Ba­ti­sto­co­co e i ri­ti che fan­no co­mu­ni­tà

Il Gazzetino (Venezia) - - Mestre -

(G.P.B.) Quel­lo che il Va­po­re sta ce­le­bran­do è qual­co­sa di di­ver­so da un sem­pli­ce tren­ten­na­le. Tra i ta­vo­li e il palco del lo­ca­le di Marghera è in­fat­ti tran­si­ta­ta una ge­ne­ra­zio­ne di ap­pas­sio­na­ti di musica che, a va­ri li­vel­li, non han­no mai mol­la­to. Non è un ca­so che ve­ner­dì se­ra i Ba­ti­sto­co­co ab­bia­no de­ci­so di ri­bat­tez­za­re il pro­prio tour con una fra­se elo­quen­te "Mai stu­fi", che rac­chiu­de l’ine­sau­ri­bi­le pas­sio­ne per i con­cer­ti di sal­sa. Ed­dy De Fan­ti e Ste­fa­no Pe­sce, pur nei ri­spet­ti­vi ruo­li, han­no ri­mes­so as­sie­me trac­ce di me­mo­ria col­let­ti­va in una cit­tà che chie­de un oriz­zon­te di­ver­so dal­la pro­li­fe­ra­zio­ne del­le sa­le scom­mes­se, da­gli in­ter­mi­na­bi­li di­bat­ti­ti sul­la si­cu­rez­za e dal­la pre­oc­cu­pan­te chiu­su­ra dei teatri (dal­la Mu­ra­ta al­le Fon­da­men­te nuo­ve). E in que­sto con­te­sto di fra­gi­le ot­ti­mi­smo, ma con la for­za dell’iro­nia, il con­cer­to dei Ba­ti­sto­co­co è tor­na­to a far ri­vi­ve­re l’at­mo­sfe­ra ge­nui­na de­gli an­ni Ot­tan­ta quan­do il lo­ca­le, tra la per­for­man­ce di Ste­ve La­cy e la vi­si­ta a sorpresa di Van Mor­ri­son, si muo­ve­va in un con­te­sto cit­ta­di­no più ric­co e sti­mo­lan­te. La scom­mes­sa non è per­sa, an­zi, ma è chia­ro che que­sta ener­gia, che in real­tà è l’es­sen­za stes­sa del sen­so di co­mu­ni­tà di un ter­ri­to­rio, ha bi­so­gno di tra­mu­tar­si in con­fer­me e pro­po­ste. Par­ten­do da al­cu­ni pun­ti fer­mi. «Ri­den­do e scher­zan­do, sen­za far dan­ni - can­ta­va la band ve­ner­dì men­tre bal­la­va an­che lo staff del lo­ca­le - i Ba­ti­sto e il Va­po­re han fat­to i 30 an­ni».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.