Su il si­pa­rio, la Reyer al te­st-can­tù

Mar­quez Hay­nes è fi­du­cio­so: «Sia­mo una squa­dra pro­fon­da e con gran­de espe­rien­za»

Il Gazzetino (Venezia) - - Venezia Sport - Gia­co­mo Gar­bi­sa

«Sia­mo una squa­dra pro­fon­da e di gran­de espe­rien­za, sa­rà la no­stra for­za». È pron­to all'en­ne­si­mo esor­dio ita­lia­no Mar­quez Hay­nes, play cui l'uma­na Reyer ha af­fi­da­to le chia­vi del gio­co con l'obiet­ti­vo di cor­re­re e met­te­re in rit­mo i com­pa­gni per re­ga­la­re vit­to­rie e spet­ta­co­lo. E Can­tù rap­pre­sen­ta su­bi­to un im­por­tan­te ban­co di pro­va per gli oro­gra­na­ta, chia­ma­ti quan­to­me­no a con­fer­ma­re le due se­mi­fi­na­li scu­det­to dell'ul­ti­mo bien­nio.

«Af­fron­tia­mo su­bi­to un av­ver­sa­rio di gran­de espe­rien­za, gio­ca­to­ri che han­no cal­ca­to i par­quet Nba e san­no co­sa si­gni­fi­ca vin­ce­re. Can­tù è squa­dra mol­to com­pe­ti­ti­va e sa­rà du­ra, do­vre­mo fa­re del no­stro me­glio ma so­no con­vin­to che ab­bia­mo le car­te in re­go­la per fa­re be­ne fin dall'ini­zio. Sia­mo pron­ti e il la­vo­ro svol­to in pre-sea­son è ser­vi­to a pre­pa­rar­si per ini­zia­re al me­glio il cam­pio­na­to» di­ce con fi­du­cia il nuo­vo nu­me­ro 0 di coa­ch De Raf­fae­le, che in se­rie A ha già pre­so per ma­no Mi­la­no pas­san­do nel­la stes­sa sta­gio­ne a Sie­na, por­ta­ta in fi­na­le scu­det­to con Ress, Vig­gia­no ed Ort­ner, e l'an­no scor­so a Sas­sa­ri nel­la pri­ma par­te d'an­no. «Mi sen­to già a buon pun­to nel­la ge­stio­ne del­la squa­dra, ov­via­men­te al­le­nan­do­ci la con­fi­den­za mi­glio­re­rà gior­no do­po gior­no. Sia­mo co­mun­que un grup­po nuo­vo e so che il mio è un ruo­lo im­por­tan­te, ma co­no­sce­re già mol­ti dei miei com­pa­gni mi ha aiu­ta­to». Re­gi­sta-guar­dia fi­na­liz­za­to­re da 12.4 pun­ti e 3.7 as­si­st di me­dia in Ita­lia, Hay­nes si è già ca­la­to nel cre­do tec­ni­co di De Raf­fae­le che ha scom­mes­so sull'ame­ri­ca­no­geor­gia­no per da­re equi­li­brio agli oro­gra­na­ta. «Mi aspet­to di di­ver­ti­re la gen­te e ri­par­ti­re da quan­to la Reyer ha co­strui­to l'an­no scor­so. L'obiet­ti­vo ora è quel­lo di vin­ce­re più par­ti­te pos­si­bi­le ed ar­ri­va­re il più in fon­do sia in cam­pio­na­to sia in Cham­pions Lea­gue».

Per fa­re stra­da già da sta­se­ra con­tro Can­tù, se­con­do Hay­nes, gli oro­gra­na­ta han­no tut­te le car­te in re­go­la: «Sia­mo una squa­dra pro­fon­da, ogni ruo­lo è co­per­to da al­me­no un pa­io di gio­ca­to­ri ed ave­re die­ci ele­men­ti con espe­rien­za ci per­met­te­rà di te­ne­re al­ta l'in­ten­si­tà in tut­te le fa­si del­la par­ti­ta. Ri­spet­to al­le al­tre squa­dre com­po­ste da 7/8 ele­men­ti, que­sta può es­se­re dav­ve­ro la no­stra for­za. Ma ciò che sap­pia­mo fa­re lo ve­dre­mo sul cam­po».

PLAY Mar­quez Hay­nes

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.