Pe­dia­tra con la tbc, pau­ra a Trie­ste

Con­trol­li su 3500 bam­bi­ni da ze­ro a sei me­si. L’azien­da sa­ni­ta­ria: bas­sis­si­mo ri­schio di con­ta­gio

Il Gazzetino (Venezia) - - Attualità - Lau­rea­da­na Mar­si­glia

TRIE­STE - Una for­ma di tu­ber­co­lo­si dia­gno­sti­ca­ta a una pe­dia­tra che svol­ge­va le vac­ci­na­zio­ni sui bam­bi­ni ha in­dot­to l'au­to­ri­tà sa­ni­ta­ria di Trie­ste ad al­ler­ta­re le fa­mi­glie di 3.490 pic­co­li, che si era­no sot­to­po­sti al­le sue cu­re. I bam­bi­ni - tra ze­ro e sei me­si - sa­ran­no sot­to­po­sti al te­st del­la tu­ber­co­li­na, per ve­ri­fi­ca­re se sono en­tra­ti in con­tat­to con il bat­te­rio. Sei­cen­to di lo­ro, sot­to l'an­no di vi­ta, sa­ran­no in­ve­ce sot­to­po­sti al­la pro­fi­las­si, per evi­ta­re che un con­tat­to pos­sa di­ven­ta­re un'in­fe­zio­ne la­ten­te.

La pe­dia­tra la­vo­ra­va in al­cu­ni di­stret­ti dell'azien­da sa­ni­ta­ria uni­ver­si­ta­ria in­te­gra­ta (Asui). Un an­no fa ave­va mo­stra­to i pri­mi sin­to­mi, e ora è ri­co­ve­ra­ta nel re­par­to Ma­lat­tie in­fet­ti­ve dell'ospe­da­le mag­gio­re di Trie­ste, in con­di­zio­ni non gra­vi. Era ri­ma­sta in ser­vi­zio fi­no al 15 set­tem­bre, gior­no in cui le sue con­di­zio­ni si sono ag­gra­va­te.

Per com­ple­ta­re le ve­ri­fi­che sui pic­co­li pa­zien­ti sa­ran­no «Un pro­ces­so po­li­ti­co». Co­sì gli av­vo­ca­ti An­to­nio Pra­de e Gae­ta­no Pe­co­rel­la han­no de­fi­ni­to, in 4 ore di ar­rin­ga, l’ar­chi­tet­tu­ra ac­cu­sa­to­ria del pub­bli­co mi­ni­ste­ro Fran­ce­sco Sa­ve­rio Pa­vo­ne nel pro­ces­so con­tro l’ex sin­da­co di Cor­ti­na, An­drea Fran­ce­schi, il suo vi­ce Enrico Pom­pa­nin, l’ex as­ses­so­re Stefano Ve­ro­cai, e l’im­pren­di­to­re Teo­do­ro Sar­to­ri. Sul tap­pe­to il pre­sun­to ban­do truc­ca­to per ne­ces­sa­ri cir­ca due me­si. La pro­ba­bi­li­tà che qual­cu­no ab­bia con­trat­to la ma­lat­tia sono mol­to bas­se - ha ri­fe­ri­to il di­ret­to­re dell'azien­da, Nicola Del­li Qua­dri - per­ché tut­ti i con­tat­ti sono sta­ti di po­chi mi­nu­ti. Un las­so di tem­po ben in­fe­rio­re al­la me­dia pre­vi­sta per con­trar­re la tu­ber­co­lo­si, che è di ot­to ore al­la di­stan­za di un me­tro.

Le ini­zia­ti­ve per il con­trol­lo dei 3.490 bam­bi­ni sono sta­te de­ci­se se­con­do il prin­ci­pio del­la «mas­si­ma pre­cau­zio­ne». Tra gli adul­ti sono sta­ti sot­to­po­sti a con­trol­lo so­lo i col­le­ghi e i fa­mi­lia­ri del­la pe­dia­tra, e le per­so­ne che han­no avu­to con­tat­ti pro­lun­ga­ti in am­bien­te chiu­so.

L'azien­da Sa­ni­ta­ria ri­fe­ri­sce che a Trie­ste nel 2016 sono sta­ti no­ti­fi­ca­ti set­te ca­si di tu­ber­co­lo­si, 13 nel 2015. Ne­gli an­ni '60 se ne re­gi­stra­va­no cir­ca 300-400 all'an­no. La po­si­ti­vi­tà al te­st del­la tu­ber­co­li­na non si­gni­fi­ca aver con­trat­to la ma­lat­tia, né che ci sia un col­le­ga­men­to au­to­ma­ti­co con il ca­so ac­cer­ta­to, ma so­lo il con­tat­to con il ger­me. In que­sto ca­so ven­go­no ap­pro­fon­di­te le in­da­gi­ni, per ve­ri­fi­ca­re se la po­si­ti­vi­tà è ef­fet­ti­va e im­pe­di­re l'even­tua­le svi­lup­po del­la ma­lat­tia.

Il sin­da­co di Trie­ste, Ro­ber­to Di­piaz­za, ha re­so no­to di es­se­re «in co­stan­te con­tat­to con il Ser­vi­zio Sa­ni­ta­rio cit­ta­di­no, che sta adot­tan­do tut­ti i pro­to­col­li ne­ces­sa­ri», e ha in­vi­ta­to i mez­zi di co­mu­ni­ca­zio­ne «al­la mas­si­ma at­ten­zio­ne e pro­fes­sio­na­li­tà».

OG­GI SENTENZA

L’ospe­da­le mag­gio­re di Trie­ste do­ve è ri­co­ve­ra­ta la pe­dia­tra al­la qua­le è sta­ta dia­gno­sti­ca­ta una for­ma di tu­ber­co­lo­si

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.