L’ELE­GAN­ZA HA SPAL­LE LARGHE

Po­ten­za Grand Che­ro­kee e sti­le Wran­gler: ab­bia­mo pro­va­to il Com­pass, SUV com­pat­to di Jeep

GQ (Italy) - - Passion / Motors - Te­sto di GIO­VAN­NI AUDIFFREDI Fo­to di GIAN­NI MAZZOTTA

Si chia­ma­va An­ky­lo­sau­rus. Ha vis­su­to nel Nord Ame­ri­ca più di 60 mi­lio­ni di an­ni fa. Ap­par­te­ne­va al­la fa­mi­glia dei di­no­sau­ri con la co­raz­za, che ac­cen­do­no la fan­ta­sia dei bam­bi­ni per la lo­ro ir­ruen­za. Ec­co, il pro­fi­lo roc­cio­so, il mu­so bat­ta­glie­ro con le ico­ni­che set­te fe­ri­to­ie e lo sguar­do ra­pa­ce del­la nuo­va Jeep Com­pass, ri­cor­da que­sto be­stio­ne da 6 ton­nel­la­te. Pe­rò l’aspet­to mu­sco­la­re non è af­fat­to toz­zo, an­zi: l’au­to ha una li­nea che cor­re la­te­ral­men­te dal cru­scot­to al por­ta ba­ga­gli (che può ar­ri­va­re a 438 li­tri di ca­pien­za) in­cor­ni­cian­do la Com­pass e trac­cian­do una fi­sio­no­mia ele­gan­te con slan­cio fron­ta­le e so­ste­gno po­ste­rio­re.

La scoc­ca è un gio­co di tra­pe­zi: quel­li qua­si equi­la­te­ri dei pas­sa­ruo­te e quel­lo più al­lun­ga­to ad an­go­li acu­ti del­la par­te su­pe­rio­re. Non è so­lo un gio­co este­ti­co, ma la fu­sio­ne di due sti­li: il pri­mo de­ri­va di­ret­ta­men­te dal­la Jeep Wran­gler, il se­con­do dal­la Jeep Grand Che­ro­kee. Que­sta dop­pia ani­ma ca­rat­te­riz­za tut­to il pro­get­to del­la nuo­va Com­pass, che ab­bia­mo pro­va­to sul­la pa­no-

ra­mi­ca che dal cen­tro di Li­sbo­na rag­giun­ge il par­co del San­tuá­rio da Pe­ni­n­ha, pas­san­do da Esto­ril e lam­ben­do Ca­scais. Per di­men­sio­ni (lun­ghez­za 4,3 me­tri) e mo­to­re (era­va­mo a bor­do del 140 ca­val­li con cam­bio ma­nua­le a sei mar­ce, ma si può sa­li­re al ben­zi­na Mul­tiair 2 da 170 ca­val­li con cam­bio au­to­ma­ti­co a no­ve mar­ce, che ha mol­to più sen­so su una vet­tu­ra di que­sta ca­te­go­ria), la Com­pass si de­streg­gia bene in cit­tà, è sor­nio­na e si­cu­ra in au­to­stra­da, spri­gio­na la sua for­za e la sua vo­ca­zio­ne na­tu­ra­le nel fuo­ri­stra­da, do­ve è un’as­so­lu­ta, di­ver­ten­te cer­tez­za.

Ha un ser­vo­ster­zo elet­tri­co mol­to pia­ce­vo­le con si­ste­ma Dy­na­mic Stee­ring Tor­que, (mi­glio­ra la si­cu­rez­za di gui­da con cor­re­zio­ni at­ti­ve e con­trol­la in au­to­ma­ti­co il so­vra­ster­zo su fon­di con scar­sa ade­ren­za). L’off-road è ga­ran­ti­to dai si­ste­mi Jeep Ac­ti­ve Dri­ve e Ac­ti­ve Dri­ve Low, prov­vi­sti di con­trol­lo del­la tra­zio­ne Se­lec-ter­rain che per­met­te al gui­da­to­re di se­le­zio­na­re quat­tro im­po­sta­zio­ni per­so­na­liz­za­te: Au­to, Snow, Sand e Mud (la mi­glio­re su ter­re­ni ac­ci­den­ta­ti).

De­sti­na­ta a un uo­mo ac­ti­ve, la Com­pass è un’au­to che si pre­sta bene a una di­men­sio­ne fa­mi­lia­re. Se l’este­ti­ca este­rio­re vi­ra più ver­so l’al­to di gam­ma, bi­so­gna ave­re un gu­sto “ve­ry Jeep”, ov­ve­ro coun­try chic, per ap­prez­za­re il de­si­gn e le fi­ni­tu­re de­gli in­ter­ni che non so­no sem­pre co­sì ben pen­sa­ti (in­cre­di­bi­le che non ci sia un al­log­gia­men­to per lo smar­th­pho­ne, a fron­te di una pre­sa USB, in­cor­ni­cia­ta ad­di­rit­tu­ra a la­to del cam­bio). Pe­rò il tet­to pa­no­ra­mi­co, apri­bi­le in due se­zio­ni, è uno spet­ta­co­lo. Nel com­ples­so è so­prat­tut­to un pro­dot­to con un ot­ti­mo rap­por­to qua­li­tà-prez­zo.

La Jeep Com­pass si col­lo­ca nel seg­men­to dei SUV com­pat­ti, un mer­ca­to che con­ta già più di 6,3 mi­lio­ni di vei­co­li l’an­no a li­vel­lo glo­ba­le: gli ana­li­sti pre­ve­do­no una cre­sci­ta del 20% en­tro il 2020

Nell’abi­ta­co­lo lo sguar­do va ai si­ste­mi di in­trat­te­ni­men­to e di gui­da, il cui de­si­gn è ispi­ra­to al ca­schet­to pro­tet­ti­vo dei pu­gi­li

La Com­pass è il pri­mo SUV Jeep con i nuo­vi si­ste­mi Ucon­nect 5.0, 7.0 e 8.4 NAV (tou­ch­screen HD) con fun­zio­ni di in­trat­te­ni­men­to e na­vi­ga­zio­ne per mi­glio­ra­re gui­da e com­fort dei pas­seg­ge­ri

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.