ESPRO­PRI E IN­GOR­DI­GIA

Il Gazzetino (Venezia) - - Borsa Mercati -

Un an­no fa si è ab­bat­tu­to sul­la Mar­ca un ter­re­mo­to cau­sa­to dal dis­se­sto di Veneto Ban­ca e Po­po­la­re di Vi­cen­za che ha raz­zia­to i ri­spar­mi de­ci­ne di mi­glia­ia di fa­mi­glie. Una nuo­va scos­sa ai mas­si­mi li­vel­li si sta per ab­bat­te­re sul Co­mu­ne di Far­ra di Soligo. Cir­ca vent’an­ni fa al­cu­ni pro­prie­ta­ri di ter­re­ni, che non ave­va­no nel sot­to­suo­lo poz­zi di pe­tro­lio, ven­ne­ro espro­pria­ti per crea­re una zo­na ar­ti­gia­na­le. Il prez­zo ri­co­no­sciu­to cor­ri­spon­de­va a quel­lo cor­ren­te all’epo­ca. Si sa che quan­do gli vie­ne tol­ta con la for­za la ter­ra, il pro­prie­ta­rio si ri­bel­la. Al­cu­ni co­mun­que ac­cet­ta­ro­no, men­tre al­tri fe­ce­ro ri­cor­so. A se­gui­to di una sen­ten­za del­la Cor­te Co­sti­tu­zio­na­le del 2007, con ef­fet­to re­troat­ti­vo ve­ni­va­no ri­cal­co­la­ti i va­lo­ri del­le aree sog­get­to ad espro­prio per pub­bli­ca uti­li­tà. Non era un sem­pli­ce mi­rag­gio di in­cas­sa­re tan­ti sol­di. Af­fian­ca­ti da un pro­fes­sio­ni­sta, i vec­chi pro­prie­ta­ri del­le aree han­no ri­chie­sto la re­vi­sio­ne del prez­zo a suo tem­po sta­bi­li­to. In­ten­dia­mo­ci non trat­ta­si del bo­nus de­gli 80 eu­ro, né i ri­chie­den­ti so­no fa­mi­glie che non ar­ri­va­no a fi­ne me­se: trat­ta­si di de­cu­pli­ca­re il va­lo­re ori­gi­na­rio, pa­rec­chi mi­lio­ni di eu­ro. Gli espro­pria­ti han­no por­ta­to la lo­ro cau­sa si­no al pi­gno­ra­men­to del Co­mu­ne e dei suoi con­ti e di con­se­guen­za di tut­te le ini­zia­ti­ve co­mu­na­li che esi­ga­no un esbor­so di de­na­ro. Di fat­to, con un col­po di ma­no, di era­no im­pos­ses­sa­ti del Co­mu­ne di Far­ra di Soligo. Il pi­gno­ra­men­to è sta­to in par­te re­vo­ca­to ed ora si at­ten­de un nuo­vo pro­nun­cia­men­to del giu­di­ce. Ma una nuo­va scos­sa si ap­pre­sta a scuo­te­re gli abi­tan­ti di Far­ra di Soligo. Il 28 ot­to­bre la Cor­te di Cas­sa­zio­ne si pro­nun­ce­rà sull’am­mon­ta­re dei ri­sar­ci­men­ti chie­sti da­gli espro­pria­ti. Gli espro­pria­ti ri­fiu­ta­no trat­ta­ti­ve, han­no in ma­no un bi­gliet­to vin­cen­te e non in­ten­do­no ce­de­re. Non sem­bra che in­te­res­si che chi de­ve pa­ga­re lo­ro il pre­mio non sia in gra­do di far­lo, né per que­sto che tan­te fa­mi­glie di­sa­gia­te non pos­sa­no più usu­frui­re dei ser­vi­zi co­mu­na­li, né che l’at­ti­vi­tà stes­sa del Co­mu­ne ven­ga bloc­ca­ta. L’in­gor­di­gia non è so­lo una ca­rat­te­ri­sti­ca di po­li­ti­ci e ban­chie­ri.

Oscar Mar­cer

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.