Sfon­da­no il mu­ro di ca­sa per ru­ba­re

Vit­ti­ma l’an­zia­na ma­dre di due al­ber­ga­to­ri. Abi­ta­zio­ne già col­pi­ta ad ago­sto. Esi­guo il bot­ti­no

Il Gazzetino (Venezia) - - Jesolo san donà eraclea - Fa­bri­zio Ci­bin

JE­SO­LO - Ru­ba­ta la cas­sa­for­te di ca­sa, at­tra­ver­so un bu­co sul mu­ro fat­to dal­le sca­le del con­do­mi­nio. Il col­po è sta­to mes­so a se­gno nel po­me­rig­gio di sa­ba­to ai dan­ni del­la mam­ma di due no­ti al­ber­ga­to­ri, An­drea e Li­dio San­tin. È sta­to il fi­glio An­drea a ren­de­re pub­bli­co il fat­to, pub­bli­can­do an­che la fo­to nel pro­fi­lo fa­ce­book di «Pau­ra e de­li­rio a Je­so­lo». Per­ché, e que­sto ren­de an­co­ra più in­cre­di­bi­le l'epi­so­dio, il tut­to è ac­ca­du­to nel po­me­rig­gio (at­tor­no al­le 17, ora in cui l'an­zia­na don­na non si tro­va­va in ca­sa) e in piaz­za Car­duc­ci, an­co­ra mol­to fre­quen­ta­ta. E no­no­stan­te que­sto i la­dri han­no agi­to pres­so­ché in­di­stur­ba­ti e so­no riu­sci­ti nel lo­ro in­ten­to sen­za es­se­re sco­per­ti, no­no­stan­te l'ine­vi­ta­bi­le con­fu­sio­ne che de­vo­no aver fat­to per pra­ti­ca­re il bu­co sul mu­ro e sfi­la­re la cas­sa­for­te. «Ci so­no te­le­ca­me­re o qual­cu­no ha no­ta­to qual­co­sa?», chie­de An­drea San­tin. L'ap­par­ta­men­to del­la don­na, che ha 90 an­ni, si tro­va al pri­mo pia­no di una pa­laz­zi­na rea­liz­za­ta di fron­te al Ci­vi­co Mu­seo di Sto­ria Na­tu­ra­le: al pia­no ter­ra ci so­no ne­go­zi, so­pra al­tri ap­par­ta­men­ti. I la­dri so­no en­tra­ti dal por­ton­ci­no prin­ci­pa­le (e non ci sa­reb­be­ro se­gni di ef­fra­zio­ne), quin­di han­no in­di­vi­dua­to dal­le sca­le il pun­to in cui dall'al­tra par­te del mu­ro c'era la cas­sa­for­te, quin­di pro­ba­bil­men­te con del­le maz­ze da mu­ra­to­ri han­no man­da­to in fran­tu­mi il mu­ro stes­so e poi han­no let­te­ral­men­te sfi­la­to la cas­sa­for­te, per poi di­le­guar­si. «For­se ave­va­no del­la stru­men­ta­zio­ne per in­di­vi­dua­re il me­tal­lo per riu­sci­re a ca­pi­re esat­ta­men­te do­ve fos­se - pro­va a ri­flet­te­re l'al­tro fi­glio, Li­dio - o ma­ga­ri so­no gli stes­si che ave­va­no già sva­li­gia­to la ca­sa di no­stra mam­ma lo scor­so ago­sto».

An­che in quel ca­so so­no en­tra­ti nel po­me­rig­gio, quan­do la don­na non c'era, quin­di han­no por­ta­to via tut­ti i pre­zio­si, sce­glien­do ac­cu­ra­ta­men­te le co­se di mag­gior va­lo­re. «E for­se in quel­la oc­ca­sio­ne han­no vi­sto che c'era una cas­sa­for­te, che poi so­no ri­tor­na­ti a pren­der­si». Una ipo­te­si, per cer­ca­re di dar­si una spie­ga­zio­ne. Pa­re che nel­la cas­sa­for­te fos­se­ro ri­ma­sti due oro­lo­gi di va­lo­re, un po’ di con­tan­te e do­cu­men­ti: «D'al­tra par­te ave­va­no già por­ta­to via tut­to ad ago­sto».

Vi­si­te gui­da­te

nell’area ar­cheo­lo­gi­ca del­le An­ti­che

Mu­ra

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.