Se­que­stra­ti a Co­ro­na gua­da­gni in ne­ro per 1,7 mi­lio­ni

Il Gazzetino (Venezia) - - Attualità -

MI­LA­NO - So­no pas­sa­ti sol­tan­to una de­ci­na di gior­ni dal­la de­ci­sio­ne del gip di Mi­la­no Am­bro­gio Moc­cia che, con­ce­den­do la con­ti­nua­zio­ne tra tre rea­ti del­le con­dan­ne de­fi­ni­ti­ve, ave­va fat­to ti­ra­re un so­spi­ro di sol­lie­vo a Fa­bri­zio Co­ro­na pre­sen­tan­do­gli la pro­spet­ti­va di pro­se­gui­re nell'af­fi­da­men­to in pro­va ai ser­vi­zi so­cia­li. Ie­ri è ar­ri­va­ta l'en­ne­si­ma e nuo­va gra­na giu­di­zia­ria per l'ex 're dei pa­pa­raz­zi': la se­zio­ne mi­su­re di pre­ven­zio­ne del Tri­bu­na­le di Mi­la­no gli ha se­que­stra­to con­tan­ti per un to­ta­le di 1,7 mi­lio­ni di eu­ro, ri­te­nu­ti com­pen­si 'in ne­ro' del­le sue ap­pa­ri­zio­ni de­gli ul­ti­mi me­si in di­sco­te­che e lo­ca­li not­tur­ni.

I sol­di so­no sta­ti tro­va­ti den­tro un pac­chet­to nel con­tro­sof­fit­to di un im­mo­bi­le nel­la di­spo­ni­bi­li­tà di una per­so­na ri­te­nu­ta l'am­mi­ni­stra­to­re di fat­to di una so­cie­tà dell'ex 'fo­to­gra­fo dei vip'. E il se­que­stro è sta­to di­spo­sto dal Tri­bu­na­le, su ri­chie­sta del pro­cu­ra­to­re ag­giun­to Il­da Boc­cas­si­ni e del pm Alessandra Dol­ci, an­che sul­la ba­se del­la «pe­ri­co­lo­si­tà so­cia­le» dell'ex agen­te fo­to­gra­fi­co.

Per il di­fen­so­re, l'av­vo­ca­to Iva­no Chie­sa, «si trat­ta di som­me ri­con­du­ci­bi­li al­la at­ti­vi­tà svol­ta dal­la so­cie­tà Ate­na Srl e, per es­sa, dal si­gnor Fa­bri­zio Co­ro­na. Es­sen­do som­me ma­tu­ra­te ne­gli ul­ti­mi due me­si dell'an­no 2015 e nel cor­so dell'an­no 2016 ha ag­giun­to - è an­co­ra pos­si­bi­le sot­to­por­re le stes­se a tas­sa­zio­ne». Sui com­pen­si a fa­vo­re dell'ex fo­to­gra­fo dei vip, at­tra­ver­so Ate­na, agen­zia che si oc­cu­pa di even­ti e pro­mo­zio­ni, in­fat­ti, non sa­reb­be sta­ta pa­ga­ta l'iva per le pre­sta­zio­ni. Il di­fen­so­re chia­ri­sce, pe­rò, che da par­te di Co­ro­na c'è la «vo­lon­tà» di sot­to­por­re a tas­sa­zio­ne quel­le som­me «e ta­le in­ten­di­men­to» è sta­to già ma­ni­fe­sta­to «all'au­to­ri­tà Giu­di­zia­ria che dun­que ne è per­fet­ta­men­te a co­no­scen­za».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.