Il sin­da­co sa­le sull’au­to­bus e con­ta i pas­seg­ge­ri abu­si­vi

Il pri­mo cit­ta­di­no di Mar­con con­ta i pas­seg­ge­ri a bor­do del 9 che ver­rà "ta­glia­to"

Il Gazzetino (Venezia) - - Da Prima Pagina - Mau­ro De Laz­za­ri

Si tra­sfor­ma in "Sher­lock Hol­mes" per ca­pi­re se Actv di­ce il ve­ro, e sco­pre che i nu­me­ri in pos­ses­so dell'azien­da di trasporto non coin­ci­do­no con i suoi. Il sin­da­co di Mar­con, An­drea Fol­li­ni, ha vo­lu­to con­ta­re di per­so­na i pas­seg­ge­ri del­la li­nea 9 che col­le­ga Mar­con a Mestre, per va­lu­ta­re se la di­re­zio­ne Actv af­fer­ma il ve­ro quan­do so­stie­ne che que­sta cor­sa è po­co fre­quen­ta­ta, op­pu­re se han­no ra­gio­ne gli uten­ti che di­co­no il con­tra­rio.

Da di­cem­bre l’actv, con l'en­tra­ta in vi­go­re del nuo­vo Pia­no di rior­di­no del trasporto, cam­bie­rà l'at­tua­le per­cor­so del 9, esclu­den­do dal tra­git­to una me­ta ri­te­nu­ta im­por­tan­te da­gli uten­ti mar­co­ne­si, cioé la sta­zio­ne fer­ro­via­ria di Mestre. Una va­ria­zio­ne che mol­ti uten­ti non gra­di­sco­no e che lo stes­so sin­da­co con­te­sta. La set­ti­ma­na scor­sa Fol­li­ni ave­va già in­via­to una no­ta all'am­mi­ni­stra­to­re de­le­ga­to di Actv ma­ni­fe­stan­do le per­ples­si­tà sue e dell'uten­za re­la­ti­va­men­te all'im­po­sta­zio­ne e al me­to­do adot­ta­ti dall'azien­da a pro­po­si­to del­le no­vi­tà che ver­ran­no in­tro­dot­te.

In at­te­sa di ave­re una ri­spo­sta o, me­glio, un con­fron­to con Actv, il sin­da­co ha in­tan­to in­dos­sa­to i pan­ni dell'in­ve­sti­ga­to­re e ve­ner­dì è sa­li­to sull'au­to­bus al ca­po­li­nea del 9 a San Li­be­ra­le, al­le 8.55. Ha "bip­pa­to" il bi­gliet­to e si è se­du­to, mu­ni­to di bloc no­tes, in pe­nul­ti­ma fi­la. «Ho scel­to vo­lu­ta­men­te, co­me si di­ce, un ora­rio "di bas­sa" - spie­ga Fol­li­ni - quan­do stu­den­ti e la­vo­ra­to­ri so­no già ar­ri­va­ti tut­ti a de­sti­na­zio­ne. Vo­le­vo ve­de­re di per­so­na co­sa suc­ce­de nel trasporto pub­bli­co a me­tà mat­ti­na, spe­cie dal­la pe­ri­fe­ria ver­so il cen­tro, per ca­pi­re i ri­fles­si del­la scel­ta di Actv che dal pri­mo di­cem­bre vuo­le mo­di­fi­ca­re per­cor­so di que­sta li­nea».

Eb­be­ne, il sin­da­co ad ogni fer­ma­ta ha an­no­ta­to quan­ti pas­seg­ge­ri sa­li­va­no e quan­ti scen­de­va­no, ve­ri­fi­can­do, un'ora do­po al­la sta­zio­ne fer­ro­via­ria di Mestre, che su quell'au­to­bus era­no sa­li­te 58 per­so­ne, ma che so­lo 25 ave­va­no bip­pa­to l’imob. «Poi­ché esclu­do che i 33 pas­seg­ge­ri che non l'han­no fat­to aves­se­ro tut­ti l'ab­bo­na­men­to - af­fer­ma il sin­da­co - mi chie­do co­me fac­cia Actv, i cui da­ti si ba­sa­no sui nu­me­ri ri­por­ta­ti dall'obli­te­ra­tri­ce, a con­teg­gia­re i pas­seg­ge­ri e, di con­se­guen­za, a ca­li­bra­re il ser­vi­zio, vi­sto che il da­to è co­sì for­te­men­te sbi­lan­cia­to». An­che cal­co­lan­do per tut­ti il co­sto del bi­gliet­to ad 1 eu­ro e 50 (da Mar­con si pa­ga in­ve­ce 2,20) - ag­giun­ge Fol­li­ni - que­sta cor­sa è sta­ta ipo­te­ti­ca­men­te pa­ga­ta da 25 per­so­ne per un va­lo­re to­ta­le di 37,5 eu­ro, men­tre se tut­ti aves­se­ro "bip­pa­to" Actv avreb­be in­cas­sa­to al­me­no 87 eu­ro.

il

FOL­LI­NI «Da­ti ba­sa­ti sui "bip" del­le obli­te­ra­tri­ci, ma me­no del­la me­tà di chi è a bor­do con­va­li­da il bi­gliet­to»

Il sin­da­co Fol­li­ni con­te­sta la de­ci­sio­ne di non far più ar­ri­va­re il 9 fi­no al­la sta­zio­ne di Mestre

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.