Ia­chi­ni vuo­le la ga­ra per­fet­ta

Sta­se­ra al "Friu­li" c’è la La­zio ed il tec­ni­co dell’udi­ne­se non può sba­glia­re Do­po le po­le­mi­che per l’esclu­sio­ne con il Sas­suo­lo si tor­na a Za­pa­ta-pe­ri­ca

Il Gazzetino (Venezia) - - Sport - Guido Go­mi­ra­to

Non sa­rà fa­ci­le rial­zar­si do­po la scon­fit­ta di Reg­gio Emi­lia ge­ne­ra­ta da una pre­sta­zio­ne ne­ga­ti­va più che da ef­fet­ti­vi me­ri­ti del Sas­suo­lo, ma sta­se­ra al "Friu­li" l'udi­ne­se (un pun­to nel­le ul­ti­me tre ga­re) con­tro la La­zio è ob­bli­ga­ta quan­to­me­no a non per­de­re per evi­ta­re cer­te pe­ri­co­lo­se tur­bo­len­ze che po­treb­be­ro coin­vol­ge­re un po’ tut­ti, Bep­pe Ia­chi­ni in te­sta. L'av­ver­sa­rio è di quel­li to­sti, di buon va­lo­re, per cui ha per­fet­ta­men­te ra­gio­ne il tec­ni­co dei friu­la­ni quan­do af­fer­ma che «ser­vi­rà la ga­ra per­fet­ta».

A par­te ciò l'udi­ne­se ri­pro­por­rà il bi­no­mio of­fen­si­vo Za­pa­ta-pe­ri­ca la cui esclu­sio­ne a Reg­gio ha fat­to di­scu­te­re non po­co: sa­reb­be ba­sta­to uti­liz­za­re uno dei due per non mo­di­fi­ca­re il col­lau­da­to mo­do di pro­por­si e ma­no­vra­re in pro­fon­di­tà. «Non avrei mai esclu­so un ele­men­to che nel­le precedenti due ga­re ha se­gna­to due re­ti (Za­pa­ta, ndr) se i te­st non aves­se­ro evi­den­zia­to che sia Pe­ri­ca, sia Du­van era­no af­fa­ti­ca­ti - ha re­pli­ca­to il tec­ni­co asco­la­no - Ol­tre­tut­to The­reau e Pe­na­ran­da mi da­va­no va­li­de ga­ran­zie, era­no bel­li fre­schi, sta­va­no be­ne...». Il noc­chie­ro dei bian­co­ne­ri non par­la di for­ma­zio­ne (per la qua­le c'è un so­lo dub­bio per il ruo­lo di mez­za­la de­stra tra il re­di­vi­vo Ba­du, che ha ri­pre­so ad al­le­nar­si gio­ve­dì e l'ex Man­che­ster Ci­ty, Fo­fa­na, si­no­ra uno dei più sa­cri­fi­ca­ti e che è out da quat­tro ga­re), chie­de so­la­men­te con­ti­nui­tà di la­vo­ro in at­te­sa che ar­ri­vi quel­la di pre­sta­zio­ne e di ri­sul­ta­ti. Gli al­ti e bas­si, sono or­mai una co­stan­te da ol­tre due an­ni, pro­ba­bil­men­te de­no­ta­no fra­gi­li­tà men­ta­le dei bian­co­ne­ri.

Ma an­che Si­mo­ne In­za­ghi, in se­de di presentazione del­la sfi­da di sta­se­ra, ha au­spi­ca­to con­ti­nui­tà, chie­den­do al­la squa­dra il se­con­do suc­ces­so con­se­cu­ti­vo. «An­dia­mo ad Udi­ne per pro­va­re a vin­ce­re la se­con­da par­ti­ta con­se­cu­ti­va an­che se sia­mo con­sa­pe­vo­li che l'un­di­ci di Ia­chi­ni ci ren­de­rà la vi­ta as­sai dif­fi­ci­le ha det­to - Con­tro l'em­po­li ab­bia­mo avu­to po­co pos­ses­so, ma è man­ca­to Bi­glia. Ora ci de­vo­no es­se­re al­tri gio­ca­to­ri che han­no l'ob­bli­go di far­si ve­de­re e di far­si ser­vi­re il pal­lo­ne. Do­vre­mo cer­ca­re di non su­bi­re gol, es­se­re ag­gres­si­vi». Il tec­ni­co ha chie­sto ai suoi di es­se­re più for­ti del­le av­ver­si­tà, chia­ro il ri­fe­ri­men­to al­le as­sen­ze di Bi­glia, Ba­stos, Ba­sta e il por­tie­re Mar­chet­ti. Ma sot­to que­sto pun­to

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.