Te­di­no ora sor­ri­de: ri­tro­va In­ge­gne­ri

Il Gazzetino (Venezia) - - Veneziasport -

Il re­cu­pe­ro del di­fen­so­re In­ge­gne­ri fa sor­ri­de­re Bru­no Te­di­no. Il tec­ni­co, nel 1995-1997 nel vi­va­io aran­cio­ne­ro­ver­de, gui­da per il se­con­do an­no un Por­de­no­ne che a det­ta di mol­ti è una del­le squa­dre più bel­le d'ita­lia.

Ri­pe­sca­to nell'esta­te 2015 il team ne­ro­ver­de con­ti­nua a sta­re in al­to sul­la scia del­la se­mi­fi­na­le playoff del cam­pio­na­to scor­so. Il 2-4 con il Par­ma è sta­to su­bi­to can­cel­la­to dal 4-2 di Ma­ce­ra­ta, stu­pi­sco­no pe­rò i 6 gol su­bi­ti in 180' (su 8 to­ta­li), mo­ti­vo per cui In­ge­gne­ri è at­te­so su­bi­to al rien­tro da ti­to­la­re per Pa­ro­di. La mi­glior di­fe­sa del tor­neo (quel­la ve­ne­zia­na con 2 so­li gol in­cas­sa­ti) do­vrà fron­teg­gia­re il mi­glior at­tac­co, 14 vol­te a se­gno, 7 con il ma­roc­chi­no Ar­ma. Dal can­to suo Te­di­no rac­co­man­da di non re­ga­la­re la «mat­to­nel­la» all'ex Pe­der­zo­li: «Se fai fal­lo cor­ri il ri­schio di su­bi­re i piaz­za­ti di Alex, se non lo fai gen­te co­me Fer­ra­ri, Mo­reo e Fa­bris pe­ne­tra in area. Vin­ce­rà chi fa­rà me­no er­ro­ri».

I 440 ab­bo­na­ti sono più del dop­pio del­la scor­sa sta­gio­ne, col Par­ma gli spet­ta­to­ri era­no sta­ti 2.200 e sta­se­ra in cur­va con gli ul­trà ne­ro­ver­di ci sa­rà an­che il sin­da­co Alessandro Ci­ria­ni, men­tre il pre­si­den­te Mau­ro Lo­vi­sa lu­ne­dì sa­rà pre­mia­to qua­le mi­glior pre­si­den­te del­la Le­ga Pro 2015/16.

(m.del.)

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.