REN­ZI È UN COM­BAT­TEN­TE

Il Gazzetino (Venezia) - - Borsa Mercati -

Au­spi­can­do una pron­ta pub­bli­ca­zio­ne del­la pre­sen­te pre­ci­sa­zio­ne, le invio cor­dia­li sa­lu­ti.

Do­me­ni­co Sci­bet­ta Com­mis­sa­rio Azien­da Ulss 15 Al­ta Pa­do­va­na E' una ba­gar­re che du­re­rà an­co­ra a lun­go ma la­sce­rà un alo­ne di tri­stez­za sia che vin­ca il si sia che vin­ca il no. Ren­zi non si ar­ren­de, è un com­bat­ten­te che non per­de oc­ca­sio­ne per es­se­re an­che in­so­len­te. So­lo una vit­to­ria dei no lo ren­de­reb­be più man­sue­to. Sta­re­mo a ve­de­re co­sa suc­ce­de. Ren­zo Fia­ba­ne

Bel­lu­no bi­ghel­lo­na­re per l’ita­lia per­chè nel suo Pae­se è pre­vi­sta la pe­na di mor­te per chi uc­ci­de. Mi ri­fe­ri­sco a quel ven­ten­ne ni­ge­ria­no, immigrato clan­de­sti­na­men­te e la­scia­to li­be­ro dal­la Ma­gi­stra­tu­ra ve­ne­zia­na aven­do di­chia­ra­to che nel suo vil­lag­gio ha am­maz­za­to un uo­mo, evi­tan­do così il fo­glio di via e l’im­pic­ca­gio­ne cer­ta. Il prov­ve­di­men­to del­la Ma­gi­stra­tu­ra è giu­sti­fi­ca­to poi­ché la giu­sti­zia ita­lia­na vie­ta il rim­pa­trio per chi ri­schia la pe­na ca­pi­ta­le. Ma io mi do­man­do è mai pos­si­bi­le che un as­sas­si­no reo con­fes­so pos­sa ri­ma­ne­re nel no­stro Pae­se sen­za che sia sta­to pre­so al­cun prov­ve­di­men­to re­strit­ti­vo nei suoi con­fron­ti? Se pas­sa que­sta cle­men­za quan­ti as­sas­si­ni o pre­sun­ti ta­li do­vrà ac­col­lar­si l’ita­lia? Na­ta­le Co­de­mo Li­do di Ve­ne­zia

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.