Ve­ne­zia, ora ser­ve equi­li­brio

Il Gazzetino (Venezia) - - Ogni Sport - DI LU­CA MIA­NI

Tro­va­ti i gol de­gli at­tac­can­ti ades­so c’è da re­gi­stra­re la di­fe­sa.

Il Ve­ne­zia con­ti­nua nel­la sua gra­dua­le cre­sci­ta e ora de­ve pen­sa­re a tro­va­re il ne­ces­sa­rio equi­li­brio per di­ven­ta­re una for­ma­zio­ne af­fi­da­bi­le e con­ti­nua, po­ten­do co­sì aspi­ra­re com­piu­ta­men­te al ruo­lo di pro­ta­go­ni­sta del cam­pio­na­to.

È ve­ro che lo è già vi­sto che al ver­ti­ce c’è da ini­zio sta­gio­ne, ma è an­che ve­ro che spes­so fa­ti­ca non po­co a con­cre­tiz­za­re il vo­lu­me di gio­co che il tec­ni­co Pip­po In­za­ghi sta fa­cen­do pro­por­re ai suoi e qual­che vol­ta la di­fe­sa la­scia un po’ a de­si­de­ra­re.

Tant’è che pa­re qua­si vo­ta­to al­la sof­fe­ren­za que­sto Ve­ne­zia, co­stret­to fre­quen­te­men­te ad in­se­gui­re - pe­ral­tro qua­si sem­pre con suc­ces­so - do­po es­se­re an­da­to sot­to.

Con­tro il Te­ra­mo rit­mo un po’ blan­do a fron­te di un con­trol­lo del cam­po che c’è sta­to sen­za acu­ti nel­la pri­ma fra­zio­ne, con qual­che black-out di­fen­si­vo che ha com­pli­ca­to il cam­mi­no, per poi sca­te­nar­si al­la di­stan­za con buo­na grin­ta.

E que­ste pau­se del re­par­to ar­re­tra­to si so­no re­gi­stra­te sin da ini­zio sta­gio­ne, per l’esat­tez­za già in Cop­pa Ita­lia con­tro il Man­to­va, quan­do i vir­gi­lia­ni riu­sci­ro­no a pro­por­si due vol­te so­li da­van­ti a Fac­chin.

Ades­so che fi­nal­men­te Gei­jo ha tro­va­to il suo pas­so e la sua ve­na - ben ac­com­pa­gna­to da un Fa­bris che si può as­si­mi­la­re agli at­tac­can­ti tant’è of­fen­si­va la sua po­si­zio­ne al pa­ri di quel­la di Mar­su­ra, al pun­to di tra­sfor­ma­re il 4-4-2 sem­pre più spes­so in un 4-2-4 - ser­ve re­gi­strae il re­par­to ar­re­tra­to (pe­ral­tro al­le pre­se an­che con qual­che ac­ciac­co), ma­ga­ri con­di­zio­na­to un po’ an­che dal mo­du­lo tan­to sbi­lan­cia­to in avan­ti, per av­vi­ci­na­re al più pre­sto l’equi­li­brio ne­ces­sa­rio per di­ve­ni­re sta­bi­le pro­ta­gon­si­ta.

In­tan­to giu­sta­men­te il Ve­ne­zia si go­de la sua po­si­zio­ne di ca­po­li­sta, guar­dan­do avan­ti con tan­ta fiducia e se­re­ni­tà.

La squa­dra c’è, il gio­co an­che. Sa­ba­to con­tro Te­ra­mo si è vi­sta an­co­ra la gran­de vo­glia di ri­sa­li­re, di rea­zio­ne. Quel­la grin­ta che già ave­va per­mes­so di ro­ve­scia­re il ri­sul­ta­to a Par­ma.

Tan­te com­po­nen­ti per­fet­te che in­du­co­no all’ot­ti­mi­smo.

Newspapers in Italian

Newspapers from Italy

© PressReader. All rights reserved.