MAN­CA IL SEN­SO DI CO­MU­NI­TÀ

Il Gazzetino (Venezia) - - L’Agenda -

Nien­te da di­re, la festa “pro­prio co­me una vol­ta” è sta­to un bel suc­ces­so e dav­ve­ro un bel mo­men­to. Ha ri­cor­da­to quel­lo che era­va­mo ma an­che quel­lo che sia­mo: un po­po­lo di an­zia­ni no­stal­gi­ci dei vec­chi tem­pi e più pro­pen­si ai ri­cor­di che a ve­re nuo­ve ini­zia­ti­ve. Si è par­la­to pu­re di Po­lis pren­den­do ad esem­pio que­sto even­to. Ma la Po­lis non era quel­la cit­tà in cui la gen­te par­te­ci­pa­va quo­ti­dia­na­men­te aven­do non so­lo fi­du­cia in es­sa ma an­che ri­co­no­scen­do­le un ruo­lo di uni­tà e si­cu­rez­za per il fu­tu­ro? Ma qua­le è quel­la Po­lis che può ave­re un fu­tu­ro se non è in gra­do di rin­no­var­si adat­tan­do­si ai nuo­vi tem­pi? Me­stre è ar­ri­va­ta a que­sta si­tua­zio­ne non per col­pa di gio­va­ni che non fre­quen­ta­no più Piaz­za Fer­ret­to, ma per col­pa di ma­tu­ri che co­me me non han­no più con­tri­bui­to a dar­gli fi­du­cia nel fu­tu­ro, per col­pa di per­so­ne che han­no pen­sa­to più al pro­prio egoi­smo che non al­la co­mu­ni­tà. C’è bi­so­gno di gen­te ca­pa­ce con prin­ci­pi ci­vi­li in gra­do di ri­co­strui­re que­sta fi­du­cia. Gen­te ca­pa­ce nei ruo­li de­ter­mi­nan­ti del­le isti­tu­zio­ni, con un pro­get­to co­mu­ne da por­ta­re avan­ti at­tra­ver­so una ve­ra col­la­bo­ra­zio­ne tra tut­te le for­ze

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.