Trop­pe bu­che in stra­da: è ri­vol­ta

Brac­cio di fer­ro tra i re­si­den­ti di via Cro­ce e il Co­mu­ne: «Chi ri­spon­de in ca­so di in­ci­den­te?»

Il Gazzetino (Venezia) - - Mogliano - Nel­lo Du­prè

Chi ri­spon­de in ca­so in­ci­den­ti o dan­ni al­le au­to in tran­si­to lun­go via Cro­ce, la stra­da ster­ra­ta di cir­ca due chi­lo­me­tri che col­le­ga la fra­zio­ne di Zer­man con via Bian­chi a Mo­glia­no ca­po­luo­go? Se lo chie­do­no da una doz­zi­na d'an­ni i re­si­den­ti del­la zo­na che so­no tor­na­ti al­la ca­ri­ca per­chè ven­ga de­fi­ni­ta una vol­ta per tut­te la sor­te di via Cro­ce, stra­da pri­va­ta ad uso pub­bli­co che si tro­va da an­ni in uno sta­to di gra­ve dis­se­sto a cau­sa dei man­ca­ti la­vo­ri di ma­nu­ten­zio­ne straor­di­na­ria. Una de­ci­na di an­ni fa si era co­sti­tui­to un co­mi­ta­to che ha rac­col­to cir­ca 700 fir­me per chie­de­re che la stra­da pas­sas­se di pro­prie­tà co­mu­na­le, da­ta l'im­por­tan­za che rap­pre­sen­ta nei col­le­ga­men­ti via­ri ur­ba­ni. In que­sto ca­so i la­vo­ri di ma­nu­ten­zio­ne sa­reb­be­ro pas­sa­ti di com­pe­ten­za dell'am­mi­ni­stra­zio­ne. So­no pas­sa­ti gli an­ni ma il pro­ble­ma è an­co­ra in at­te­sa di una so­lu­zio­ne. È tor­na­ta co­sì a gal­la la vec­chia pro­po­sta di met­te­re una sbar­ra per con­sen­ti­re il tran­si­to in via Cro­ce ai so­li re­si­den­ti. E c'è chi ha de­ci­so di tu­te­lar­si piaz­zan­do un car­tel­lo dal si­gni­fi­ca­to ine­qui­vo­ca­bi­le: «Pro­prie­tà pri­va­ta. Vie­ta­to l'ac­ces­so ai non aven­ti di­rit­to. Stra­da dis­se­sta­ta, il pro­prie­ta­rio non ri­spon­de per even­tua­li dan­ni a per­so­ne o co­se». Il brac­cio di fer­ro tra i re­si­den­ti di via Cro­ce e le am­mi­ni­stra­zio­ni che si so­no suc­ce­du­te ne­gli ul­ti­mi an­ni ri­guar­da l'aspet­to bu­ro­cra­ti­co del pro­ble­ma. L'en­te lo­ca­le è chia­ma­to a ri­spon­de­re di dan­no era­ria­le al­la Cor­te dei Con­ti nel ca­so do­ves­se in­ve­sti­re sol­di pub­bli­ci per si­ste­ma­re la stra­da clas­si­fi­ca­ta an­co­ra co­me pri­va­ta. L'an­no scor­so era sta­to tro­va­to una sor­ta di com­pro­mes­so con la for­ni­tu­ra di una di­scre­ta quan­ti­tà di ghiai­no per tap­pa­re le bu­che. Il la­vo­ro è sta­to ese­gui­to dai vo­lon­ta­ri del­la zo­na per ren­de­re per­cor­ri­bi­le la stra­da di cam­pa­gna ri­dot­ta ad un per­cor­so di guer­ra. E pen­sa­re che via Cro­ce do­ve­va es­se­re asfal­ta­ta nell'am­bi­to dei la­vo­ri di ri­qua­li­fi­ca­zio­ne am­bien­ta­le dell'ex di­sca­ri­ca di ri­fiu­ti ur­ba­ni ge­sti­ta dal Con­sor­zio Priu­la. Nell'im­pian­to di smal­ti­men­to di via Cro­ce, di­smes­so 13 an­ni fa cir­ca, so­no sta­te con­fe­ri­te 500mi­la ton­nel­la­te di ri­fiu­ti. E in­tan­to si an­nun­cia una nuo­va rac­col­ta fir­me per chie­de­re al Con­sor­zio Priu­la di met­te­re in si­cu­rez­za l'area di via Cro­ce.

LA RAB­BIA Il car­tel­lo sul­la stra­da

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.