Due col­pi, ra­pi­na­to­re so­li­ta­rio in fu­ga

Il Gazzetino (Venezia) - - Mestre -

«Sof­fro di epi­les­sia, ho avu­to un at­tac­co, so­no ca­du­ta e mi so­no fe­ri­ta con il col­tel­lo».

È quan­to ha rac­con­ta­to agli agen­ti del­le Vo­lan­ti la don­na che nel­la not­te tra sa­ba­to e do­me­ni­ca, ver­so le 4, è sta­ta tra­spor­ta­ta all’ospe­da­le dell’an­ge­lo di Me­stre con una fe­ri­ta da ta­glio al­la sca­po­la. Una ver­sio­ne che non sta­va in pie­di, in­sce­na­ta per pro­teg­ge­re il ma­ri­to che l’ave­va ac­col­tel­la­ta du­ran­te una fu­ri­bon­da li­te, una del­le tan­te a quan­to pa­re.

Già qual­che me­se fa in­fat­ti una Vo­lan­te era do­vu­ta in­ter­ve­ni­re in via del­lo Sque­ro nel quar­tie­re Al­to­bel­lo, a due pas­si da Piaz­za Bar­che, do­po che i due ave­va­no for­te­men­te li­ti­ga­to in ca­sa. In­som­ma non era la pri­ma vol­ta che ac­ca­de­va.

Un rap­por­to bur­ra­sco­so che l’al­tra not­te po­te­va fi­ni­re in tra­ge­dia vi­sto che la la­ma ha sfio­ra­to il pol­mo­ne del­la don­na ri­co­ve­ra­ta con una pro­gno­si di 21 gior­ni.

È sta­to un vi­ci­no di ca­sa, in pie­na not­te, a chia­ma­re la Po­li­zia giun­ta im­me­dia­ta­men­te sul po­sto con una Vo­lan­te.

A spin­ger­lo a chia­ma­re i «Dam­mi i sol­di o ti ta­glio». E poi la fu­ga. Pri­ma nel­la ta­bac­che­ria di fron­te al­la sta­zio­ne fer­ro­via­ria,e poi al su­per­mer­ca­to Dpiù di via Mi­ra­ne­se. Due col­pi-fo­to­co­pia, il pri­mo che sa­reb­be an­da­to a buon fi­ne per il mal­vi­ven­te che si è fat­to con­se­gna­re l’in­cas­so, il se­con­do in­ve­ce sven­ta­to dal­la com­mes­sa che ha bloc­ca­to la ma­no del ra­pi­na­to­re che sta­va già fru­gan­do nel­la cas­sa e si è mes­sa ad ur­la­re, fa­cen­do fug­gi­re il ra­pi­na­to­re.

Po­treb­be trat­tar­si del­la stes­sa per­so­na, vi­sto l’ora­rio (in ta­bac­che­ria ver­so le 15 di ie­ri e al di­scount al­le 15.30), le zo­ne (rag­giun­gi­bi­li a pie­di) e le mo­da­li­tà di azio­ne del ra­pi­na­to­re so­li­ta­rio. Se per il pri­mo col­po non si co­no­sce l’am­mon­ta­re del­la som­ma con­se­gna­ta al mal­vi­ven­te, vi­sto che le Vo­lan­ti so­no ar­ri­va­te sul po­sto 40 mi­nu­ti do­po e la de­nun­cia sa­rà pre­sen­ta­ta so­lo oggi, di cer­to il la­dro non pen­sa­va di fal­li­re mi­se­ra­men­te nel se­con­do ten­ta­ti­vo di ra­pi­na. At­tor­no al­le 15.30 la com­mes­sa del su­per­mer­ca­to "Dpiù" di via Mi­ra­ne­se 86 era al­la cas­sa e quell’uo­mo - un ita­lia­no sui 40 an­ni, oc­chia­li scu­ri e ve­sti­to scu­ro con un bor­sel­li­no a tra­col­la - ha aspet­ta­to che non vi fos­se­ro al­tri clien­ti nei pa­rag­gi. Si è av­vi­ci­na­to con la scu­sa di pa­ga­re una lat­ti­na di bir­ra ma poi l’ha mi­nac­cia­ta: «Dam­mi i sol­di sen­nò ti ta­glio». Nes­sun ti­po di ar­ma in ma­no, ma l’uo­mo si è av­ven­ta­to sul­la cas­sa con la com­mes­sa che, pron­ta­men­te, ha bloc­ca­to la ma­no del ra­pi­na­to­re chia­man­do aiu­to a squar­cia­go­la e fa­cen­do suo­na­re il cam­pa­nel­lo in­ter­no del ne­go­zio. Su­bi­to è ar­ri­va­ta la col­le­ga ed un clien­te che so­no cor­si fuo­ri dal ne­go­zio nel ten­ta­ti­vo di bloc­ca­re il qua­ran­ten­ne or­mai già in fu­ga sen­za aver pre­so nul­la. L’uo­mo ha fat­to per­de­re le sue trac­ce do­po aver at­tra­ver­sa­to la Mi­ra­ne­se, im­boc­ca­to via Ma­sca­gni per poi di­le­guar­si nel par­co del Pi­ra­ghet­to at­tra­ver­so l’ac­ces­so di via Ca­ta­la­ni. «Non lo ave­va­mo mai vi­sto da que­ste par­ti - rac­con­ta­no nel di­scount -. Al­la fi­ne è an­da­ta be­ne, ma ab­bia­mo avu­to dav­ve­ro tan­ta pau­ra». (f.fen.)

AG­GRES­SIO­NE Fuo­ri pe­ri­co­lo la don­na ag­gre­di­ta in via del­lo Sque­ro

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.