La Re­gio­ne: Ca­val­li­no con San Do­nà

Ap­pro­va­to in Con­si­glio il pas­sag­gio al­la nuo­va Ulss 4 dal pros­si­mo gen­na­io. Ma è po­le­mi­ca

Il Gazzetino (Venezia) - - Estuario - Da­nie­la Ghio

È una ve­ra doc­cia fred­da quel­la che è ar­ri­va­ta ie­ri in Co­mu­ne di Ca­val­li­no Tre­por­ti: il con­si­glio re­gio­na­le ha ap­pro­va­to l'emen­da­men­to 1314 all'ar­ti­co­lo 12 del­la leg­ge sul rior­di­no del­le Ulss che col­lo­ca il Co­mu­ne dal pros­si­mo 1 gen­na­io 2017 nell'asl 4 del Ve­ne­to Orien­ta­le. Cioè tra due me­si, nep­pu­re il tem­po di cam­bia­re i car­tel­li con il no­me del­la nuo­va uni­tà sa­ni­ta­ria, me­no che me­no di or­ga­niz­zar­si. E que­sto no­no­stan­te le as­si­cu­ra­zio­ni avu­te giu­sto una set­ti­ma­na fa dall'as­ses­so­re re­gio­na­le al­la sa­ni­tà Lu­ca Co­let­to del­la per­ma­nen­za nel­la fu­tu­ra Ulss 3 Se­re­nis­si­ma. «Non cam­bie­re­mo Ulss, re­ste­re­mo nell'ulss ve­ne­zia­na - af­fer­ma de­ci­sa il sin­da­co Ro­ber­ta Ne­sto - L'as­ses­so­re Co­let­to mi ha ras­si­cu­ra­to che cor­re­ran­no ai ri­pa­ri in qual­che mo­do. Da par­te del Co­mu­ne, co­me del­la Con­fe­ren­za dei sin­da­ci dell'ulss 12 c'è as­so­lu­ta con­tra­rie­tà per que­sto pas­sag­gio. Non ap­pro­via­mo l'emen­da­men­to vo­ta­to ie­ri dal Con­si­glio Re­gio­na­le non so­lo per le mo­da­li­tà con cui ne sia­mo ve­nu­ti a co­no­scen­za, ma so­prat­tut­to per­ché non dà ga­ran­zie al no­stro ter­ri­to­rio. Il no­stro Co­mu­ne non può per­met­ter­si di per­de­re ser­vi­zi in­di­spen­sa­bi­li co­me quel­lo di guar­dia me­di­ca e di guar­dia me­di­ca tu­ri­sti­ca, che re­cen­te­men­te è sta­to po­ten­zia­to. E nem­me­no la con­ti­nui­tà del me­di­co di me­di­ci­na ge­ne­ra­le e del ser­vi­zio pe­dia­tri­co di li­be­ra scel­ta. Fon­da­men­ta­le, per il be­ne di tut­ta la co­mu­ni­tà, il man­te­ni­men­to dei pro­to­col­li e del­le con­ven­zio­ni in es­se­re. Ci fa­re­mo sen­ti­re per ar­ri­va­re a que­sto ri­sul­ta­to. Non esclu­do al­cu­na ini­zia­ti­va, nep­pu­re un ricorso al­le vie le­ga­li, ma mi au­gu­ro che la po­li­ti­ca di­mo­stri di es­se­re una buo­na po­li­ti­ca».

«Con­tro que­sta de­ci­sio­ne si era­no espres­si il con­si­glio co­mu­na­le e tut­te le as­so­cia­zio­ni che ope­ra­no nel ter­ri­to­rio - com­men­ta il ca­po­grup­po in con­si­glio co­mu­na­le di Idea Co­mu­ne per Ca­val­li­no, Clau­dio Ora­zio -. È un sal­to nel buio. Non si ca­pi­sce qua­le sia la lo­gi­ca per cui un Co­mu­ne ven­ga spo­sta­to di Ulss con­tro la volontà de­gli abi­tan­ti. Non ci han­no nep­pu­re in­ter­pel­la­ti. Ora va­lu­te­re­mo se, con que­sta man­can­za, la leg­ge è sta­ta ap­pro­va­ta nel ri­spet­to del­le nor­me ed even­tual­men­te sia­mo pron­ti ad im­pu­gnar­la».

«Non suc­ce­de­rà nul­la, Ca­val­li­no Tre­por­ti ri­mar­rà nell'ulss ve­ne­zia­na, co­sì co­me Boa­ra Pi­sa­ni re­ste­rà nell'ulss di Rovigo af­fer­ma l'as­ses­so­re Co­let­to -. Ho già ras­si­cu­ra­to i sin­da­ci: se aves­si­mo toc­ca­to su­bi­to l'emen­da­men­to le op­po­si­zio­ni ci avreb­be­ro pre­sen­ta­to al­tri 5.000 emen­da­men­ti. Non po­te­va­mo pre­sta­re il fian­co per l'en­ne­si­ma vol­ta, la

MU­RA­NO «Tro­ve­re­mo

il si­ste­ma per ri­sol­ve­re il pro­ble­ma»

leg­ge va ap­pro­va­ta. Chie­dia­mo di ave­re pa­zien­za un pa­io di me­si: met­te­re­mo in fi­nan­zia­ria un emen­da­men­to che ri­por­te­rà i due Co­mu­ni nel­le lo­ro at­tua­li Ulss».

CA­VAL­LI­NO

TRE­POR­TI Nell’im­ma­gi­ne la se­de del­la Cro­ce Ver­de

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.