Una for­za di rea­zio­ne ra­pi­da pron­ta ad in­ter­ve­ni­re in ap­pe­na due gior­ni

Il Gazzetino (Venezia) - - Primo Piano -

BRU­XEL­LES - A feb­bra­io 2015 i mi­ni­stri del­la Di­fe­sa del­la Na­to han­no de­ci­so di raf­for­za­re il cor­po di rea­zio­ne ra­pi­da dell'al­lean­za con gli 'Spea­rheads For­ces', le 'pun­te di lan­cia', una bri­ga­ta di ter­ra di 5mi­la uni­tà ope­ra­ti­va­men­te di­spie­ga­bi­le nel gi­ro di 48 ore in qual­sia­si pun­to dell'al­lean­za, in­clu­so il fian­co est dal Bal­ti­co al Mar Ne­ro, con avia­zio­ne, tank, for­ze spe­cia­li, ma­ri­na, mu­ni­zio­ni e al­me­no quat­tro bat­ta­glio­ni mul­ti­na­zio­na­li 're­si­den­ti a ro­ta­zio­ne' già po­si­zio­na­ti in ot­to ba­si a par­ti­re da Pae­si bal­ti­ci e Po­lo­nia. So­no 40.000, com­ples­si­va­men­te, i sol­da­ti che fan­no par­te del cor­po di rea­zio­ne ra­pi­da.

Sem­pre nel 2015 i mi­ni­stri han­no de­ci­so di apri­re le nuo­ve ba­si avan­za­te (Nfiu) in sei Pae­si dell'est: Bul­ga­ria, Esto­nia, Lettonia, Li­tua­nia, Po­lo­nia e Ro­ma­nia. I nuo­vi avam­po­sti Na­to so­no par­te del nuo­vo pia­no di azio­ne ra­pi­da (Rap) adot­ta­to co­me ri­spo­sta al­la nuova po­stu­ra ag­gres­si­va del­la Rus­sia e so­no sta­ti aper­ti a So­fia, Tal­linn, Ri­ga, By­doszcz e Bu­ca­re­st ol­tre che a Vil­nius. Si trat­ta es­sen­zial­men­te di cen­tri di co­man­do do­ta­ti di per­so­na­le ri­dot­to (40 mi­li­ta­ri, di cui 20 for­ni­ti del­le for­ze ar­ma­te lo­ca­li, gli al­tri 20 a ro­ta­zio­ne da pae­si dell'al­lean­za) a di­spo­si­zio­ne del­le 'Spea­rheads'. In ca­so di cri­si, que­sti avam­po­sti as­si­cu­re­ran­no che le for­ze Na­to agi­sca­no in­sie­me fin dall'ini­zio.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.