La lun­ga sto­ria del pre­giu­di­zio con­tro le don­ne

Il Gazzetino (Venezia) - - Cultura&società -

(S.F.) Il fem­mi­ni­ci­dio, og­gi al cen­tro del­le cro­na­che, è tut­to me­no che un por­ta­to del­la mo­der­ni­tà. E il pre­giu­di­zio che gli sta al­la ba­se l’in­fe­rio­ri­tà del­la don­na e l’op­por­tu­ni­tà di eser­ci­ta­re il con­trol­lo su di lei - non so­lo è fra i più an­ti­chi del mon­do, ma non è nem­me­no pre­ro­ga­ti­va del­la cul­tu­ra isla­mi­ca, co­me si pre­ten­de. Il con­sen­so in­tor­no ad es­so, in­ve­ce, «ha rap­pre­sen­ta­to il più gran­de e ata­vi­co col­lan­te del­la cul­tu­ra oc­ci­den­ta­le», ac­co­mu­nan­do con ar­go­men­ta­zio­ni si­mi­li an­ti­chi e mo­der­ni, atei e re­li­gio­si, con­ser­va­to­ri e pro­gres­si­sti. A so­ste­ner­lo è il fi­lo­so­fo Pao­lo Er­co­la­ni nel li­bro "Con­tro le don­ne" (Ed. Mar­si­lio), che chia­ma in cau­sa fra i re­spon­sa­bi­li del ra­di­ca­men­to del luo­go co­mu­ne mi­to­lo­gia e re­li­gio­ne, fi­lo­so­fia e scien­za, con "im­pu­ta­ti" del pe­so di Pla­to­ne e sant’ago­sti­no, Ari­sto­te­le e san Tom­ma­so, fi­no a Nie­tzsche che scri­ve nel­lo "Za­ra­th­ru­sta" «Vai dal­le don­ne? Non di­men­ti­ca­re la fru­sta!»

So­lo nel ri­co­no­scer­si tut­ti co­me es­se­ri uma­ni, ar­go­men­ta l’au­to­re, si su­pe­re­rà il pre­giu­di­zio con­tro le don­ne, e gli stes­si uo­mi­ni ac­qui­si­ran­no più con­sa­pe­vo­lez­za del lo­ro sta­re al mon­do.

Con­tro le don­ne Pao­lo Er­co­la­ni Ed. Mar­si­lio 17.50 eu­ro

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.