Par­te dal­la Si­ci­lia il tour di Pa­ri­si, ma per i co­lon­nel­li c’è «so­lo Sil­vio»

Ta­ja­ni: «Il no­stro lea­der è Ber­lu­sco­ni». To­ti: «Sua l’ul­ti­ma pa­ro­la»

Il Gazzetino (Venezia) - - Primo Piano -

CATANIA - Ste­fa­no Pa­ri­si cer­ca «ener­gie per l'ita­lia», e i pri­mi son­dag­gi li fa­rà al Sud. A En­na, do­ve la pros­si­ma set­ti­ma­na par­ti­rà «Me­ga­watt» il tour na­zio­na­le del for­mat del­la con­fe­ren­za pro­gram­ma­ti­ca mi­la­ne­se svol­ta­si il 16 e 17 set­tem­bre. Obiet­ti­vo: se­le­zio­na­re idee e con­tri­bu­ti dai ter­ri­to­ri. Si co­min­cia dal­la Si­ci­lia. Per Pa­ri­si la scel­ta «è sim­bo­li­ca, per ri­met­te­re in mo­to ener­gie po­si­ti­ve in aree che il go­ver­no ha del tut­to ab­ban­do­na­to» e che «han­no ur­gen­te bi­so­gno di po­li­ti­che eco­no­mi­che li­be­ra­li ed ef­fi­ca­ci». Una pro­va ge­ne­ra­le. Ma dal sud, da Catania, For­za Ita­lia riu­ni­ta per "Muo­vi­ti­ta­lia16'" ri­ba­di­sce che non c'è al­tro lea­der che Sil­vio Ber­lu­sco­ni. I "co­lon­nel­li" guar­da­no con di­stac­co a Pa­ri­si, e pun­ta­no sem­pre sul Ca­va­lie­re, ri­ba­den­do che «l'ul­ti­ma pa­ro­la spet­ta a lui». La sua lea­der­ship «è for­te» e sol­tan­to lui «po­trà ri­nun­cia­re a ri­can­di­dar­si» per due mo­ti­vi: una scel­ta per­so­na­le o una de­ci­sio­ne del­la Cor­te di Strar­bur­go che bloc­chi il suo ri­tor­no in cam­po.

«Il lea­der è Ber­lu­sco­ni», ri­ba­di­sce An­to­nio Ta­ja­ni, ma «Pa­ri­si è una ri­sor­sa». Il vi­ce pre­si­den­te del Par­la­men­to eu­ro­peo è «fa­vo­re­vo­le ad un suo coin­vol­gi­men­to, il che non si­gni­fi­ca esclu­sio­ne de­gli al­tri. Più idee e con­tri­bu­ti ci so­no me­glio è: poi ve­dre­mo nel 2018 che co­sa ac­ca­drà». Di pa­re­re op­po­sto Al­te­ro Mat­teo­li che di­ce di «non es­se­re in­te­res­sa­to a Pa­ri­si». Per il pre­si­den­te del­la com­mis­sio­ne La­vo­ri pub­bli­ci di Pa­laz­zo Ma­da­ma, an­zi, «è un'espe­rien­za già fal­li­ta. FI ha una clas­se di­ri­gen­te ade­gua­ta: Pa­ri­si si iscri­va al par­ti­to».

Per il ca­po­grup­po az­zur­ro al Par­la­men­to eu­ro­peo, Eli­sa­bet­ta Gar­di­ni, «il cen­tro­de­stra vin­ce uni­to». E il can­di­da­to pre­mier? «Mi au­gu­ro sia Ber­lu­sco­ni». Più net­to il go­ver­na­to­re li­gu­re Gio­van­ni To­ti: «Ber­lu­sco­ni can­di­da­to pre­mier? Ve­dia­mo pri­ma la sua vo­lon­tà e la sua si­tua­zio­ne, vi­sta la Cor­te di Stra­sbur­go. È evi­den­te che lui re­sta il fon­da­to­re di For­za Ita­lia e per quan­to mi ri­guar­da ha l'ul­ti­ma pa­ro­la su tut­to». Gian­fran­co Mic­chi­chè: «Ber­lu­sco­ni è un fuo­ri­clas­se in­so­sti­tui­bi­le, so­gno che sia lui il can­di­da­to».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.