La Giun­ta ri­par­te «Cri­si al­le spal­le»

Il Gazzetino (Venezia) - - Venezia Mestre - Me­lo­dy Fu­sa­ro

Il Pat? Non c'en­tra. Per il sin­da­co di Noale Pa­tri­zia An­dreot­ti quel­lo de "La For­za dei Noa­le­si" è sta­to un at­to di rot­tu­ra ver­so gli al­tri due grup­pi di mag­gio­ran­za. «Un ge­sto che mi ha fe­ri­ta an­che a li­vel­lo per­so­na­le. Ma io non ac­cet­to al­cun brac­cio di fer­ro né at­teg­gia­men­ti di mi­nac­cia, ed è per que­sto che so­no ar­ri­va­ta al­la de­ci­sio­ne di to­glie­re le de­le­ghe all'as­ses­so­re (ester­no, ndr) An­drea Muf­fa­to, che non ha col­to la ne­ces­si­tà di con­di­vi­de­re il pro­get­to». Do­po il "gio­ve­dì ne­ro" (il 28 lu­glio scor­so) e lo scos­so­ne che ha aper­to la "mez­za cri­si" di mag­gio­ran­za, toc­ca a lei par­la­re.

La spac­ca­tu­ra sul Pat in con­si­glio co­mu­na­le è sta­ta un ful­mi­ne a ciel se­re­no. Con i suoi as­ses­so­ri, Li­dia Maz­zet­to e Ales­san­dra Di­ni, e il ca­po­grup­po di Im­pe­gno Co­mu­ne Ric­car­do Ca­nil, con­fer­ma in­fat­ti che nel­le com­mis­sio­ni in cui se ne era di­scus­so non era ar­ri­va­to al­cun se­gna­le di «sof­fe­ren­za». «Al­tri­men­ti lo avrei ri­ti­ra­to e ne avrem­mo par­la­to - spie­ga il sin­da­co -. E in­ve­ce la de­ci­sio­ne è ar­ri­va­ta a sor­pre­sa e di­ret­ta­men­te in con­si­glio. E, quel che è peg­gio, do­po due an­ni di gran­di ri­sul­ta­ti su tut­ti i fron­ti. È sta­to que­sto a far­mi ar­rab­bia­re e a spin­ger­mi a scel­te for­ti, con­sa­pe­vo­le che il ri­schio sa­reb­be sta­to quel­lo di far fra­na­re la mag­gio­ran­za e di tor­nar­me­ne a ca­sa. Ma se riu­scia­mo a con­di­vi­de­re un pro­get­to, nel ri­spet­to dei ruo­li as­sun­ti da cia­scu­no, be­ne. Al­tri­men­ti si met­te a ri­schio l'ef­fi­cien­za dell'am­mi­ni­stra­zio­ne». E se il Pat è so­lo un espe­dien­te, la con­vin­zio­ne del sin­da­co è che sot­to ci sia­no «mo­vi­men­ti e spin­te po­li­ti­che a li­vel­lo na­zio­na­le». «Ma que­sto or­mai è un pro­ble­ma in­ter­no del lo­ro grup­po, con cui noi re­stia­mo pron­ti a dia­lo­ga­re, nel ri­spet­to de­gli im­pe­gni pre­si con i cit­ta­di­ni». La mag­gio­ran­za, in­fat­ti, è ri­si­ca­ta ma c'è. E gra­zie al­la scel­ta del­la con­si­glie­ra An­na­ma­ria To­sat­to di stac­car­si da "La For­za dei Noa­le­si" per en­tra­re nel Mi­sto e poi con l'an­nun­cio dell'as­ses­so­re An­drea Ri­go (sem­pre de "La For­za dei Noa­le­si") di vo­ler con­fer­ma­re la fi­du­cia nel pro­get­to ini­zia­to nel 2014, si può con­ta­re sul­la sta­bi­li­tà per i pros­si­mi tre an­ni.

«An­che dal re­sto del grup­po aspet­tia­mo an­co­ra una co­mu­ni­ca­zio­ne uf­fi­cia­le com­men­ta An­dreot­ti -. Da par­te mia la fi­du­cia non è mai man­ca­ta e ap­prez­zo la se­rie­tà di Ri­go. E da par­te no­stra la por­ta re­sta aper­ta an­che a Fran­ce­sco De Mar­chi e Ka­tia Va­lot­to. De­ci­de­ran­no. Se do­po due an­ni ab­bia­mo su­pe­ra­to una cri­si vuol di­re che que­sta mag­gio­ran­za può fa­re gran­di co­se. Di que­sta espe­rien­za ap­pro­fit­te­re­mo per mo­di­fi­ca­re qual­che aspet­to di re­la­zio­ne e co­mu­ni­ca­zio­ne». Le de­le­ghe di Muf­fa­to, per ora, re­sta­no in ma­no al sin­da­co. «In que­sti me­si i cit­ta­di­ni ci han­no chie­sto di non mol­la­re - con­clu­de il vi­ce­sin­da­co Maz­zet­to -. E noi vo­glia­mo pen­sa­re che que­sto in­top­po sia cau­sa­to da una svi­sta e dall'ine­spe­rien­za di al­cu­ni con­si­glie­ri».

MA­NO TE­SA «La por­ta re­sta aper­ta per De Mar­chi e Va­lot­to»

MAG­GIO­RAN­ZA

RI­SI­CA­TA La sin­da­ca

Pa­tri­zia An­dreot­ti du­ran­te la con­fe­ren­za stam­pa di ie­ri; 2 con­si­glie­ri han­no la­scia­to la mag­gio­ran­za

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.