Fur­go­ne e bus, ris­sa tra au­ti­sti

Il con­du­cen­te Actv è sce­so dal mez­zo, vio­len­to al­ter­co e ver­sio­ni di­scor­dan­ti. In­ter­ven­to dei ca­ra­bi­nie­ri

Il Gazzetino (Venezia) - - Miranese - Ni­co­la De Ros­si

Al­tro au­ti­sta Actv pro­ta­go­ni­sta di un fat­to di cro­na­ca do­po le ag­gres­sio­ni av­ve­nu­te nei me­si scor­si. Ma sta­vol­ta si trat­te­reb­be di una fu­ri­bon­da li­te in cui en­tram­bi i pro­ta­go­ni­sti ci han­no mes­so del lo­ro. È suc­ces­so mer­co­le­dì al­le 19.30 in piaz­za IV No­vem­bre, in cen­tro a Maer­ne. Ad ac­cen­de­re la mic­cia, que­stio­ni di parcheggio. Un ar­ti­gia­no 40en­ne del po­sto ave­va la­scia­to il fur­go­ne in di­vie­to di so­sta da­van­ti al suo ne­go­zio, oc­cu­pan­do la piaz­zo­la per la fer­ma­ta del bus ac­can­to al­la chie­sa. L'au­ti­sta del 21 par­ti­to da Me­stre al­le 19.01 si è spa­zien­ti­to: non sa­reb­be sta­ta la pri­ma vol­ta che quel fur­go­ne ostrui­va quel­lo spa­zio, «che è ri­ser­va­to agli au­to­bus. Ho do­vu­to far scen­de­re i pas­seg­ge­ri dal­la por­ta an­te­rio­re an­zi­ché da quel­la cen­tra­le» ha poi spie­ga­to il con­du­cen­te, di Cam­po­lon­go. Il qua­le ha suo­na­to il clac­son in­vi­tan­do l'idrau­li­co a spo­sta­re il fur­go­ne: ne è na­ta una di­scus­sio­ne e so­no vo­la­te pa­ro­le gros­se. Al pun­to che l'au­ti­sta è sce­so, ha fer­ma­to la cor­sa e chia­ma­to il 112. Co­sì fa­cen­do, con l'au­to­bus fer­mo lun­go tut­ta la piaz­zo­la, ha chiu­so l'usci­ta al vei­co­lo dell'ar­ti­gia­no, che do­ve­va rin­ca­sa­re, e la di­scus­sio­ne è de­ge­ne­ra­ta. «So­no sta­to ag­gre­di­to. Il ti­zio mi ha strat­to­na­to e mes­so le ma­ni ad­dos­so. Fa­cen­do re­tro­mar­cia col fur­go­ne per an­dar­se­ne mi ha ur­ta­to e but­ta­to per ter­ra e poi mi ha an­che tra­sci­na­to sul mar­cia­pie­de. So­no pie­no di abra­sio­ni», ha ac­cu­sa­to l'au­ti­sta che si è re­ca­to an­che al Pron­to Soc­cor­so per far­si re­fer­ta­re, scor­ta­to dai vo­lon­ta­ri dell'as­so­cia­zio­ne Na­zio­na­le Ca­ra­bi­nie­ri, su­bi­to al­ler­ta­ti, che svol­go­no per Actv il ser­vi­zio di vi­gi­lan­za sui mez­zi pub­bli­ci. «Ma qua­le in­ve­sti­to! L'han­no vi­sto tut­ti che non l'ho nean­che toc­ca­to: è sta­to lui a but­tar­si per ter­ra per non far­mi an­da­re via», ha obiet­ta­to l'idrau­li­co, rac­con­tan­do un'al­tra sto­ria. Prov­vi­den­zia­le l'ar­ri­vo dei ca­ra­bi­nie­ri di Me­stre, che han­no ri­por­ta­to la cal­ma e rac­col­to le ver­sio­ni di­scor­dan­ti dei fat­ti, ascol­tan­do an­che i va­ri te­sti­mo­ni: il di­ver­bio ha ri­chia­ma­to un ca­pan­nel­lo di gen­te e an­che crea­to di­sa­gi al traf­fi­co. A fa­re le spe­se dell'as­sur­da vi­cen­da i 7-8 pas­seg­ge­ri che si tro­va­va­no nel 21 e che han­no do­vu­to aspet­ta­re la cor­sa suc­ces­si­va: qual­cu­no di lo­ro ha an­che im­mor­ta­la­to col te­le­fo­ni­no tut­ta la sce­na.

La fer­ma­ta Actv

del cen­tro di Maer­ne in cui ie­ri se­ra si è ve­ri­fi­ca­to il vio­len­to epi­so­dio

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.