Cin­que­stel­le, la ri­vo­lu­zio­ne del luo­go co­mu­ne L'

Il Gazzetino (Venezia) - - Economia Finanza - DI MA­RIO AJEL­LO

avreb­be­ro po­tu­to rac­con­ta­re due gran­di scrit­to­ri l'even­to po­li­ti­co di que­ste ore, os­sia la su­per-fe­sta di par­ti­to M5S che si svol­ge a Pa­ler­mo. In cui i gril­li­ni cer­ca­no di ri­crea­re una uni­tà tra di lo­ro, or­mai im­pos­si­bi­le. Vi­ta­lia­no Bran­ca­ti, che era si­ci­lia­no, scris­se: "La no­stra so­cie­tà è qua­si sem­pre con­for­mi­sta ma in mo­do par­ti­co­la­re quan­do si at­teg­gia a ri­vo­lu­zio­na­ria. Le rivoluzioni con­si­sto­no in un col­po di ma­no per met­te­re sul tro­no un nuo­vo Luo­go Co­mu­ne". Qui il luo­go co­mu­ne prin­ci­pa­le è che è tut­ta col­pa del­la vec­chia po­li­ti­ca. L'al­tro è che "la car­ne uc­ci­de" (gril­li­ni cor­ren­te ve­ga­na), che ser­ve la "de­cre­sci­ta fe­li­ce", che con la bi­ci si con­qui­sta il mon­do (ma do­ve aver­lo pre­so che co­sa ci si fa? Lo si ri­du­ce co­me il Cam­pi­do­glio?) e pa­dre so­le e so­rel­la lu­na ..... Ma si di­ver­to­no i gril­li­ni in fe­sta, in­neg­gian­do all'"uni­tà-uni­tà-uni­ta" che ri­suo­na più for­te del clas­si­co "one­stà-one­stà-one­stà". Un al­tro scrit­to­re, Al­ber­to Mo­ra­via, di­reb­be lo­ro: "La po­li­ti­ca è la ricerca del pos­si­bi­le, del com­pro­mes­so, del re­la­ti­vo. Quan­do la po­li­ti­ca si pro­ten­de ver­so la ricerca dell'as­so­lu­to, di­ven­ta qual­co­sa di este­tiz­zan­te, di fi­dei­sti­co o di com­pia­ciu­to". Ed è co­me se da las­sù Mo­ra­via stia ve­den­do que­sta sa­gra sul pra­to­ne di Pa­ler­mo.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.