Pro­get­to mer­ca­to con me­no ban­chi

La nuo­va Giun­ta vuo­le ri­dur­re il nu­me­ro del­le po­sta­zio­ni a van­tag­gio del pla­tea­ti­co dei bar

Il Gazzetino (Venezia) - - Venezia Mestre - Mar­co Biol­ca­ti

Sem­bra cer­to lo spo­sta­men­to del­le ga­stro­no­mie in cam­po Mar­co­ni

CHIOGGIA

Il pro­get­to non è pri­vo di op­po­si­to­ri Con­tra­ri Ascom e Con­fe­ser­cen­ti

L'am­mi­ni­stra­zio­ne Fer­ro pro­va a ri­vo­lu­zio­na­re il mer­ca­to del gio­ve­dì. Qual­che gior­no fa si è te­nu­ta una com­mis­sio­ne con­si­lia­re a cui han­no par­te­ci­pa­to l'as­ses­so­re al com­mer­cio e al­le at­ti­vi­tà pro­dut­ti­ve An­ge­la D'este e il di­ri­gen­te co­mu­na­le Pao­lo Ar­diz­zon. Pro­prio a lui spet­te­rà il com­pi­to di ri­di­se­gna­re il tra­di­zio­na­le ap­pun­ta­men­to con il mer­ca­to set­ti­ma­na­le ben co­no­sciu­to an­che al di fuo­ri del­le mu­ra lo­ca­li. Uno dei mer­ca­ti più gran­di del­la pro­vin­cia, ap­pun­ta­men­to fis­so per tan­ti tu­ri­sti e, so­prat­tut­to, per i re­si­den­ti. At­tual­men­te i ban­chi so­no 213 e da re­go­la­men­to pos­so­no ar­ri­va­re fi­no a 216. Nel­le in­ten­zio­ni del­la nuo­va giun­ta pen­ta­stel­la­ta i ban­chi do­vreb­be­ro pas­sa­re a 200, 13 in me­no di quel­li at­tua­li. Un prov­ve­di­men­to che per­met­te­reb­be a buo­na par­te dei bar del cen­tro sto­ri­co di man­te­ne­re at­ti­vo il pro­prio pla­tea­ti­co e, in fu­tu­ro, ma­ga­ri ren­der­lo fis­so e uni­for­me per re­ga­la­re un col­po d'oc­chio mi­glio­re a cor­so del Po­po­lo. Si è co­mun­que al­le pri­me bat­tu­te di un iter che si an­nun­cia lun­go, dif­fi­ci­le e non pri­vo di po­le­mi­che. In mu­ni­ci­pio so­no già ar­ri­va­te due let­te­re, da par­te di Ascom e Con­fe­scer­cen­ti, che espri­mo­no la pro­pria con­tra­rie­tà al­la ri­du­zio­ne del nu­me­ro di ban­chi. La map­pa­tu­ra di cor­so del Po­po­lo, por­ta­ta dall'am­mi­ni­stra­zio­ne co­mu­na­le in com­mis­sio­ne, è an­co­ra una boz­za, co­me spie­ga an­che il con­si­glie­re di For­za Ita­lia Be­nia­mi­no Bo­sco­lo: «Ci so­no di­ver­si pun­ti che non so­no chia­ri - rac­con­ta l'am­mi­ni­stra­zio­ne di­ce di vo­ler pas­sa­re da 213 a cir­ca 200 ban­chi, ma in map­pa­tu­ra ne han­no mes­si so­lo 193. Inol­tre la giun­ta Fer­ro è si­cu­ra che con la nor­ma­ti­va Bol­ke­stein che pre­ve­de la mes­sa al ban­do dei po­sti dei mer­ca­ti, si avran­no me­no ri­chie­ste. In real­tà po­treb­be­ro es­se­re mol­te di più. Ab­bia­mo at­tual­men­te cir­ca una tren­ti­na di am­bu­lan­ti "pre­ca­ri" che su­ben­tra­no nel ca­so qual­cu­no dei ti­to­la­ri, per le più sva­ria­te ra­gio­ni, non pos­sa ve­ni­re il gio­ve­dì. Quin­di po­ten­zial­men­te le ri­chie­ste po­treb­be­ro di­ven­ta­re an­che 250. At­ten­dia­mo del­le car­te più pre­ci­se per po­ter espri­me­re il no­stro pa­re­re». Di­mi­nui­re il nu­me­ro di ban­chi non sa­rà fa­ci­le an­che per via del re­go­la­men­to che pre­ve­de que­sta pos­si­bi­li­tà, ma so­lo a fron­te di una mo­ti­va­zio­ne di un cer­to spes­so­re. In­som­ma, la ri­vo­lu­zio­ne del mer­ca­to, non è pro­prio die­tro l'an­go­lo. Ap­pa­re in­ve­ce si­cu­ro lo spo­sta­men­to di tut­ti i ban­chi di ga­stro­no­mia di­slo­ca­ti lun­go cor­so del Po­po­lo: in ac­cor­do con le ca­te­go­rie ver­ran­no ospi­ta­ti nel­la zo­na di cam­po Mar­co­ni. Un'area si­cu­ra e at­trez­za­ta per que­sto ti­po di at­ti­vi­tà.

PO­LE­MI­CHE La rior­ga­niz­za­zio­ne del mer­ca­to è sta­ta più vol­te al cen­tro di po­le­mi­che

SET­TI­MA­NA­LE Il mer­ca­to si svol­ge ogni gio­ve­dì in cor­so del

Po­po­lo

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.