Iden­ti­fi­ca­to il vio­len­ta­to­re del­la tu­ri­sta: caccia al ro­me­no che era con lei al bar

Il Gazzetino (Venezia) - - Attualità -

Rac­con­ta il ti­to­la­re del lo­ca­le: «Do­me­ni­ca ave­vo or­ga­niz­za­to una se­ra­ta la­ti­no-ame­ri­ca­na, quel­la tu­ri­sta au­stra­lia­na ha bal­la­to tut­to il tem­po pro­prio con quel ti­po. Lei era mol­to ubria­ca e li ho vi­sti usci­re in­sie­me su­bi­to do­po le due». È caccia all’uo­mo. Gli agen­ti del­la Squa­dra Mo­bi­le e del com­mis­sa­ria­to Vi­mi­na­le cer­ca­no un ro­me­no, un ha­bi­tuè del­la zo­na del­la sta­zio­ne Ter­mi­ni, co­no­sciu­to co­me un mo­le­sta­to­re se­ria­le, uno che “ri­mor­chia” chi gli ca­pi­ta a ti­ro, so­prat­tut­to stra­nie­re so­le e spae­sa­te. Un no­me già no­to al­le for­ze dell’or­di­ne per i suoi pre­ce­den­ti. Men­tre è an­co­ra da chia­ri­re il ruo­lo esat­to del se­con­do ri­cer­ca­to, an­che lui di na­zio­na­li­tà ro­me­na.

Gli in­ve­sti­ga­to­ri stan­no con­ti­nuan­do ad ascol­ta­re te­sti­mo­ni, spe­cial­men­te tra i fre­quen­ta­to­ri di piaz­za dei Cin­que­cen­to e del­le fa­ve­las e dor­mi­to­ri a cie­lo aper­to spar­si per il cen­tro del­la cit­tà. Un sot­to­bo­sco fat­to di sban­da­ti, de­lin­quen­ti, gen­te di vi­ta e truf­fa­to­ri. Gli agen­ti del­la Scien­ti­fi­ca nel so­pral­luo­go nel par­co del Col­le Op­pio, do­ve si è con­su­ma­ta la vio­len­za, in­tan­to, han­no rin­ve­nu­to la bor­sa del­la vit­ti­ma e re­per­ta­to al­cu­ne im­pron­te e tracce bio­lo­gi­che. Ser­vi­ran­no a in­ca­stra­re le “bel­ve”.

La 49en­ne al­log­gia­va in un ho­tel a 4 stelle tra Ter­mi­ni e il Tea­tro dell’ope­ra. Ave­va pre­no­ta­to una stan­za per tre gior­ni e do­me­ni­ca era la sua ul­ti­ma se­ra nel­la Ca­pi­ta­le. «Mia ma­dre non era mai sta­ta a Ro­ma - spie­ga la fi­glia, 22 an­ni, di Mel­bour­ne - è trau­ma­tiz­za­ta, mi ha det­to di es­se­re sta­ta in un lo­ca­le con un ami­co e di ave­re chie­sto aiu­to per tor­na­re in al­ber­go a qual­cu­no, ma era con­fu­sa, for­se non mi ha vo­lu­to di­re mol­to per non far­mi pre­oc­cu­pa­re trop­po vi­sto che so­no co­sì lon­ta­na da lei». L’au­stra­lia­na è sta­ta tra­sci­na­ta in un an­go­lo del par­co, pic­chia­ta, de­pre­da­ta dei gio­iel­li e dell’orologio, poi get­ta­ta a ter­ra e for­se in due, si so­no ac­ca­ni­ti su di lei.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.