Ca­len­da: crol­lo in ar­ri­vo per il com­mer­cio glo­ba­le

Il mi­ni­stro del­lo Svi­lup­po: il 2017 sa­rà un an­no an­co­ra dif­fi­ci­le Boc­cia al go­ver­no: in­ter­ven­ti se­let­ti­vi e in­cen­ti­vi per la pro­dut­ti­vi­tà

Il Gazzetino (Venezia) - - Primo Piano -

Giu­sy Fran­ze­se - Umberto Man­ci­ni Far ri­na­sce­re nei cit­ta­di­ni e nel­le im­pre­se la fi­du­cia ver­so il fu­tu­ro. Ma sen­za na­scon­de­re la ve­ri­tà. E la ve­ri­tà è che il 2017 sa­rà un an­no an­co­ra mol­to dif­fi­ci­le. Non so­lo in Ita­lia, ma a li­vel­lo glo­ba­le. Per cui è più che mai ne­ces­sa­rio la­vo­ra­re tut­ti nel­la stes­sa di­re­zio­ne, con im­pe­gno. Al con­ve­gno “Ob­bli­ga­ti a cre­sce­re”, il mi­ni­stro del­lo Svi­lup­po, Car­lo Ca­len­da, è con­vin­to che la sfi­da sa­rà vin­ta, ma non cer­ca di ad­dol­ci­re la pil­lo­la: all’oriz­zon­te ci so­no nu­vo­lo­ni ne­ris­si­mi. «Il da­to più pe­ri­co­lo­so è il crol­lo del com­mer­cio mon­dia­le» spie­ga. Un al­lar­me con­di­vi­so an­che dal mi­ni­stro dell’eco­no­mia, Pier Car­lo Pa­doan: «Il com­mer­cio in­ter­na­zio­na­le cre­sce me­no del Pil, è un an­da­men­to pau­ro­so e non si in­tra­ve­do­no sce­na­ri che pos­sa­no ri­por­ta­re a tas­si più al­ti».

Non era co­sì che do­ve­va an­da­re la glo­ba­liz­za­zio­ne. Non era co­sì che ce l’ave­va­no rac­con­ta­ta. Lo ri­cor­da Ca­len­da: «Sem­bra­va che do­ves­se rea­liz­zar­si il Ben­go­di. Con più ric­chez­za per tut­ti. E in­ve­ce è ac­ca­du­to l’op­po­sto». La ric­chez­za ha su­bì­to un pro­ces­so di po­la­riz­za­zio­ne, la clas­se me­dia dei pae­si svi­lup­pa­ti si è in­de­bo­li­ta. «Uno squi­li­brio che po­trà es­se­re rias­sor­bi­to so­lo con tem­pi lun­ghi». An­che per­ché - con­ti­nua il mi­ni­stro - a li­vel­lo mon­dia­le man­ca una strut­tu­ra do­ve ge­sti­re i pro­ble­mi le­ga­ti al com­mer­cio in­ter­na­zio­na­le. Le dif­fi­col­tà a ge­sti­re que­sti pro­ces­si so­no evi­den­ti an­che nell’an­da­men­to dei ne­go­zia­ti sul Ttip, il trat­ta­to di li­be­ro scam­bio tra Unio­ne Eu­ro­pea e Sta­ti Uni­ti, due aree che da so­le rap­pre­sen­ta­no qua­si un ter­zo del vo­lu­me to­ta­le de­gli scam­bi mon­dia­li. Ca­len­da è pes­si­mi­sta: «Il Ttip non si chiu­de­rà, pro­ba­bil­men­te si rag­giun­ge­rà un ac­cor­do so­lo su quel­lo su cui si è d’ac­cor­do, su­gli stan­dard che con­di­vi­dia­mo».

In­tan­to, in Eu­ro­pa, si è già spez­za­ta la fi­du­cia tra cit­ta­di­ni e go­ver­ni. So­no sem­pre di più quel­li che pen­sa­no che «die­tro le ri­for­me si na­scon­da­no fre­ga­tu­re, co­me con la glo­ba­liz­za­zio­ne» ri­mar­ca Ca­len­da. E in­ve­ce la sfi­da si de­ve e si può vin­ce­re. Non è fa­ci­le, per­ché «en­tria­mo in un’epo­ca du­ra, che ci met­te­rà an­co­ra al­la pro­va». Ma per re­cu­pe­ra­re la fi­du­cia ai cit­ta­di­ni bi­so­gna di­re la ve­ri­tà, in­si­ste Ca­len­da: «Du­re­rà a lun­go».

Di «lo­gi­ca di cor­re­spon­sa­bi­li­tà» par­la il pre­si­den­te di Con­fin­du­stria, Vin­cen­zo Boc­cia: «La crescita non può es­se­re l’ali­bi da la­scia­re so­lo al­la po­li­ti­ca». Gli in­du­stria­li san­no be­ne che «con un de­bi­to pub­bli­co co­sì non si può fa­re la li­sta del­la spe­sa di in­ter­ven­ti da so­gno». Quin­di pro­pon­go­no «in­ter­ven­ti se­let­ti­vi e mi­ra­ti». Boc­cia pe­rò av­ver­te: «Non fac­cia­mo l’er­ro­re di par­ti­re dai saldi di bi­lan­cio a pre­scin­de­re dall’eco­no­mia rea­le». Il me­to­do de­ve es­se­re pro­prio l’op­po­sto: bi­so­gna pri­ma «in­di­vi­dua­re gli stru­men­ti, poi le ri­sor­se, e in­fi­ne i saldi di bi­lan­cio». E poi mar­cia­re tut­ti in­sie­me in una di­re­zio­ne di «con­ver­gen­za de­gli in­ter­ven­ti e del­le ri­sor­se» tra go­ver­no e re­gio­ni. Be­ne co­mun­que il pia­no In­du­stria 4.0, idea­to pro­prio dal mi­ni­stro Ca­len­da, per riat­ti­va­re gli in­ve­sti­men­ti pri­va­ti. Ma ai fi­ni del­la crescita è «de­ter­mi­nan­te» la «que­stio­ne pro­dut­ti­vi­tà» che ci ve­de sot­to di ben 30 pun­ti ri­spet­to al­la Ger­ma­nia: a que­sto pro­po­si­to Boc­cia ri­lan­cia con for­za la pro­po­sta di in­cen­ti­vi fi­sca­li che ren­da­no con­ve­nien­te lo scam­bio sa­la­ri-pro­dut­ti­vi­tà in chia­ve di con­trat­ti azien­da­li.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.