Fran­ca Va­le­ri: il se­gre­to di in­vec­chia­re be­ne

Il Gazzetino (Venezia) - - Cultura & Società - Ele­na Fer­ra­re­se

Fran­ca Va­le­ri, 96 an­ni, è una del­le po­che gran­di at­tri­ci (ma an­che per­so­ne) che non ha pau­ra di in­vec­chia­re. Lo di­mo­stra con il suo sti­le, la sua pa­ca­tez­za, il suo es­se­re sè stes­sa sen­za timore, la sua vo­glia di con­ti­nua­re a fa­re spet­ta­co­lo, no­no­stan­te la fa­ti­ca fi­si­ca, e di pro­dur­re ope­re. Ie­ri se­ra era a Cassola, nel Bas­sa­ne­se, in­vi­ta­ta dal­la Fon­da­zio­ne Ai­da ad inau­gu­ra­re la sta­gio­ne tea­tra­le dell'au­di­to­rium Vi­val­di con la pre­sen­ta­zio­ne del suo nuo­vo li­bro "La va­can­za dei su­per­sti­ti: (e la chia­ma­no vec­chia­ia)", nel­la sua uni­ca da­ta nel Ve­ne­to, re­gio­ne che ama e che de­fi­ni­sce con sim­pa­tia «gran bel pez­zo di ter­ra». Ma già ap­pro­fit­ta­va dell'oc­ca­sio­ne per sve­la­re che que­sto non sa­rà l'ul­ti­mo: ne sta scri­ven­do un al­tro sul­la cri­si del tea­tro.

«I li­bri, le com­me­die, gli spet­ta­co­li, na­sco­no co­me un mi­ra­co­lo», spie­ga al Gaz­zet­ti­no pri­ma di an­da­re in sce­na. «Un gior­no ho scrit­to: "Im­prov­vi­sa­men­te ho 90 an­ni". Que­sto è sta­to l'ini­zio e da lì è nata l'ope­ra, sen­za me­di­ta­re a lun­go. In­vec­chia­re non è me­ra­vi­glio­so, è più bel­lo es­se­re gio­va­ni, ma si può an­che in­vec­chia­re be­ne, so­prat­tut­to se hai avu­to una bel­la vi­ta. Io, con tut­ti i nor­ma­li do­lo­ri, l'ho avu­ta, ma ho fat­to di tut­to per es­se­re for­tu­na­ta, que­sto sì. So­no ot­ti­mi­sta e mi sfor­zo di da­re una svol­ta pia­ce­vo­le al­la mia so­prav­vi­ven­za. In­ve­ce nel 2000 è suc­ces­so qual­co­sa nel­la te­sta de­gli uo­mi­ni: sem­bra che non vo­glia­no es­se­re fe­li­ci».

Lei, che ha fat­to del far fe­li­ce e far ri­de­re il pub­bli­co una ra­gio­ne di vi­ta con la sua lun­ghis­si­ma car­rie­ra in cam­po ci­ne­ma­to­gra­fi­co e tea­tra­le, è con­sa­pe­vo­le pe­rò che «la co­mi­ci­tà è una co­sa se­ria, è un do­no di na­tu­ra per po­chi». E tra i pri­vi­le­gia­ti che que­sto do­no l'han­no avu­to ri­cor­da Da­rio Fo: «Pur­trop­po mi ha pre­ce­du­to. Sia­mo na­ti ar­ti­sti­ca­men­te in­sie­me, io ho vi­sto na­sce­re il suo flirt con Fran­ca Ra­me. Lui era un fe­no­me­no: la se­ra do­po la sua mor­te ho ascol­ta­to uno dei suoi lun­ghi mo­no­lo­ghi: è in­cre­di­bi­le la for­za in­te­rio­re che ave­va. Lo rim­pian­go tan­to, ma lo rag­giun­ge­rò».

La­scia­ta la ma­lin­co­nia die­tro le quin­te, Fran­ca Va­le­ri ha in­trat­te­nu­to il pub­bli­co con aned­do­ti spas­so­si e ine­di­ti sul­la sua bio­gra­fia an­ti­con­for­mi­sta. La boc­cia­tu­ra all'ac­ca­de­mia d'ar­te

«Ab­bia­mo co­min­cia­to in­sie­me, la sua for­za in­te­rio­re era enor­me»

AT­TRI­CE Fran­ca Va­le­ri

ie­ri se­ra a Cassola. Sot­to

con So­phia Lo­ren nel film

"Il se­gno di Ve­ne­re" di Di­no

Ri­si, del 1955

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.