Una raf­fi­ca di fur­ti in zo­na Ter­ra­glio

Il Gazzetino (Venezia) - - Mestre - Al­vi­se Spe­ran­dio

Un fur­to do­po l'al­tro, al­la Fa­vo­ri­ta è al­lar­me cri­mi­na­li­tà. So­lo nell'ul­ti­ma set­ti­ma­na, cin­que fa­mi­glie han­no su­bì­to l'in­cur­sio­ne dei la­dri: in via Ni­gra, via Ter­ra­gliet­to, via Mar­sa­la, via Quar­to e, da ul­ti­mo l'al­tra se­ra, in via Me­not­ti. La vo­ce non ci ha mes­so mol­to a cir­co­la­re nel quar­tie­re e ie­ri nei ne­go­zi e nel­la bi­blio­te­ca del cen­tro ci­vi­co non si par­la­va d'al­tro tra la gen­te che si co­no­sce un pò tut­ta ed è abi­tua­ta a con­di­vi­de­re la quo­ti­dia­ni­tà. Cre­sce la pre­oc­cu­pa­zio­ne che all'opera ci sia una ban­da or­ga­niz­za­ta an­che per­ché, d'al­tra par­te, un con­to è un epi­so­dio iso­la­to, un al­tro è che si ri­pe­ta co­sì tan­to nell'ar­co di po­chi gior­ni. Qual­che set­ti­ma­na fa al­cu­ni mal­vi­ven­ti ave­va­no fat­to vi­si­ta an­che al bar del­la Po­li­spor­ti­va Ter­ra­glio che ogni gior­no è fre­quen­ta­ta da cen­ti­na­ia di per­so­ne e rap­pre­sen­ta un pre­si­dio sul ter­ri­to­rio. Co­me pri­ma ini­zia­ti­va i re­si­den­ti si so­no mes­si in con­tat­to sul cel­lu­la­re tra­mi­te Wha­tsapp per scam­biar­si le in­for­ma­zio­ni e gli ag­gior­na­men­ti e, per­ché no, dar­si re­ci­pro­ca­men­te una ma­no in caso di emer­gen­za. «A bre­ve l'as­so­cia­zio­ne Ter­ra­glio e Din­tor­ni con­vo­che­rà un'as­sem­blea per ca­pi­re co­me fron­teg­gia­re que­sta si­tua­zio­ne. Un'ipo­te­si mol­to con­cre­ta è la crea­zio­ne di un grup­po di con­trol­lo di vi­ci­na­to che il sin­da­co Lui­gi Bru­gna­ro sta in­cen­ti­van­do e sta ri­ce­ven­do im­por­tan­ti ri­scon­tri in al­tre zo­ne del­la città. Ci ave­va­mo pen­sa­to qual­che tem­po fa, ades­so è pro­ba­bi­le che si deb­ba pas­sa­re ai fat­ti», an­nun­cia An­ge­lo Pi­stil­li, pre­si­den­te del Co­cit (il Co­mi­ta­to con­tro l'in­qui­na­men­to da tan­gen­zia­le) che da sem­pre si spen­de per la vi­vi­bi­li­tà di quel­lo che è l'ul­ti­mo lem­bo del ter­ri­to­rio co­mu­na­le. «Con­tem­po­ra­nea­men­te as­si­stia­mo a un ri­tor­no si­gni­fi­ca­ti­vo del­la pro­sti­tu­zio­ne, con pre­sen­ze sul­la stra­da che fi­no­ra non si era­no vi­ste e for­se an­che que­sto è un se­gna­le del cam­bia­men­to in at­to che po­treb­be es­se­re col­le­ga­to agli stes­si fur­ti - pro­se­gue Pi­stil­li - La po­li­zia in­ter­vie­ne, ma spes­so ar­ri­va tar­di: chie­dia­mo al­la Que­stu­ra che di fron­te ai fat­ti al­lar­man­ti dell'ul­ti­ma set­ti­ma­na i con­trol­li sia­no in­ten­si­fi­ca­ti, in­cen­ti­van­do la pre­ven­zio­ne».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.