Se la Rag­gi è il nuo­vo che avan­za nu­tro per­ples­si­tà e pre­oc­cu­pa­zio­ne

Il Gazzetino (Venezia) - - Lettere & Opinioni - RO­BER­TO PAPETTI

Egre­gio di­ret­to­re,

Ve­do un at­tac­co al­la Rag­gi che mi sem­bra in­te­res­sa­to più che com­pren­si­bi­le. Par­lia­mo del­la 'can­di­da­tu­ra' di Ro­ma al­le olimpiadi. So­no fa­vo­re­vo­le al­le olimpiadi in Ita­lia ma non so­no per nul­la si­cu­ro che sia po­si­ti­vo far­le a Ro­ma. Ci so­no me­ga ope­re in­com­piu­te, ci so­no im­mon­di­zie pe­ren­ne­men­te sul­le stra­de, ci so­no fur­ti a ri­pe­ti­zio­ne che ri­man­go­no im­pu­ni­ti. Non è il ca­so pri­ma di cu­ra­re l'im­ma­gi­ne di que­sta cit­tà pri­ma di far ve­de­re a tut­to il mon­do i li­mi­ti e le pec­che di cui sia­mo af­flit­ti? Per­ché non ri­flet­tia­mo su co­me han­no ri­dot­to Ro­ma i va­ri sin­da­ci suc­ce­du­ti­si in­ve­ce di ac­cu­sa­re la Rag­gi di es­se­re suc­cu­be di Gril­lo sen­za sot­to­li­nea­re che in cam­pa­gna elet­to­ra­le lo ha sem­pre so­ste­nu­to? Vo­glia­mo pro­prio pre­mia­re chi di­ce una co­sa in cam­pa­gna elet­to­ra­le per fa­re poi esat­ta­men­te il con­tra­rio co­me fan­no quei po­li­ti­ci che cri­ti­chia­mo in con­ti­nua­zio­ne? Un po' di coe­ren­za non gua­ste­reb­be. Que­sto non si­gni­fi­ca un no a prio­ri. E sot­to­li­neo che par­lia­mo sem­pre di can­di­da­tu­ra e non di olimpiadi.

Fran­co Da­ni

Si­lea (Tv) Ca­ro let­to­re, non ci so­no dub­bi che Ro­ma sia sta­ta am­mi­ni­stra­ta in mo­do di­sa­stro­so e che pro­prio per que­sto i cit­ta­di­ni del­la ca­pi­ta­le han­no pre­mia­to il Mo­vi­men­to 5 Stel­le, in­di­vi­duan­do in que­sta for­za po­li­ti­ca una pos­si­bi­le al­ter­na­ti­va. Ma il pun­to è pro­prio que­sto: la Rag­gi in 100 gior­ni non è nep­pu­re sta­ta in gra­do di for­ma­re la giun­ta e l'uni­ca co­sa che è riu­sci­ta a fa­re e di­re no al­le Olimpiadi do­po aver ba­rat­ta­to que­sta scel­ta con Gril­lo che, in

ca­so con­tra­rio, non gli avreb­be ga­ran­ti­to il suo de­ci­si­vo ap­pog­gio. Non si trat­ta di aver no­stal­gia del pas­sa­to, ma di es­se­re scon­cer­ta­ti dal pre­sen­te. Sa­reb­be que­sta l'al­ter­na­ti­va? Sa­reb­be que­sto il nuo­vo che avan­za? Sa­reb­be­ro que­ste le pro­ve ge­ne­ra­li di una nuo­va clas­se che si can­di­da a go­ver­na­re il no­stro Pae­se? Da cit­ta­di­no mi per­met­to di nu­tri­re più di qual­che per­ples­si­tà. E di espri­me­re la mia pre­oc­cu­pa­zio­ne. Esat­ta­men­te co­me avrei fat­to an­che se Vir­gi­nia Rag­gi fos­se sta­ta espres­sio­ne non del Mo­vi­men­to 5 Stel­le ma di qual­sia­si al­tro par­ti­to.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.