La for­za del­le don­ne, nel se­gno di Va­le­ria

Al­do Caz­zul­lo ha pre­sen­ta­to il suo ul­ti­mo li­bro al li­ceo clas­si­co Mar­co Po­lo ri­cor­dan­do la So­le­sin

Il Gazzetino (Venezia) - - L’Agenda - Raf­fae­le Ro­sa

VE­NE­ZIA - La de­di­ca ini­zia­le è per sua fi­glia Ros­sa­na. «Le don­ne ere­di­te­ran­no la ter­ra», l'ul­ti­mo li­bro di Al­do Caz­zul­lo (Mon­da­do­ri), è un at­to d'amo­re per il ge­ne­re fem­mi­ni­le. Le don­ne di ie­ri, le non­ne e tri­snon­ne, quel­le che han­no fat­to la sto­ria, che han­no lot­ta­to per ave­re ugua­li di­rit­ti, quel­le che co­me Va­le­ria So­le­sin, a cui è de­di­ca­to un ca­pi­to­lo, che so­no di­ven­ta­te un mo­del­lo per tan­te gio­va­ni. Al­do Caz­zul­lo (fo­to) ie­ri ha pre­sen­ta­to il suo ul­ti­mo la­vo­ro al Li­ceo Clas­si­co-mu­si­ca­le Mar­co Po­lo. Un in­con­tro, quel­lo con gli stu­den­ti, or­ga­niz­za­to dal­la li­bre­ria To­let­ta nell'am­bi­to di un per­cor­so scuo­la-la­vo­ro che ve­de Gio­van­ni Pe­liz­za­to col­la­bo­ra­re con l'isti­tu­to at­tra­ver­so il pro­get­to To­let­ta Teens con una se­rie di ini­zia­ti­ve e in­con­tri co­me quel­lo di ie­ri con Al­do Caz­zul­lo e che ve­de coin­vol­ti 12 stu­den­ti del Mar­co Po­lo. «Ini­zian­do da mia ma­dre fi­no a mia fi­glia Ros­sa­na que­sto è un li­bro de­di­ca­to al­le ra­gaz­ze che, ap­pun­to, nei pros­si­mi an­ni ere­di­te­ran­no il fu­tu­ro di que­sto pia­ne­ta - ha det­to lo scrit­to­re pie­mon­te­se - Stia­mo an­dan­do ver­so un se­co­lo in cui le don­ne avran­no il po­te­re e lo use­ran­no me­glio di noi. La Ger­ma­nia lo sta già fa­cen­do da tem­po, l'ame­ri­ca pro­ba­bil­men­te lo fa­rà con la Clin­ton. È un li­bro sor­ri­den­te, ma an­che di gran­de do­lo­re. Og­gi bi­so­gna es­ser fer­mi sul ri­spet­to del­la di­gni­tà del­la don­na. L'uo­mo ha sem­pre avu­to pau­ra del­la li­ber­tà del­la don­na e la ri­vo­lu­zio­ne dei di­rit­ti del­le don­ne è l'uni­ca che ha at­tec­chi­to in que­sti de­cen­ni. Una ri­vo­lu­zio­ne che va di­fe­sa».

Mo­ni­ca Val­le­ri­ni, at­tri­ce di Bas­sa­no del Grap­pa pro­ta­go­ni­sta del­la fic­tion Rai «Me­di­co in fa­mi­glia» leg­ge con due stu­den­ti al­cu­ni bra­ni. IL ter­zo ca­pi­to­lo è quel­lo più at­te­so. È de­di­ca­to a Va­le­ria So­le­sin: «Va­le­ria fi­glia d'ita­lia». «La sto­ria di Va­le­ria mi col­pì su­bi­to. La sua fa­mi­glia, il fu­ne­ra­le a San Mar­co quel­la fra­se sen­ti­ta al­la te­le­vi­sio­ne del­la mam­ma: "no­stra fi­glia man­che­rà mol­to a noi e al suo pae­se". Qual­che me­se fa so­no sta­to a Can­na­re­gio, a ca­sa di Va­le­ria e ho par­la­to con Lu­cia­na Va­le­ri: mi ha aper­to le por­te del­la stan­za del­la fi­glia, i suoi li­bri, i suoi so­gni. Stan­do con sua ma­dre e ascol­tan­do il suo rac­con­to ho ca­pi­to per­ché tan­te ra­gaz­ze si so­no im­me­de­si­ma­te in Va­le­ria. Lei rap­pre­sen­ta una ge­ne­ra­zio­ne con cui l'ita­lia è sta­ta po­co ge­ne­ro­sa. Lei non ha pia­gnu­co­la­to, si è mes­sa in gio­co, è an­da­ta a Pa­ri­gi. Non è un'eroi­na - con­clu­de Caz­zul­lo - si è tro­va­ta a qual­co­sa più gran­de di lei la sua vi­ta un mo­del­lo di vi­ta. Tan­te ra­gaz­ze fa­ran­no co­me lei, an­dran­no all'este­ro, si met­te­ran­no in gio­co».

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.