co­mu­ne, in che mo­do sia­mo tut­ti col­le­ga­ti, tut­ti par­te di un che di uni­ta­rio. Sem­bra­va es­se­re ar­ri­va­to a que­sto ti­po di ri­co­no­sci­men­to, nel­la vi­ta. Que­sta co­sa mi ren­de­va mol­to fe­li­ce.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.