«Po­sti­no mi­nac­cia­to, ora ba­sta»

La Ci­sl: «La con­se­gna a gior­ni al­ter­ni esa­spe­ra i cit­ta­di­ni. Si va ver­so lo scio­pe­ro»

Il Gazzetino (Venezia) - - Riviera del Brenta - Me­lo­dy Fu­sa­ro

Ti fer­mi per im­bu­ca­re una let­te­ra e tro­vi il pro­prie­ta­rio di ca­sa fer­mo, a brac­cia in­cro­cia­te, da­van­ti al­la cas­set­ta del­la po­sta. Ed è im­bu­fa­li­to.

A det­ta dei sin­da­ca­ti ca­si si­mi­li so­no sem­pre più fre­quen­ti nel Ve­ne­zia­no, e in par­ti­co­la­re nel­le zo­ne in cui è par­ti­ta la con­se­gna a gior­ni al­ter­ni. Di re­cen­te pe­rò la rab­bia avreb­be fat­to per­de­re il con­trol­lo a un re­si­den­te del­la pe­ri­fe­ria di Mi­ra. «Un por­ta­let­te­re è sta­to ag­gre­di­to ver­bal­men­te e mi­nac­cia­to - as­si­cu­ra Mar­co Pen­zo del­la Ci­sl Po­ste -. L'uten­te lo in­col­pa­va dei ri­tar­di che gli avreb­be­ro cau­sa­to pro­ble­mi con le bol­let­te, ri­ce­vu­te quan­do era­no già sca­du­te». Il po­sti­no, quin­di, sa­reb­be riu­sci­to a con­vin­cer­lo a ri­vol­ger­si all'azien­da.

«Ma non è l'uni­co ca­so ag­giun­ge il sin­da­ca­li­sta Pen­zo -: so­no sem­pre più le fa­mi­glie ar­rab­bia­te nel­la zo­na del Mi­ra­ne­se e del­la Ri­vie­ra del Bren­ta, in cui lu­ne­dì 12 set­tem­bre è par­ti­to il nuo­vo si­ste­ma di con­se­gna. Il pro­ble­ma è che i po­sti­ni or­mai non so­no più in gra­do di ge­sti­re la mon­ta­gna di po­sta ac­cu­mu­la­ta, rie­sco­no a por­ta­re so­lo quel­la a fir­ma men­tre la po­sta or­di­na­ria re­sta in gia­cen­za ne­gli uf­fi­ci. E poi van­no di fret­ta, per riu­sci­re a fi­ni­re il la­vo­ro in tem­po, e gli in­for­tu­ni so­no sem­pre più fre­quen­ti». Il ca­so li­mi­te a Bo­jon. «En­tram­bi i po­sti­ni del cen­tro so­no ri­ma­sti coin­vol­ti in in­ci­den­ti con­ti­nua Pen­zo -. Uno si è scon­tra­to con un'au­to­mo­bi­le e l'al­tro è sci­vo­la­to. E tut­ti e due du­ran­te l'ora­rio di ser­vi­zio. Se­con­do noi è col­pa del­la fret­ta. Stan­no tut­ti la­vo­ran­do sot­to pres­sio­ne, an­che agli spor­tel­li e nel set­to­re com­mer­cia­le». La con­se­gna a gior­ni al­ter­ni è par­ti­ta dap­pri­ma nel Por­to­grua­re­se e nel­la zo­na del li­to­ra­le. E dal­la scor­sa set­ti­ma­na ha coin­vol­to an­che qua­si tut­ti i co­mu­ni del­la Ri­vie­ra e del Mi­ra­ne­se, ma an­che Chiog­gia e Ca­var­ze­re, do­ve il sin­da­ca­to se­gna­la di­sa­gi e una si­tua­zio­ne che sta di­ven­tan­do in­so­ste­ni­bi­le. «Il Par­la­men­to Eu­ro­peo ha boc­cia­to il re­ca­pi­to a gior­ni al­ter­ni e noi ab­bia­mo chie­sto all'azien­da Po­ste di fer­mar­si e ra­gio­na­re su un pro­get­to che si è di­mo­stra­to to­tal­men­te ina­de­gua­to. Or­mai nel­la provincia di Ve­ne­zia la si­tua­zio­ne non è più ge­sti­bi­le. La mo­bi­li­ta­zio­ne ge­ne­ra­le è ini­zia­ta e nei pros­si­mi gior­ni par­ti­ran­no le as­sem­blee in tut­ta la provincia: an­dre­mo avan­ti a gran­di pas­si ver­so lo scio­pe­ro ge­ne­ra­le».

L’AL­TRO PRO­BLE­MA «Sem­pre più fre­quen­ti

an­che gli in­for­tu­ni»

LA PRO­TE­STA

Di­pen­den­ti del­le Po­ste a Me­stre du­ran­te

una re­cen­te ma­ni­fe­sta­zio­ne

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.