Na­ta­li­no Ba­las­so: «Io non cre­do nei pre­mi, ma di fron­te al­le bot­ti­glie di Ama­ro­ne...»

Il Gazzetino (Venezia) - - Cultura & Società -

VE­RO­NA - Man­ca­va so­lo l’ar­ti­sta Gio­set­ta Fio­ro­ni, per ra­gio­ni di sa­lu­te, al­la con­se­gna dei Pre­mi Ma­si, ie­ri se­ra al Tea­tro Fi­lar­mo­ni­co di Ve­ro­na. Ma Ágnes Hel­ler, il fu­met­ti­sta e il­lu­stra­to­re Lo­ren­zo Mat­tot­ti, il fi­lo­so­fo bri­tan­ni­co e di­vul­ga­to­re Ro­ger Scru­ton (Pre­mio Ci­vil­tà del Vi­no) e l’at­to­re e scrit­to­re Na­ta­li­no Ba­las­so han­no fat­to la lo­ro par­te.

Quel­lo che è sta­to de­fi­ni­to dal­la giu­ria “uno dei più ver­sa­ti­li e ge­nia­li ere­di del­la Com­me­dia dell’ar­te ita­lia­na" ha spiaz­za­to tut­ti so­ste­nen­do di non vo­ler­si de­fi­ni­re in al­cun mo­do, e che «un pro­fes­sio­ni­sta al­tro non è che una per­so­na che sba­glia per 30 an­ni». Ha am­mes­so di ave­re co­mun­que den­tro di sè due ruo­li, «quel­lo del­lo Zan­ni e quel­lo del Dot­to­re, oscil­lo tra il po­ve­ro, fur­bo, tal­vol­ta scioc­co, e il sa­pien­te, tal­vol­ta fur­bo e tal­vol­ta scioc­co».

Ha rac­con­ta­to poi che quan­do gli è sta­to an­nun­cia­to che ave­va vin­to un pre­mio sta­va per ri­spon­de­re «io non cre­do nei pre­mi», ma quan­do ha ca­pi­to che il pre­mio era il Ma­si, con la sua co­spi­cua do­ta­zio­ne di bot­ti­glie di Ama­ro­ne, «ho cen­su­ra­to que­sta ri­spo­sta che dò sem­pre e ho chie­sto quan­do era la da­ta e do­ve era il po­sto».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.