«Sia­mo pron­ti a fa­re i la­vo­ri. Aspet­tia­mo il Co­mu­ne»

Il Gazzetino (Venezia) - - Mestre -

"Pic­co­lo" è me­glio. «Con un nu­me­ro di spet­ta­to­ri non su­pe­rio­re a 100 vi so­no me­no vincoli per i luo­ghi di pub­bli­co spet­ta­co­lo» spie­ga­no all’as­so­cia­zio­ne che pro­po­ne il pro­get­to di tra­sfor­ma­zio­ne dell’au­to­ri­mes­sa co­mu­na­le di via Spal­ti in sa­la tea­tro. Se al Co­mu­ne vie­ne chie­sto di ren­de­re agi­bi­le un se­con­do ba­gno e di do­ta­re il fab­bri­ca­to di im­pian­to di ri­scal­da­men­to e con­di­zio­na­to­re (una spe­sa che non sa­reb­be su­pe­rio­re ai 20mi­la eu­ro, for­se an­che me­no vi­sto che si trat­ta di uno spa­zio di 240 me­tri qua­dri), i pri­va­ti si ac­col­le­reb­be­ro tut­te le spe­se di al­le­sti­men­to del tea­tro, cir­ca 50mi­la eu­ro. E cioé: l’in­stal­la­zio­ne di un pal­co­sce­ni­co mo­bi­le di 8 me­tri per 6 in le­gno igni­fu­go, l’ac­qui­sto de­gli im­pian­ti au­dio, di illuminazione e di 100 pol­tron­ci­ne a nor­ma di leg­ge, ten­dag­gi e ar­re­di del foyer. Poi, una vol­ta av­via­ta la sa­la tea­tro, i ge­sto­ri si ac­col­le­reb­be­ro tut­te le uten­ze (co­sa non scon­ta­ta, vi­sto che in mol­ti edi­fi­ci pub­bli­ci usa­ti da as­so­cia­zio­ni pri­va­te, è il Co­mu­ne a pa­ga­re le bol­let­te, in tut­to o in par­te). Da non di­men­ti­ca­re, infine, che l’as­so­cia­zio­ne è pron­ta ad or­ga­niz­za­re an­che even­ti tea­tra­li e mu­si­ca­li ri­vol­ti agli an­zia­ni ospi­ti del­la Ca­sa di ri­po­so.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.