Chi­tar­ri­sta stron­ca­to dal ma­le

Ad­dio a Al­ber­to For­tu­ni, front­man del "Nuo­vo Fron­te", tri­bu­te band di Va­sco Ros­si. La­scia due bim­bi

Il Gazzetino (Venezia) - - Mestre -

Ha lot­ta­to fi­no all’ul­ti­mo, ma il ma­le è sta­to più for­te di lui. Al­ber­to For­tu­ni, chi­tar­ri­sta 58en­ne del "Nuo­vo Fron­te", una del­le più fa­mo­se tri­bu­te band de­di­ca­te a Va­sco Ros­si, è mor­to ie­ri a Me­stre la­scian­do la mo­glie e due bim­bi di 8 e 3 an­ni.

«Ami­ci ca­ris­si­mi, og­gi alle 12.40 il gran­de cuore di Al­ber­to ha ces­sa­to di bat­te­re. Ci ha la­scia­to se­re­na­men­te sa­pen­do di es­se­re ama­to da tut­ti noi. È sta­to for­te fi­no all'ul­ti­mo». Con que­ste pa­ro­le la pa­gi­na Fa­ce­book del "Nuo­vo Fron­te" ha da­to ie­ri la ter­ri­bi­le no­ti­zia ai tan­ti so­ste­ni­to­ri che, fi­no a not­te fon­da, han­no la­scia­to il lo­ro ri­cor­do e le lo­ro te­sti­mo­nian­ze di af­fet­to per il mu­si­ci­sta, da tem­po ma­la­to. Al­ber­to era co-fon­da­to­re del­la band nata nel 1999: da al­lo­ra an­ni di con­cer­ti, pal­chi e lo­ca­li gran­di e pic­co­li, sem­pre in­ter­pre­tan­do con pas­sio­ne le can­zo­ni di Va­sco Ros­si as­sie­me a Da­vi­de Truc­co­lo (ta­stie­re, pro­gram­ma­zio­ni e co­ri), Al­do Guer­ri (Vo­ce), Uc­cio Riz­zo (bat­te­ria) e Vla­di­mi­ro Di­ma­to­re (bas­so). An­che in que­sti gior­ni il grup­po ave­va pro­gram­ma­to dei con­cer­ti: que­sta se­ra e do­ma­ni a Gal­li­leo Fon­ta­nel­le e Re­sa­na, nel Tre­vi­gia­no, e la pros­si­ma settimana a Ca­sa­le sul Si­le.

Al­ber­to For­tu­ni, ori­gi­na­rio di Ma­roc­co di Mo­glia­no, abi­ta­va a Me­stre, nel­la zo­na del Ter­ra­glio ai con­fi­ni con Mo­glia­no, con la mo­glie Mar­ta Pa­ga­nin spo­sa­ta me­no di quat­tro an­ni fa. Una cop­pia fe­li­ce, con due bim­bi in te­ne­ra età, ma la cui gio­ia è sta­ta spezzata dal­la ma­lat­tia che ave­va col­pi­to il chi­tar­ri­sta.

Sul suo pro­fi­lo Fa­ce­book, la mo­glie ha la­scia­to il suo toc­can­te ri­cor­do: «Amo­re mio in­fi­ni­to, ci sia­mo ama­ti che di più non si po­te­va. È sta­to e sa­rà sem­pre un amo­re pu­ro, ve­ro ed in­fi­ni­to. Nien­te e nes­su­no mai po­trà cam­bia­re que­sto sen­ti­men­to. Po­trei dir­ti mil­le co­se, ma le pa­ro­le non ba­ste­reb­be­ro. Og­gi, ie­ri e do­ma­ni. Per sem­pre noi. Ciao amo­re».

(f.fen.)

LA MO­GLIE

AVE­VA 58 AN­NI Al­ber­to For­tu­ni era na­to a Mo­glia­no

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.