Spe­se e com­men­ti dei clien­ti con l’in­vi­to «È uno spa­zio non so­lo per tu­ri­sti»

I pri­mi giu­di­zi dei ve­ne­zia­ni: «Bel re­cu­pe­ro, con le Po­ste era un edi­fi­cio fa­ti­scen­te»

Il Gazzetino (Venezia) - - Venezia -

Clien­ti vip da tut­to il mon­do per ve­de­re in an­te­pri­ma il nuo­vo Fon­te­go dei Te­de­schi. Il «pre-ope­ning shop­ping day» di ie­ri ha at­ti­ra­to an­che le cu­rio­si­tà di al­cu­ni ve­ne­zia­ni, che os­ser­va­va­no da fuo­ri cer­can­do di car­pi­re le pri­me in­for­ma­zio­ni sul re­stau­ro che in cit­tà ha te­nu­to ban­co ne­gli ul­ti­mi tem­pi. Le ex Po­ste sono sta­te og­get­to di una ri­strut­tu­ra­zio­ne che non è pas­sa­ta inos­ser­va­ta e già fa no­ti­zia la ven­di­ta di un gio­iel­lo di Bul­ga­ri con prez­zo a 4 ze­ri. Un ini­zio scop­piet­tan­te che ha in­con­tra­to i fa­vo­ri di chi ha po­tu­to va­li­ca­re i cor­do­ni ros­si che sbar­ra­va­no l'in­gres­so a chi non aves­se il pre­zio­so in­vi­to. Ie­ri era pos­si­bi­le ve­de­re i pri­mi clien­ti con qual­che sac­chet­ti­no, ma all'in­ter­no i pro­dot­ti pre­fe­ri­ti era­no cioc­co­la­ta e set­to­re ali­men­ta­re. Be­th e Tim Se­na­to, di New York, rac­con­ta­va­no il lo­ro stu­po­re: «Non sem­bra af­fat­to di es­se­re in un cen­tro com­mer­cia­le rac­con­ta­va Be­th, che la­vo­ra co­me de­si­gner nel ra­mo del­le co­stru­zio­ni - l'ar­chi­tet­tu­ra è paz­ze­sca». «An­che la qua­li­tà dei pro­dot­ti è ec­cel­len­te, co­sì co­me l'at­teg­gia­men­to edu­ca­to dei com­mes­si», ha sot­to­li­nea­to Tim, che la­vo­ra nel set­to­re del­la ma­ni­fat­tu­ra.

Tan­ti i vi­si­ta­to­ri ve­ne­zia­ni, che han­no espres­so il lo­ro pa­re­re po­si­ti­vo ver­so il Fon­te­go: «Da ve­ne­zia­ni doc sia­mo en­tu­sia­sti, il re­stau­ro ha per­mes­so di re­cu­pe­ra­re l'edi­fi­cio che ver­sa­va in con­di­zio­ni dif­fi­col­to­se, la ter­raz­za è for­se tra le più bel­le al mon­do», han­no spie­ga­to An­na e Pao­lo Cal­de­ran. Nicola, del Li­do, era in co­da per una col­la­na al pri­mo pia­no: «È per un'ami­ca - ha spie­ga­to pri­ma di espor­re le sue con­si­de­ra­zio­ni sul Fon­te­go - Han­no fat­to un bel re­cu­pe­ro, ri­spet­to a com'era pri­ma non c'è pa­ra­go­ne. An­che la ter­raz­za as­so­mi­glia ad un'al­ta­na. Non pen­so sia so­lo per tu­ri­sti». La pen­sa­no co­sì sul re­stau­ro, ma non sul­la de­sti­na­zio­ne fi­na­le an­che Ele­na Tra­mon­tin e Pie­ro Ben­ve­nu­ti, ve­ne­zia­ni: «Il re­stau­ro ha ri­spet­ta­to la strut­tu­ra, il che è una co­sa po­si­ti­va, è mol­to fi­ne, ri­cer­ca­to, con­tri­bui­sce al­la crea­zio­ne di un po­lo d'éli­te. For­se non sa­ran­no tan­ti i ve­ne­zia­ni a ve­nir­ci, ma è il se­gno di un am­mo­der­na-

APER­TO Il Fon­te­go dei Te­de­schi ie­ri ha in­vi­ta­to i mi­glio­ri clien­ti per la pre­a­per­tu­ra

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.