La scel­ta di don Scar­pa L’aper­tu­ra di don Tre­vi­siol

Il par­ro­co di Car­pe­ne­do: «Li­ber­tà nel­le de­ci­sio­ni»

Il Gazzetino (Venezia) - - Primo Piano -

(m.fus.) Con sem­pre me­no or­di­na­zio­ni di nuo­vi sa­cer­do­ti e quin­di una pre­sen­za re­li­gio­sa già in ca­lo, ora la Chie­sa de­ve af­fron­ta­re an­che il pro­ble­ma dei pre­ti che se ne van­no. La par­roc­chia spi­ne­ten­se fa par­te del­la dio­ce­si di Treviso ma di re­cen­te an­che quel­la ve­ne­zia­na si è tro­va­ta di fron­te a un ca­so si­mi­le. Quel­lo di don Mar­co Scar­pa, par­ro­co di San Pan­ta­lon a Venezia e a lun­go vi­ca­rio a Car­pe­ne­do, che a me­tà set­tem­bre ha sor­pre­so tut­ti an­nun­cian­do, pri­ma dal pul­pi­to e poi su Fa­ce­book, l'in­ten­zio­ne di la­scia­re la to­na­ca. Ha usa­to po­che pa­ro­le, pro­nun­cia­te al­la fi­ne del­la mes­sa con cui si è con­ge­da­to dai suoi par­roc­chia­ni: «mi pren­de­rò un pe­rio­do di so­spen­sio­ne per una ve­ri­fi­ca nell'am­bi­to dell'af­fet­ti­vi­tà». Di fat­to la­scian­do in­ten­de­re l'esi­sten­za di un le­ga­me sen­ti­men­ta­le.

Una scel­ta sof­fer­ta, co­me già spie­ga­va don Scar­pa nel suo mes­sag­gio: «Chie­do scu­sa a tut­ti per le mie ina­de­gua­tez­za e per i miei pec­ca­ti. So­no ad­do­lo­ra­to se a qual­cu­no so­no sta­to di scan­da­lo, di in­ciam­po, in­ve­ce che un com­pa­gno di stra­da nel­la via ver­so il Si­gno­re». Pa­ro­le ac­col­te con af­fet­to dai suoi par­roc­chia­ni, che han­no ca­pi­to la sua de­ci­sio­ne e lo han­no rin­gra­zia­to per il ge­sto di pu­ra one­stà. Non è chia­ro se le mo­ti­va­zio­ni del­la de­ci­sio­ne di don Fla­vio Gob­bo sia­no si­mi­li, ma di cer­to si trat­ta del se­con­do pre­te che, in po­chi me­si, ha scel­to di ab­ban­do­na­re per un po’ il ruo­lo di par­ro­co. Si­tua­zio­ne che nel­la chie­sa, a par­ti­re da pa­pa Fran­ce­sco, sta già apren­do una pro­fon­da ri­fles­sio­ne tra i fa­vo­re­vo­li e i con­tra­ri all'aper­tu­ra del sa­cer­do­zio an­che a per­so­ne spo­sa­te.

Po­treb­be ri­sol­le­va­re la chie­sa dal pro­ble­ma del­la cri­si di vo­ca­zio­ne? Se­con­do don Ar­man­do Tre­vi­siol, sto­ri­co par­ro­co di Car­pe­ne­do che ora ha 87 an­ni ed è un ri­fe­ri­men­to per la chie­sa ve­ne­zia­na, è una pos­si­bi­li­tà. «Io so­no del pa­re­re - ave­va scrit­to com­men­tan­do la vi­cen­da di don Mar­co Scar­pa che pri­ma o do­po la lo­ro con­sa­cra­zio­ne i pre­ti pos­so­no ri­ma­ne­re li­be­ri nel­le lo­ro scel­te di re­sta­re ce­li­bi o spo­sar­si. Mi pa­re bel­lo, af­fa­sci­nan­te e op­por­tu­no che nel­la Chie­sa vi sia­no crea­tu­re che fac­cia­no la scel­ta di de­di­car­si cor­po e ani­ma ai fe­de­li da ce­li­bi. Pe­rò pen­so pu­re che non vi sia mo­ti­vo di al­cun ge­ne­re per op­por­si, an­che se chi sce­glie di fa­re il pre­te, lo fac­cia pu­re da co­niu­ga­to. Tut­te le mo­ti­va­zio­ni con­tro que­sta te­si mi sem­bra­no an­ti­sto­ri­che e non re­li­gio­se».

SAN PAN­TA­LON Don Mar­co Scar­pa

CAR­PE­NE­DO Don Ar­man­do Tre­vi­siol

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.