L’im­prov­vi­sa asce­sa di Pen­ce «Do­nald è in­di­fen­di­bi­le»

Il can­di­da­to vi­ce pre­si­den­te bu­ca il vi­deo e mol­ti nel suo par­ti­to ora pre­mo­no per­ché pren­da il po­sto del tur­bo­len­to mi­liar­da­rio

Il Gazzetino (Venezia) - - Esteri -

NEW YORK - (Fl. P.) «Co­me uo­mo e co­me pa­dre so­no of­fe­so dal­le pa­ro­le e dal­le azio­ni espres­se da que­sto fil­ma­to vec­chio di un­di­ci an­ni che è sta­to pub­bli­ca­to ie­ri: non tro­vo scu­se per le af­fer­ma­zio­ni che con­tie­ne e non pos­so di­fen­der­lo. So­no ri­co­no­scen­te (a Do­nald Trump) per aver espres­so ri­mor­so e aver chie­sto scu­sa agli ame­ri­ca­ni. Pre­ghia­mo per la sua fa­mi­glia, e ci aspet­tia­mo di ve­der­lo mo­stra­re co­sa c’è dav­ve­ro in fon­do al suo cuo­re quan­do si pre­sen­te­rà di fron­te all’in­te­ra na­zio­ne do­ma­ni se­ra». Il co­mu­ni­ca­to con il qua­le il can­di­da­to co­me vi­ce pre­si­den­te Mi­ke Pen­ce ha pre­so po­si­zio­ne ie­ri, do­po lun­ghe ore di me­di­ta­zio­ne di fron­te al­lo scan­da­lo che av­vam­pa­va, è la sin­te­si più si­gni­fi­ca­ti­va del­la po­si­zio­ne nel­la qua­le l’ex go­ver­na­to­re dell’in­dia­na è ve­nu­to a tro­var­si.

Una po­si­zio­ne di giu­di­ce nei con­fron­ti di quel­lo che do­vreb­be es­se­re il suo ca­po, e con un giu­di­zio che espri­me a pie­no la na­tu­ra re­li­gio­sa del­la sua ispi­ra­zio­ne po­li­ti­ca. La gran par­te dell’elet­to­ra­to ame­ri­ca­no igno­ra­va l’esi­sten­za di Pen­ce al­la vi­gi­lia del di­bat­ti­to che lo ha vi­sto op­po­sto mer­co­le­dì scor­so al can­di­da­to democratico per la vi­ce pre­si­den­za: Tim Kai­ne.

Dal­la pri­ma ora suc­ces­si­va all’in­con­tro il suo de­sti­no sem­bra­va in­ve­ce già se­gna­to. La ca­pi­glia­tu­ra di bian­co can­di­do su un cor­po an­co­ra pre­stan­te, la fac­cia pu­li­ta e il pi­glio au­to­re­vo­le, la pa­ro­la con­ci­sa e in­ci­si­va, a me­tà tra l’eroe ta­ci­tur­no di un we­stern e il non­no che sie­de a ca­po­ta­vo­la in una fa­mi­glia nu­me­ro­sa.

Pen­ce ha “bu­ca­to lo scher­mo”, e si è im­po­sto con la for­za di un ri­mor­so im­me­dia­to: quel­lo di non es­se­re sta­to dall’ini­zio la pri­ma scel­ta di un par­ti­to che è sta­to scip­pa­to dall’in­tru­so Trump, non al­li­nea­to e im­pre­ve­di­bi­le co­me un ura­ga­no di for­za 5. Il suo co­mu­ni­ca­to di ie­ri, nel­la por­zio­ne in cui par­la dell’in­vo­ca­zio­ne di­vi­na e poi dell’aspet­ta­ti­va di una con­fes­sio­ne a cuo­re aper­to da par­te di Trump, si rial­lac­cia ai to­ni mes­sia­ni­ci che ave­va­mo già sen­ti­to in chiu­su­ra del di­bat­ti­to con Kai­ne, quan­do chia­ma­to dal­la mo­de­ra­tri­ce a par­la­re del­le sue con­vin­zio­ni re­li­gio­se, si è pro­dot­to in una ti­ra­ta con­tro il di­rit­to del­le don­ne a sce­glie­re in te­ma di abor­to. Par­la­va, al­lo­ra co­me ie­ri, al­la ba­se evan­ge­li­ca che non ha mai di­ge­ri­to l’am­bi­gui­tà di Trump, ex di­fen­so­re di quel di­rit­to, e rap­pre­sen­tan­te di quel­la cor­ru­zio­ne mo­ra­le del­la cul­tu­ra new­yor­ke­se, che an­che l’al­tro mes­sia­ni­co di que­sta cam­pa­gna re­pub­bli­ca­na, Ted Cruz, ave­va in­di­vi­dua­to in lui, e che ave­va cer­ca­to di at­tac­ca­re con scar­so suc­ces­so.

È fa­ci­le im­ma­gi­na­re co­me un even­tua­le ri­bal­ta­men­to al ver­ti­ce del­la can­di­da­tu­ra con Pen­ce che di­ven­ta il ca­po­fi­la, im­pro­ba­bi­le e for­se im­pos­si­bi­le, ria­pri­reb­be ai repubblicani una fa­scia di con­sen­so che si è an­da­ta as­sot­ti­glian­do nel cor­so de­gli ul­ti­mi me­si, e che ri­schia ora di pre­ci­pi­ta­re in se­gui­to al­lo scan­da­lo del vi­deo ap­pe­na ap­par­so.

Di Pen­ce si era in­fat­ti ini­zia­to a par­la­re già la se­ra di mer­co­le­dì co­me il pro­ba­bi­le can­di­da­to per le ele­zio­ni del 2020, qua­lun­que sia l’esi­to di quel­le in cor­so. La pres­sio­ne del­le ul­ti­me ore del par­ti­to per una ri­nun­cia di Trump che apra la por­ta al sal­va­to­re dell’ul­ti­ma ora sta rag­giun­gen­do il pic­co dell’in­ten­si­tà, in una cor­sa che ri­schia di es­se­re stran­go­la­ta nell’af­fan­no e nel ve­le­no.

SORPRESA Mi­ke Pen­ce

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.