Ve­ne­zia, ser­ve con­cre­tez­za

Il Gazzetino (Venezia) - - Portogruaro - Di Lu­ca Mia­ni

Il Ve­ne­zia se­gna po­co (sa­ba­to nien­te) e ha co­sì la­scia­to la vetta del­la Le­ga Pro a fa­vo­re di un Por­de­no­ne che si è di­mo­stra­to for­ma­zio­ne con­cre­ta e bel­la da ve­de­re, do­ta­ta di qua­li­tà pa­ri a quel­le dei la­gu­na­ri.

Sì al Bot­tec­chia si so­no tro­va­te di fron­te due del­le pro­ta­go­ni­ste cer­tis­si­me di que­sta sta­gio­ne, che sa­ran­no in gra­do di lot­ta­re si­no al­la fi­ne per la pro­mo­zio­ne di­ret­ta ma an­che di ga­ran­ti­re gio­co pia­ce­vo­le e spet­ta­co­lo.

Mol­to più di quan­to ha fat­to il Par­ma - al­me­no con­tro il Ve­ne­zia e con­tro il Por­de­no­ne (pur vin­cen­do) - men­tre re­sta­no an­co­ra da va­lu­ta­re, per noi, le ca­pa­ci­tà di Sam­be­ne­det­te­se (sa­ba­to ar­ri­ve­rà al Pen­zo) e Fe­ral­pisa­lò che ap­pa­io­no co­mun­que lan­cia­tis­si­me.

Co­me det­to ad av­vio sta­gio­ne, dun­que, una Le­ga Pro dav­ve­ro di al­ta qua­li­tà, nel­la qua­le il Ve­ne­zia si è in­se­ri­to da su­bi­to con na­tu­ra­lez­za no­no­stan­te una squa­dra tut­ta nuo­va.

Eh già, per­chè a Pip­po In­za­ghi - esa­ge­ra­to nell’in­cen­sa­re la sua squa­dra nel do­po­par­ti­ta al Bot­tec­chia - bi­so­gna ri­co­no­sce­re

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.