Ve­ne­zia, pro­ve di fu­ga con­tro il Lu­mez­za­ne

Il Gazzetino (Venezia) - - Sanmichelecaorleportogruaro - Mar­co De Laz­za­ri

«Noi in cam­po e il pub­bli­co su­gli spal­ti, un cor­po uni­co per por­ta­re in­sie­me il Ve­ne­zia sem­pre più in al­to». È una ri­cet­ta sem­pli­ce quel­la sug­ge­ri­ta da Vittorio Fa­bris, uno dei tan­ti vol­ti nuo­vi del team aran­cio­ne­ro­ver­de - og­gi al Pen­zo op­po­sto al Lu­mez­za­ne (ore 16.30) - su­bi­to tra i più ap­prez­za­ti per le sue do­ti di dut­ti­li­tà e cor­sa sul­la fa­scia de­stra. Non a ca­so mi­ster In­za­ghi di lui si li­mi­ta a di­re «Lui può co­prir­mi tut­ti i ruo­li, da ester­no di­fen­si­vo a ter­zo at­tac­can­te». Og­gi ad ogni mo­do la sen­sa­zio­ne è che il 23en­ne di Aso­lo sa­rà re­go­lar­men­te in li­nea con i cen­tro­cam­pi­sti, an­che se è pre­su­mi­bi­le che l'idea dar­gli in con­se­gna fin dal fi­schio d'ini­zio tut­ta la fa­scia stuz­zi­chi non po­co il tec­ni­co la­gu­na­re.

«Sa­ba­to scor­so ad An­co­na in ef­fet­ti ho fi­ni­to da ter­zi­no, ma d'al­tra par­te chi po­te­va aspet­tar­si di fi­ni­re in ot­to, a me per­so­nal­men­te era ca­pi­to di gio­ca­re in 10 qua­si tut­ti i 90', ,a con tre uo­mi­ni in me­no non mi era mai suc­ces­so pri­ma - ci scher­za su il nu­me­ro 24 la­gu­na­re -. Pro­prio con­si­de­ran­do que­sta «par­ti­co­la­ri­tà» è sta­to un bel se­gna­le quel­lo di aver por­ta­to via da An­co­na i tre pun­ti».

Il gol Mar­su­ra ha lan­cia­to il Ve­ne­zia da so­lo in vet­ta al gi­ro­ne B. «Il pri­ma­to ci dà ca­ri­ca, vo­glia e ci re­spon­sa­bi­liz­za ul­te­rior­men­te, pe­rò dal mio pun­to di vi­sta cre­do sia più im­por­tan­te sot­to­li­nea­re il «co­me» ab­bia­mo con­qui­sta­to 7 pun­ti in tre ga­re, rav­vi­ci­na­te e con due tra­sfer­te com­pre­sa quel­la di Par­ma. Co­sì sì au­men­ta la con­sa­pe­vo­lez­za di sè. Le no­te po­si­ti­ve so­no tan­te ma già pas­sa­te, ne ser­vo­no su­bi­to di nuo­ve, e sul pia­no di­sci­pli­na­re dob­bia­mo di­mo­stra­re di aver ca­pi­to la le­zio­ne non ca­den­do più nel­le provocazioni».

In ef­fet­ti og­gi man­che­ran­no per squa­li­fi­ca Bal­dan­zed­du, Ga­ro­fa­lo e Mo­reo, con que­st'ul­ti­mo che sa­rà l'uni­co a tor­na­re a di­spo­si­zio­ne tra una set­ti­ma­na a Por­de­no­ne.

«Il Lu­mez­za­ne sa­rà un clien­te sco­mo­do, co­no­sco be­ne o ma­le tut­ti i gio­ca­to­ri da av­ver­sa­rie, so che pos­so­no far ma­le nel­le ri­par­ten­ze e do­vre­mo es­se­re bra­vi a non la­scia­re trop­po cam­po. Do­po gli anni di Sa­lò per me è sta­ta una pia­ce­vo­le sco­per­ta un Pen­zo ab­ba­stan­za pie­no: so­no si­cu­ro che la squa­dra e i ti­fo­si pos­so­no cre­sce­re a brac­cet­to tra­sci­nan­do­si re­ci­pro­ca­men­te».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.